Alla scuola IUSS il premio Nobel per la Pace, professor John Hay, tra gli autori dell’IPCC Report sui cambiamenti climatici premitati nel 2007 insieme ad Al Gore.

Cambiamenti climatici: alla IUSS il Premio Nobel per la Pace, professor John Hay

Ribadito dal nuovo Rettore della IUSS, il professor Riccardo Pietrabissa, al suo insediamento a Palazzo Broletto a inizio settembre, l’impegno della Scuola IUSS e delle federate Scuola Superiore Sant’Anna e Scuola Normale Superiore di Pisa per il clima e l’ambiente è dichiarato da tempo. Fattivamente con l’avvio, nel luglio 2018, del “Center  for Climate Change studies and Sustainable Actions”, centro di ricerca dedicato espressamente allo studio e alla ricerca di soluzioni ai problemi legati ai cambiamenti climatici.

Un impegno che venerdì prossimo, 20 settembre 2019 alle ore 11 presso la Sala del Camino di Palazzo Broletto, la Scuola IUSS confermerà con un ospite d’eccezione: docente della University of the South Pacific, consulente di governi e organizzazioni internazionali tra cui la Banca Mondiale, esperto di clima da oltre quarant’anni, sarà a Pavia il professor John Hay, tra gli autori principali del report IPCC-Intergovernmental Panel on Climate Change, che nel 2007 hanno ricevuto il Premio Nobel per la Pace per il lavoro svolto nel campo dei cambiamenti climatici, insieme a Al Gore.

I rischi climatici

Venerdì prossimo alla IUSS il professor Hay, che attualmente sta preparando uno speciale report dell’IPCC sugli oceani e la criosfera alla luce dei più recenti dati ambientali registrati dagli studiosi, terrà il seminario “On the Frontline: Coastal Climate Risks and Responses in the South Pacific”, sui rischi climatici sulle coste del mondo e in Italia. In particolare, Hay spiegherà quali sono le minacce principali dovute all’innalzamento del livello del mare e le conseguenze per le comunità che vivono sulle isole e lungo le coste. Durante il seminario saranno inoltre illustrate alcune applicazioni pratiche della metodologia adottata dal professor Hay per la valutazione e la gestione dei rischi climatici costieri.

Leggi anche:  Val Camonica, 40 anni di riconoscimenti Unesco in Lombardia

Seminario aperto al pubblico

Il seminario, aperto al pubblico, sarà preceduto domani, giovedì 19 settembre alle ore 11, da un altro appuntamento alla Scuola Sant’Anna di Pisa, dove il punto sui cambiamenti climatici sarà fatto da altri due esperti di fama internazionale: Alejandro Kilpatrick, Climate Finance and Capacity Building Team Leader presso il Segretariato UNFCCC-United Nations Framework Convention on Climate Change, e Roberta Ianna, Senior Advisor del ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare.

Promosso dall’Istituto di Management della Sant’Anna, il seminario “Capacity-Building in the Climate Change Negotiations” servirà per fare il punto sui negoziati sul clima e sul processo UNFCCC, nonché sulle iniziative del governo italiano in tema di cambiamenti climatici.

«Quello svolto dagli autori del IPCC report è un lavoro di grande merito per lo studio del clima e dell’ambiente», commenta il professor Mario Martina, preside della Classe di Scienze, Tecnologie e Società della IUSS; «non possiamo quindi che essere onorati di ospitare a Pavia il professor John Hay, tra i maggiori studiosi del clima al mondo».

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE