Giornale di Pavia https://giornaledipavia.it Sat, 16 Feb 2019 16:57:12 +0000 it-IT hourly 1 Lite nella notte tra extracomunitari, arrestato marocchino 22enne https://giornaledipavia.it/cronaca/lite-nella-notte-tra-extracomunitari-arrestato-marocchino-22enne/ https://giornaledipavia.it/cronaca/lite-nella-notte-tra-extracomunitari-arrestato-marocchino-22enne/#respond Sat, 16 Feb 2019 16:57:12 +0000 https://giornaledipavia.it/?p=17522 Lite nella notte tra extracomunitari: un marocchino 22enne finisce al pronto soccorso e si scopre che era colpito da un’ordinanza di custodia cautelare in carcere. Precedenti per spaccio Nella pomeriggio di oggi, sabato 16 febbraio 2019, i Carabinieri della Sezione Radiomobile del N.O.R. della Compagnia Carabinieri di Vigevano hanno arrestato J.A., pregiudicato marocchino 22enne senza […]

Continua la lettura di Lite nella notte tra extracomunitari, arrestato marocchino 22enne su Giornale di Pavia.

]]>
Lite nella notte tra extracomunitari: un marocchino 22enne finisce al pronto soccorso e si scopre che era colpito da un’ordinanza di custodia cautelare in carcere.

Precedenti per spaccio

Nella pomeriggio di oggi, sabato 16 febbraio 2019, i Carabinieri della Sezione Radiomobile del N.O.R. della Compagnia Carabinieri di Vigevano hanno arrestato J.A., pregiudicato marocchino 22enne senza fissa dimora, colpito da ordinanza di custodia cautelare in carcere, per il reato di detenzione  di sostanze stupefacente ai fini di spaccio, commesso anni 2014 e 2015, emessa nel 2017 dal Tribunale di Busto Arsizio (VA), nell’ambito di una articolata indagine condotta dalla Compagnia Carabinieri di Gallarate (VA).

LEGGI ANCHE: Casa di cura degli orrori a Montebello, arriva il terzo arresto

La lite nella notte

La circostanza che ha portato all’arresto del soggetto è scaturita in seguito ad un intervento eseguito alle ore 2.00 dai militari dell’Arma di Vigevano, in seguito alla segnalazione di una lite tra extracomunitari avvenuta in via Cairoli. accertavano che personale sanitario aveva trasportato presso il locale pronto soccorso un nordafricano, successivamente identificato nel citato soggetto, sotto l’effetto di sostanze alcoliche che, visitato dai sanitari, veniva dimesso con una diagnosi “contusioni varie” e una prognosi di 8 giorni.

LEGGI ANCHE: Lite tra vicine di casa per futili motivi… e spunta un coltello

Portato in carcere

Avuta certezza dell’identificazione e della validità provvedimento, tuttora vigente poiché l’uomo si era reso irreperibile da tempo, i militari hanno proceduto al suo arresto e lo hanno condotto presso la casa di reclusione di Vigevano.

LEGGI ANCHE: Si aggira con fare sospetto in zona Stazione, arrestato spacciatore 19enne

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE

Continua la lettura di Lite nella notte tra extracomunitari, arrestato marocchino 22enne su Giornale di Pavia.

]]>
https://giornaledipavia.it/cronaca/lite-nella-notte-tra-extracomunitari-arrestato-marocchino-22enne/feed/ 0
Si aggira con fare sospetto in zona Stazione, arrestato spacciatore 19enne https://giornaledipavia.it/cronaca/si-aggira-con-fare-sospetto-in-zona-stazione-arrestato-spacciatore-19enne/ https://giornaledipavia.it/cronaca/si-aggira-con-fare-sospetto-in-zona-stazione-arrestato-spacciatore-19enne/#respond Sat, 16 Feb 2019 15:13:16 +0000 https://giornaledipavia.it/?p=17507 Si aggira con fare sospetto alla stazione di Miradolo Terme: arrestato spacciatore 19enne. Durante la perquisizione personale e veicolare trovati 20 grammi di hashis, un bilancino di precisione e materiale per il confesionamento. Si aggira con fare sospetto in stazione Il 15 febbraio 2019, i militari della Stazione Carabinieri di Chignolo Po, nel corso del […]

Continua la lettura di Si aggira con fare sospetto in zona Stazione, arrestato spacciatore 19enne su Giornale di Pavia.

