Spaccio stupefacenti due pregiudicati marocchini arrestati durante un servizio condotto dal Comando Provinciale dei Carabinieri di Pavia.

Spaccio stupefacenti: due arresti

Nel pomeriggio del 28 marzo scorso, a Mede Lomellina (PV), i Carabinieri della locale stazione nel corso di un servizio finalizzato ad frenare il fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti, hanno arrestato in flagranza di reato due uomini. A.H. e F.E., entrambi pregiudicati marocchini senza fissa dimora, rispettivamente di 30 e 28 anni si sono resi responsabili del reato di spaccio continuato di sostanze stupefacenti in concorso.

Centro operativo in aperta campagna

I due sono stati individuati nel contesto della campagna lanciata dal Comando provinciale di Pavia, volta a frenare e sradicare il fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti nelle campagne pavesi, avvalendosi anche del supporto del Nucleo Elicotteri e dei cinofili dell’Arma lombarda. A.H. e F.E. in fraz. Abbazia del comune di Frascarolo (PV) avevano allestito in aperta campagna un vero e proprio luogo di spaccio di sostanze stupefacenti.

Leggi anche:  Un morto all’alba, incidenti e malori SIRENE DI NOTTE

Cocaina, cellulari e soldi

Le perquisizioni eseguite dai militari operanti hanno consentito di trovare 90 gr di cocaina, 4 telefoni cellulari per contattare la clientela e sviluppare l’attività di spaccio e 85 euro ritenuto il guadagno dell’attività illecita.