It.a.cà, il festival del turismo responsabile: il primo e unico festival in Italia che si occupa di turismo responsabile e innovazione turistica.

It.a.cà, il festival del turismo responsabile

Arriva per la prima volta a Pavia, IT.A.CÀ il Festival del Turismo Responsabile, dal 25 al 28 ottobre 2018. La tappa pavese del Festival, nato a Bologna ma con molte diramazioni nazionali, è l’occasione per proporre diverse attività culturali, grazie al sostegno del Comune di Pavia, della Regione Lombardia e della Fondazione Cariplo, e alla collaborazione di molti enti e associazioni del territorio, coordinati da Corrado Del Bò, dell’Università di Milano, e Claudia Lupi, dell’Università di Pavia, con lo scopo di coniugare la sostenibilità del turismo con il benessere dei cittadini.

L’unicità

IT.A.CÀ è il primo e unico festival in Italia che si occupa di turismo responsabile e innovazione turistica e, nella sua edizione pavese, invita a scoprire luoghi e culture attraverso contest, presentazioni libri, convegni, incontri, laboratori, cene, teatro, musica, documentari, mostre, itinerari a piedi e a pedali per vivere l’emozione del viaggio in maniera responsabile. Già a partire da questi giorni, in preparazione del Festival, sono aperte le iscrizioni al Concorso “Quaderni di Viaggio in Pavia”, un modo per raccontare la città attraverso la scrittura e il disegno, sulla scia dei carnet de voyage antichi e degli sketchbook contemporanei. Per partecipare, l’indirizzo è quello Facebook della Libreria Il Delfino @libreriaildelfinopavia o il sito vacanzepavesi.it.

Gli eventi

La riflessione sul modello del turismo responsabile, a cavallo fra valorizzazione e tutela dell’ambiente, sul ruolo dei governi locali, sulla storia del turismo nel Mediterraneo è affidata a diversi incontri, convegni e dibattiti organizzati in collaborazione con l’Università di Pavia. E ancora, presentazioni di libri, a cura del giornalista di “Panorama” Mauro Querci, già direttore della rivista di viaggio “Gulliver”, mostre fotografiche, workshop sulla sharing economy, un tour nella Pavia interculturale con anche un pranzo a cavallo fra le cucine del mondo, le esperienze dell’associazione Pavia Asti-Senegal e anche un laboratorio di acquerello all’Orto Botanico. Molti gli eventi per i più giovani, che potranno scoprire il mondo magico scolpito nelle chiese di Pavia, con visite guidate ad hoc, o entrare con la fantasia nei luoghi più amati ma mai esistiti della narrativa (da Camera con vista a Harry Potter), in alcuni incontri in libreria riservati a loro. E naturalmente molti sono gli appuntamenti all’aria aperta, come la giornata sulla biodiversità per le famiglie al Bosco Grande, comprensiva di laboratori e pranzo, i trekking urbani o la pedalata lungo la via Francigena, alla scoperta dei suoi luoghi più significativi. Per muoversi alla giusta velocità e guardare il mondo con occhi più attenti.

Leggi anche:  Cometa di Natale (dalla scia verde): arriva nei nostri cieli 46P/Wirtanen

Apertura

L’apertura del Festival è per giovedì 25 ottobre alle ore 9.00 presso la Sala Conferenze Broletto, con il convegno dedicato ad ambiente e turismo, all’incrocio fra due ambiti distinti eppure legati, a cura dei dipartimenti di Scienze della Terra e dell’Ambiente e di Scienze politiche e sociali dell’Università di Pavia; mentre il finale in musica, dopo la premiazione del concorso di “Quaderni di Viaggio in Pavia” sarà alle 21 di domenica 28 ottobre, a Spaziomusica.

L’intero programma è sul sito https://www.festivalitaca.net/portfolio-articoli/it-ca-pavia/