Musei Civici Pavia: arrivano i grandi cicli grafici del maestro spagnolo.

Musei Civici Pavia

“Goya. Follia e ragione all’alba della modernità”: questo il titolo della mostra in programma dal 31 marzo al 10 giugno 2018 al Castello Visconteo. L’evento è organizzato in collaborazione con il Museo Civico delle Cappuccine di Bagnacavallo (RA), dove l’esposizione ha avuto luogo nell’autunno 2017. Genio innovatore e anticonformista, Francisco Goya (1748-1828) è uno dei pochi esempi di artista la cui grandezza si rivela pienamente nelle incisioni. Non sarebbe stato infatti possibile per Goya raggiungere le vette della notorietà mondiale senza i suoi capolavori grafici, vale a dire i grandi cicli incisori: i Capricci, i Disastri della guerra, le Follie e la Tauromachia. La mostra allestita al Castello Visconteo di Pavia riunisce tutti e quattro i cicli, con oltre 200 opere esposte realizzate ad acquaforte, acquatinta, puntasecca e bulino.

Il sonno della ragione genera mostri

I Musei Civici di Pavia, che conservano l’antica collezione di stampe del marchese Malaspina, hanno da sempre una particolare attenzione per la grafica: la mostra è una straordinaria occasione per ammirare tutti insieme i capolavori grafici con cui, all’inizio dell’Ottocento, l’artista spagnolo ha spalancato la strada ad un nuovo modo di intendere l’arte e di guardare il mondo. In sostanza, ad una nuova epoca. Le opere di Goya sono lo spunto anche per una serie di laboratori sulle varie tecniche di incisione e stampa per adulti e per famiglie. «Tale scelta conferma la volontà di proporre mostre temporanee con uno stretto legame con il patrimonio dei Musei Civici. Cercare di costruire percorsi comuni tra istituti di cultura è una missione che consideriamo fondamentale e per questo abbiamo deciso di collaborare in questa occasione con il Museo Civico delle Cappuccine di Bagnacavallo, con la speranza che da qui possa nascere un dialogo che continui in futuro» sottolinea l’Assessore alla Cultura, Giacomo Galazzo.

Leggi anche:  Gioconda dipinta sull'Adda: nuovo studio lo sostiene

Inaugurazione, biglietti, orari e tutte le informazioni

L’inaugurazione si svolgerà sabato 31 marzo alle ore 11 alla presenza delle Autorità del Comune di Pavia e dei curatori della mostra, Patrizia Foglia, storica dell’arte, e Diego Galizzi, direttore del Museo Civico delle Cappuccine di Bagnacavallo.
Orari mostra: da martedì a domenica h 10-18 (la biglietteria chiude alle 17). Sabato 31 marzo la mostra apre al pubblico alle ore 13.00. Aperta a Pasqua, Lunedì dell’Angelo, 25 aprile, 1 maggio e 2 giugno.
Apertura serale speciale (fino alle 24): 19 maggio. Ingresso: Biglietto intero € 8, ridotto € 6, ridotto speciale € 4 fino a 26 anni e oltre i 70 anni.