“Innovathon”: grande successo per la rappresentanza degli studenti dell’Università di Pavia. La squadra “Palo”, che si è classificata prima, comprende due studenti dell’Ateneo pavese, mentre la squadra “FDGA”, classificata terza, è tutta composta di studenti UNIPV futuri ingegneri.

“Innovathon”: grande affermazione degli studenti dell’Università di Pavia

Grande successo per la rappresentanza dell’Università di Pavia a Innovathon, la hackathon organizzata da Leonardo, azienda leader italiana che si colloca tra le dieci più grandi al mondo nel settore aerospazio e difesa.
La hackaton si è svolta il fine settimana scorso (8 e 9 giugno) a Milano presso PoliHub.

Per Innovathon, una sfida non-stop di 48 ore, i giovani partecipanti hanno affrontato un business game relativo al tema della navigazione autonoma, finalizzato alla progettazione e realizzazione di un prototipo funzionante. Su questo obiettivo, ai giovani era richiesto di dimostrare di possedere e saper gestire le competenze necessarie per lavorare in un’azienda altamente tecnologica.

L’iniziativa è stata pubblicizzata presso l’Ateneo pavese con un evento di presentazione organizzato lo scorso maggio tramite il delegato a spin-off e trasferimento tecnologico del Dipartimento di Ingegneria Industriale e dell’Informazione, professor Fabio Dell’Acqua. Durante l’evento, gli esperti di Leonardo tra cui la dott.ssa Marica Scola, l’ing. Alessandro Raggi e la dott.ssa Alessandra Crescimbeni hanno descritto l’iniziativa e risposto alle domande degli studenti.

La risposta degli studenti UNIPV è stata massiccia, e di qualità.

Le squadre

Infatti, tra i quaranta universitari, neolaureati e laureandi, selezionati da tutta Italia per partecipare all’iniziativa, ben 9 provenivano dall’Università di Pavia; ovvero, quasi un quarto. Questa importante partecipazione è stata coronata da un grande successo.

Leggi anche:  Il caldo ha le ore contate, in arrivo correnti fresche e qualche temporale PREVISIONI METEO

La squadra “Palo”, che si è classificata prima, comprende due studenti UniPV, ovvero Davide Vairetti (Ingegneria) e Lorenzo Prandi (Scienze Politiche).

La squadra “FDGA”, classificata terza, è tutta composta di studenti UNIPV futuri ingegneri (Matteo Di Gaetano, Alessia Iuele, Francesco Maestri e Gioele Maruccia).

Alla prima classificata è andato anche un premio in denaro, ed entrambe le squadre saranno invitate a partecipare all’Innovation Day di Leonardo, previsto a Torino il 21 giugno prossimo. Una menzione merita anche una terza squadra pavese, gli “Hitckhickers” (David Marzi, Giorgio Pasquali, Gianmarco Torrilla), fermati loro malgrado da un guasto hardware, che hanno poi terminato il lavoro ad Hackaton finita e postato un filmato con il loro veicolo in miniatura che si muove in sicurezza in un ambiente ben più complesso di quello utilizzato per la gara.

Ancora una volta, il grande successo ottenuto dagli studenti pavesi in questa iniziativa dimostra che gli investimenti sulla “terza missione” portano frutti, e che un ateneo multidisciplinare come UniPV ha grandi capacità di perseguire l’innovazione con competenze integrate.

LEGGI ANCHE: Cristina Tassorelli, Ordinario di Neurologia all’Università di Pavia eletta Presidente della IHS 

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE