Le vacanze sono ormai un ricordo, ma tante sono ancora le possibilità di svago a Pavia e provincia nel fine settimana in arrivo. Ecco i nostri consigli per sabato 11 e domenica 12 gennaio 2020.

Gli eventi del weekend a Pavia

– Pavia. Cinema Politeama. Corso Strada Nuova 136. Sabato 11 gennaio, ore 16:00-18:30-21:00.Domenica 5 gennaio, ore 15:30-18:00-20:30.  Piccole Donne. Greta Gerwig riporta sul grande schermo il romanzo di L. M. Alcott, con Emma Watson, Timothée Chalamet e Meryl Streep. REGIA: Greta Gerwig. ANNO: 2019. PAESE DI PRODUZIONE: USA. DURATA: 134′. SOGGETTO: Louisa May Alcott (romanzo). SCENEGGIATURA: Greta Gerwig CAST: Saoirse Ronan, Emma Watson, Laura Dern, Timothée Chalamet, Meryl Streep, Louis Garrel e Bob Odenkirk. Un lettura personale che parla di donne, arte, soldi. perché non è più tempo per scegliere tra matrimonio o morte. La sagoma di Jo, di spalle, che guarda oltre un vetro, come una madre guarderebbe un neonato in un nido. Qualcosa nascerà, oltre quel vetro: il suo romanzo, “Piccole donne”. Quelle di Greta Gerwig partono da qui. Il famoso “Natale non sarà Natale senza regali” arriverà dopo, in uno dei tanti flashback, perché è così che la regista americana ha scelto di strutturare il racconto: mescolando i romanzi della serie e combinandoli con momenti della biografia di Louisa May Alcott, ma anche della propria, perché questi momenti riguardano l’essere autrice e donna, ieri e oggi, in un mondo di uomini.

– Pavia. Sabato 11 gennaio ore 21. Domenica 12 gennaio ore 16. Teatro Fraschini. Corso Strada Nuova, 136. Le Signorine. In scena a Pavia due prime attrici, Isa Danieli e Giuliana De Sio, insieme sul palcoscenico per la prima volta con uno spettacolo “Le signorine” di un autore contemporaneo, Gianni Clementi, che ci riporta alle atmosfere partenopee familiari di Eduardo, quelle di marginalità sociale di Annibale Ruccello. Prezzo ingresso: da 32 a 8 euro. Info: Telefono: 0382.3711, E-mail: biglietteria@teatrofraschini.org

Pavia. Fino al 29 marzo 2020. Castello Visconteo. Oltre lo sguardo. Antonello da Messina a Pavia.Dopo un anno, Il Ritratto d’uomo Malaspina di Antonello da Messina torna a Pavia, al Castello Visconteo. L’opera-icona dei Musei Civici pavesi rientra accompagnata da un altro grande capolavoro del Maestro messinese: Il Ritratto d’uomo – che Vincenzo Consolo trasformò, in chiave letteraria, nell’Ignoto Marinaio –  del Museo della Fondazione Mandralisca di Cefalù. L’esposizione del Castello Visconteo si intitola “Oltre lo sguardo. Volti e ritratti nella pittura italiana tra Quattro e Cinquecento. Antonello da Messina a Pavia”. «La mostra – illustra l’assessore alla Cultura del Comune di Pavia, Mariangela Singali Calisti – intende evidenziare un importante percorso attorno all’evoluzione del ritratto nell’epoca tra Quattrocento e Cinquecento, affrontato dal professor Carlo Giovanni Federico Villa già curatore della grande mostra dedicata al messinese a Palazzo Reale di Milano. Da semplice ritrattistica, quale era fino a quel momento, a espressione introspettiva dell’animo umano”. PER MAGGIORI INFO, ORARI E COSTO BIGLIETTI CLICCA QUI

Pavia. Fino al 29 marzo 2020. Looking for Monna Lisa. Una mostra diffusa e immersiva, a cura di Valerio Dehò, in scena nelle più importanti sedi dedicate all’arte di Pavia, che celebra il quinto centenario della morte di Leonardo da Vinci e approfondisce il legame del genio fiorentino con la città e indaga sui misteri e sulle leggende che riguardano la celebre figura della Monna Lisa. MAGGIORI INFO>> “Looking for Monna Lisa”: misteri e ironie attorno alla più celebre icona pop

Pavia. Fino al 29 febbraio 2020. Museo di Archeologia dell’Università di Pavia. Tomoko Nagao L’arte di Tomoko è nota per la contaminazione di passato e presente e per la singolare rivisitazione dei capolavori dell’arte occidentale in chiave Pop. L’artista giapponese si appropria delle icone e dei miti popolari della storia dell’ arte rivisitandoli, con gusto tra l’ironia e la satira, nel linguaggio tipico delle Anime e dei fumetti: da Caravaggio a Leonardo da Vinci, da Botticelli a Tiziano, a Velasquez, dalla scuola di Fontainebleau a Delacroix. LEGGI DI PIU’ >> “Leonardo reimagined”: l’artista Tomoko Nagao rivisita Leonardo da Vinci

Leggi anche:  Smog: a Pavia domani scattano le misure temporanee di primo livello
Tomoko Nagao, Gioconda, 2019, olio su tela, 120 x 80 cm

In provincia di Pavia

Broni. Sabato 11 gennaio. Teatro Carbonetti. Ore 21. Figlie di E.V.A. Maria Grazia Cucinotta, Vittoria Belvedere e Michela Andreozzi sono tre donne (Elvira, Vicky e Antonia) sull’orlo di una crisi di nervi legate allo stesso uomo, un politico spregiudicato, corrotto e doppiogiochista, candidato premier delle imminenti elezioni. LEGGI DI PIU’ QUI

Credits: @FabioLovino

Mede. Sabato 11 gennaio. Teatro Besostri. Ore 20.45. Coro Ensemble Vocale Ambrosiano Onlus con la partecipazione straordinaria de I Musici Cantori di Milano. Direttore Mauro Penacca. Pianoforte Roberto Binetti. Hammond Giampaolo Berrettini. Percussioni Santiago Grampa. Costo biglietti: intero 18 euro, ridotto 10 euro. Info: www.teatrobesostri.it

Vigevano. Sabato 11 e Domenica 12 gennaio. Strada sotterranea Castello di Vigevano. Presepi in castello. Anche quest’anno torna nel periodo natalizio la mostra dal titolo “Presepi in Castello”, organizzata dal gruppo “Pazzi per il Presepe”, giunta quest’anno alla sua quinta edizione (la prima fu organizzata per festeggiare i 50 anni della parrocchia Gesù Divin Lavoratore di Vigevano, conosciuta anche come Battù). Il gruppo opera e si avvale della collaborazione di maestri presepisti provenienti da Ponte San Pietro – BG – ed ogni anno allestisce una mostra sempre rinnovata nei pezzi per stile, tecnica di costruzione, dimensioni ecc., riscuotendo sempre più il consenso dei visitatori e sfiorando ormai le 15.000 presenze all’anno. L’invito è quello di recarsi alla mostra per scoprire le opere di quest’anno; saranno una ventina di presepi, li accomuna la stessa tecnica di costruzione, ovvero polistirolo/polistirene ricoperti di gesso scagliola ed inciso a mano, si potranno ammirare presepi quasi tutti “aperti” di notevoli dimensioni ed anche 4 diorami. La mostra si troverà, come sempre, nella splendida cornice del castello di Vigevano in strada sotterranea, ingresso dal portone di Via XX settembre o direttamente dal Castello, percorrendo la strada coperta. L’inaugurazione è fissata per domenica 1 dicembre alle ore 16:00, la mostra rimarrà aperta fino a domenica 12 gennaio 2020; l’ingresso è gratuito con possibilità di lasciare un’offerta per beneficenza, gli orari e date di apertura sono i seguenti: 11 e 12 gennaio: dalle 10:00 alle 12:30 e dalle 14:30 alle 19:00.

Per le vostre segnalazioni scrivete a redazione@giornaledipavia.it, oggetto “eventi weekend”. Ricordiamo che gli eventi possono essere pubblicati direttamente anche sul nostro gruppo Facebook Pavia e Provincia Eventi & News

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE