Aggressione delegata Cgil in mattinata presso lo stabilimento H&M/XPO di Stradella.

Aggressione delegata Cgil

Oggi durante la seconda giornata di blocco e picchetto organizzato dal sindacato autonomo presso lo stabilimento H&M/XPO a Stradella (PV), la tensione è sfociata in atti di violenza verso i lavoratori da parte degli attivisti del SI COBAS.

I fatti

Intorno alle 6:00 di questa mattina, quando la maggior parte dei lavoratori si sono presentati ai cancelli manifestando la loro intenzione di entrare al lavoro, hanno trovato nuovamente l’accesso interdetto da una decina di sindacalisti ed attivisti del SI COBAS, estranei all’impianto. Ne è nato un conflitto sfociato in aggressioni, insulti e strattoni, ed in particolare modo la violenza è stata indirizzata verso la nostra delegata Livia.

Clima intimidatorio

Denunciamo il pesante clima intimidatorio al quale, quasi quotidianamente, vengono sottoposti i delegati e le delegate della nostra organizzazione, forse derivato dalla volontà della CGIL di affermare attraverso la contrattazione e le tutele diritti e legalità nel lavoro. In quell’impianto, in particolare, esistono accordi unitari del sindacato confederale, recentemente sottoscritti anche con le autorità cittadine e provinciali, che garantiscono il rispetto delle norme contrattuali e implementano servizi utili a lavoratori e lavoratrici.

Leggi anche:  Analisi congiunturale, la produzione cresce ma i dazi spaventano

Condannata ogni forma di violenza

Risultano quindi ancora più ingiustificati atteggiamenti violenti che alimentano le divisioni sociali tra lavoratori e mettono a rischio importanti opportunità di lavoro, in una provincia fortemente segnata dalla crisi degli ultimi anni. Condanniamo ancora una volta qualsiasi forma di violenza e prevaricazione e siamo impegnati a difendere e tutelare la nostra delegata.