Disco verde dall’assemblea della Federazione Lombarda Bcc all’elezione di Alessandro Azzi per la presidenza.  E’ il verdetto maturato nel corso della mattinata di domenica 24 giugno, ospitata dall’auditorium “Giovanni Testori” di Palazzo Lombardia.

Nuovo capitolo

“Nel breve e medio periodo la principale sfida della Federazione Nazionale è la salvaguardia dei beni comuni di sistema costruiti dal Credito Cooperativo, tutti insieme, nel corso degli anni. Ci accingiamo a scrivere un capitolo nuovo della storia e della nostra Federazione, quindi va ripensato il senso dello stare insieme che in passato, pur tra tante difficoltà, è sempre stato un punto fermo e di forza che nessuno ha mai messo seriamente in discussione” ha spiegato il presidente riconfermato quando si è occupato della relazione sulla gestione del Consiglio di Amministrazione davanti alla platea composta dai rappresentanti delle filiali del gruppo.

La sfida

“E’ diffusa la convinzione che tutte le banche siano uguali e omologate, con la conseguenza che non vi sarebbe alcuna differenza fra i vari istituti di credito e il loro operato. Noi, al contrario, dovremo dimostrare che non è così, riaffermando con chiarezza la nostra identità, anche attraverso i Gruppi Bancari Cooperativi –  ha proseguito sempre Azzi – . Quindi la principale sfida della Federazione Nazionale nel breve e nel medio periodo è la salvaguardia dei beni comuni di sistema costruiti dal Credito Cooperativo, tutti insieme, nel corso degli anni”. Erano presenti all’assemblea il presidente di Regione Lombardia, Attilio Fontana, il rettore dell’Università Cattolica di Milano, Franco Anelli, il presidente di Federcasse Augusto Dell’Erba e il presidente di Iccrea Giulio Magagni.

Leggi anche:  Venerdì sciopero di medici e dirigenti del Servizio Sanitario Nazionale

Il Consiglio di Amministrazione

Componenti del Consiglio di Amministrazione:  Duillio Baggi (Bergamo e Valli)Serafino Bassanetti (Centropadana),  Sergio Bonfiglio (Borgo San Giacomo)Battista Botturi (Banca Territorio Lombardo)Silvano Camagni (Triuggio e Valle Lambro)Mauro Colombo (Busto Garolfo e Buguggiate)Annibale Colombo (Carate Brianza)Antonio Davo’ (Credito Padano)Antonio De Rosi  (Binasco)Giambattista Fratelli (Bergamasca e Orobica)Marco Maria R. Sagnelli  (Laudense)Davide Rizzi  (Valsassina)Francesco Giroletti (Cremasca e Mantovana)Luciano Gorni (Rivarolo Mantovano)Giovanni Grazioli  (Treviglio)Antonio Guarnieri (Borghetto Lodigiano)Vittorino Lanza  (Basso Sebino)Pier Maria Luoni (Lezzeno)Giuseppe Maino (Milano)Giorgio Merigo (Caravaggio Adda e Cremasco)Stefano Meroni (Barlassina)Roberto Ottoboni (Oglio e Serio)Giovanni Pontiggia (Brianza e Laghi)Angelo Porro (Cantù)Ersilio E. Raimondi Cominesi (Dovera e Postino)Osvaldo Scalvenzi (Agrobresciano)Giacomo Zaghen (Mozzanica)Ennio Zani (Brescia)

Collegio sindacale: Roberto Scazzosi (Busto Garolfo e Buguggiate)Giovanni Combi (Valsassina)Valerio Renato Gastoldi (Bergamasca e Orobica)Angelo Boni  (Borghetto Lodigiano)Massimo Zanetti (Bergamo e Valli).

Collegio dei Probiviri; Teresa Fiordelisi (Presidente); Filippo Eduardo Spina, Eugenio Vitello  (membri effettivi); Stefano Trombani, Pierfilippo Verzaro (membri supplenti).