]]>
Si aggira con fare sospetto alla stazione di Miradolo Terme: arrestato spacciatore 19enne. Durante la perquisizione personale e veicolare trovati 20 grammi di hashis, un bilancino di precisione e materiale per il confesionamento.

Si aggira con fare sospetto in stazione

Il 15 febbraio 2019, i militari della Stazione Carabinieri di Chignolo Po, nel corso del servizio di controllo del territorio, hanno arrestato in flagranza G.C., 19enne italiano, residente a Miradolo Terme (PV), celibe, studente, incensurato, giacché resosi responsabile del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Nella circostanza, i militari operanti hanno notato un’autovettura aggirarsi con fare sospetto nei pressi della stazione ferroviaria di Miradolo Terme dove, in precedenti circostanze, erano stati controllati e fermati alcuni assuntori di stupefacenti.

LEGGI ANCHE: Evade dai domiciliari per andare dalla fidanzata, arrestato spacciatore marocchino

Il controllo

Data la situazione, gli operanti hanno bloccato e controllato il veicolo e, notando la presenza all’interno dell’abitacolo di alcuni pezzetti di carta stagnola, hanno proceduto anche alla contestuale perquisizione veicolare e personale. Durante quest’ultima operazione, i Carabinieri hanno rinvenuto della sostanza stupefacente del tipo hashish, suddivisa in dosi, per un totale di circa grammi 20 (venti), 1 bilancino di precisione e del materiale per il confezionamento.

LEGGI ANCHE: Astinenza social per gli studenti del Cairoli: in 8 ce l’hanno fatta

Arresti domiciliari

Quanto rinvenuto è stato sottoposto a sequestro penale, in attesa di essere deposito presso l’Ufficio Corpi di Reato del Tribunale di Pavia. Il giovane arrestato, dopo le previste formalità, è stato sottoposto agli arresti domiciliari presso la propria abitazione in attesa del rito direttissimo dinanzi all’A.G. di Pavia, fissato per la mattinata del 16 febbraio 2019.

LEGGI ANCHE: Lite tra vicine di casa per futili motivi… e spunta un coltello

Un altro arresto

Nella stessa giornata, altri militari del medesimo Comando Stazione Carabinieri, nel corso di altro servizio, hanno rintracciato e arresto C.S., 42enne di nazionalità italiana, residente a Milano, pregiudicato, già sottoposto alla misura dell’affidamento in prova ai Servizi Sociali con collocamento in comunità, in relazione a reati di rapina e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. L’arresto è stato effettuato in esecuzione ad un provvedimento di revoca della misura dell’affidamento e contestuale accompagnamento in carcere, emesso dall’Ufficio di Sorveglianza di Pavia in data 13 febbraio 2019.

LEGGI ANCHE: Scontro tra due bici, ferita anziana donna

Tale provvedimento trae origine da alcune informative redatte dalla Stazione Carabinieri di Chignolo Po nei confronti del citato soggetto a seguito di sue reiterate violazioni delle prescrizione a lui imposte, accertate da quei militari durante i periodici controlli. L’arrestato, al termine delle previste formalità, è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Pavia.

LEGGI ANCHE: Casa di cura degli orrori a Montebello, arriva il terzo arresto

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE

Continua la lettura di Si aggira con fare sospetto in zona Stazione, arrestato spacciatore 19enne su Giornale di Pavia.

]]>
https://giornaledipavia.it/cronaca/si-aggira-con-fare-sospetto-in-zona-stazione-arrestato-spacciatore-19enne/feed/ 0
A Bergamo la protesta degli edicolanti: “Chiudiamo, e gli editori ci affamano” https://giornaledipavia.it/economia/a-bergamo-la-protesta-degli-edicolanti-chiudiamo-e-gli-editori-ci-affamano/ https://giornaledipavia.it/economia/a-bergamo-la-protesta-degli-edicolanti-chiudiamo-e-gli-editori-ci-affamano/#respond Sat, 16 Feb 2019 15:28:30 +0000 https://giornaledipavia.it/?p=17517 Un presidio a Bergamo, di fronte alla sede dell’editore de L’Eco,  Sesaab, per protestare contro “l’indifferenza” degli editori di fronte alla richiesta di incrementare le percentuali di remunerazione sulle vendite di giornali. E’ prevista per lunedì pomeriggio la manifestazione degli edicolanti del Nord Italia organizzata da Sinagi (Sindacato Nazionale Giornalai d’Italia, affiliato alla SLC-CGIL). Percentuali […]

Continua la lettura di A Bergamo la protesta degli edicolanti: “Chiudiamo, e gli editori ci affamano” su Giornale di Pavia.

]]>
Un presidio a Bergamo, di fronte alla sede dell’editore de L’Eco,  Sesaab, per protestare contro “l’indifferenza” degli editori di fronte alla richiesta di incrementare le percentuali di remunerazione sulle vendite di giornali. E’ prevista per lunedì pomeriggio la manifestazione degli edicolanti del Nord Italia organizzata da Sinagi (Sindacato Nazionale Giornalai d’Italia, affiliato alla SLC-CGIL).

Percentuali di remunerazione ferme

“Migliaia sono state le edicole che in Italia hanno chiuso negli ultimi anni. Le vendite di quotidiani e periodici sono calate di oltre il 50%, ma la Fieg, Federazione Italiana Editori Giornali, sembra rimanere indifferente alla crisi della rete di vendita. Le percentuali di remunerazione degli edicolanti sono ferme a più di 15 anni fa e  malgrado questo gli editori non hanno ancora iniziato trattative serie per il rinnovo dell’accordo di categoria, scaduto da un decennio. Ha rifiutato il confronto sulla nostra piattaforma che contiene una serie di proposte economiche essenziali per il futuro della rete di vendita” ha spiegato oggi Amilcare Digiuni, referente di Sinagi per la Lombardia.

Il presidio a Bergamo per tutto il Nord Italia

Gli edicolanti  protesteranno quindi dalle 13.30 alle 15 di lunedì davanti alla sede della Sesaab, editore de “L’Eco di Bergamo”, il cui Amministratore Delegato è il capo delegazione trattante della Fieg. “La rete di vendita della stampa è un bene prezioso, un presidio importante per il pluralismo e il diritto all’informazione e anche una rete di prossimità con notevoli margini di sviluppo, ma la Fieg non sembra interessata a questa rete dedicata all’informazione e non sembra intenzionata a riconoscere alle edicole il giusto adeguamento delle condizioni economiche. Questo atteggiamento degli Editori non può più essere tollerato” prosegue una nota di Sinagi. La manifestazione riguarda gli edicolanti di tutto il Nord Italia, dopo un primo presidio tenutosi a gennaio a Roma.

“Vogliono dare i giornali a chiunque voglia venderli”

“È evidente che se si vuole conservare una rete dedicata all’informazione bisogna urgentemente individuare risorse e adeguate remunerazioni. La ricetta della Fieg è, invece, quella di affamare la rete di vendita e dare i giornali a chiunque voglia venderli, sostituendo gli edicolanti alle Poste (abbonamenti in edicola e consegna porta a porta) e ai distributori locali (edicola madre per i punti vendita che i Distributori Locali non intendono rifornire)”.

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE

Continua la lettura di A Bergamo la protesta degli edicolanti: “Chiudiamo, e gli editori ci affamano” su Giornale di Pavia.

]]>
https://giornaledipavia.it/economia/a-bergamo-la-protesta-degli-edicolanti-chiudiamo-e-gli-editori-ci-affamano/feed/ 0
Controlli antidroga a Pieve Porto Morone, un arresto https://giornaledipavia.it/cronaca/controlli-antidroga-a-pieve-porto-morone-un-arresto/ https://giornaledipavia.it/cronaca/controlli-antidroga-a-pieve-porto-morone-un-arresto/#respond Sat, 16 Feb 2019 15:22:57 +0000 https://giornaledipavia.it/?p=17510 Controlli antidroga a Pieve Porto Morone , nel pomeriggio di ieri, venerdì 15 febbraio. Arrestato un 26enne per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. Controlli antidroga a Pieve Porto Morone Il 15 febbraio 2019, nelle ore pomeridiane, i militari del Nucleo Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Stradella, nel corso del servizio di controllo del territorio, […]

Continua la lettura di Controlli antidroga a Pieve Porto Morone, un arresto su Giornale di Pavia.

]]>
Controlli antidroga a Pieve Porto Morone , nel pomeriggio di ieri, venerdì 15 febbraio. Arrestato un 26enne per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.

Controlli antidroga a Pieve Porto Morone

Il 15 febbraio 2019, nelle ore pomeridiane, i militari del Nucleo Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Stradella, nel corso del servizio di controllo del territorio, hanno tratto in arresto M.F., 26enne italiano, residente a Pieve Porto Morone (PV), celibe, disoccupato, pregiudicato, giacché resosi responsabile del reato di spaccio di sostanze stupefacenti.

LEGGI ANCHE: Evade dai domiciliari per andare dalla fidanzata, arrestato spacciatore marocchino

I militari operanti, dopo aver notato 2 soggetti in atteggiamento sospetto nel centro abitato di Pieve Porto Morone, dapprima sono riusciti a bloccare l’acquirente, un 32enne di Badia Pavese, subito dopo, hanno intercettato e bloccato anche il venditore della sostanza stupefacente che, nel frattempo, stava tentando di fuggire.

LEGGI ANCHE: Astinenza social per gli studenti del Cairoli: in 8 ce l’hanno fatta

Acquirente segnalato

Quest’ultimo, sottoposto a perquisizione personale e domiciliare, è stato trovato in possesso di complessivi grammi 300 circa di marijuana, suddivisa in 12 confezioni, un bilancino di precisione e diversi materiale per il confezionamento. Quanto rinvenuto, è stato sottoposto a sequestro penale, in attesa di essere depositato presso l’Ufficio Corpi di Reato del Tribunale di Pavia. L’arrestato, dopo le previste formalità, è stato ristretto nelle camere di sicurezza della Compagnia Carabinieri di Stradella, in attesa del rito direttissimo dinanzi all’A.G. di Pavia, fissato in data odierna. Per l’acquirente, trovato in possesso di sette grammi di marijuana, è scattata la segnalazione alla Prefettura di Pavia quale assuntore di stupefacenti.

LEGGI ANCHE: Scontro tra due bici, ferita anziana donna

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE

Continua la lettura di Controlli antidroga a Pieve Porto Morone, un arresto su Giornale di Pavia.

]]>
https://giornaledipavia.it/cronaca/controlli-antidroga-a-pieve-porto-morone-un-arresto/feed/ 0
Figlia disabile violentata per anni: arrestato il padre 80enne https://giornaledipavia.it/cronaca/figlia-disabile-violentata-per-anni-arrestato-il-padre-80enne/ Sat, 16 Feb 2019 14:43:41 +0000 https://giornaledipavia.it/?p=17504 Ha violentato la figlia disabile per anni: arrestato 80enne. Le indagini erano iniziate dopo il tentativo di suicidio della donna. Lei ha tentato il suicidio Ha abusato per anni della figlia affetta da disturbi psichiatrici, portandola fino a un tentativo di suicidio. Come riporta VareseSettegiorni.it, anni di violenze, di ricatti, di abusi all’interno della casa […]

Continua la lettura di Figlia disabile violentata per anni: arrestato il padre 80enne su Giornale di Pavia.

]]>
Ha violentato la figlia disabile per anni: arrestato 80enne. Le indagini erano iniziate dopo il tentativo di suicidio della donna.

Lei ha tentato il suicidio

Ha abusato per anni della figlia affetta da disturbi psichiatrici, portandola fino a un tentativo di suicidio. Come riporta VareseSettegiorni.it, anni di violenze, di ricatti, di abusi all’interno della casa famigliare in provincia di Varese, a cui la Polizia di Stato ha messo fine con l’arresto mercoledì del padre 80enne. Le manette sono scattate a seguito di una difficile indagine della Polizia iniziata dopo che la donna, oggi quarantatreenne, aveva tentato di togliersi la vita.

La molestava anche in ospedale

In seguito a questo fatto la donna era stata ricoverata in un ospedale psichiatrico. Qui, durante i colloqui con la psicologa, aveva accennato alle violenze subite dal padre nel corso degli anni. E, come emerso dalle indagini, anche durante il periodo di degenza l’uomo avrebbe continuato a tenere “atteggiamenti poco consoni” verso la figlia, tanto da essere redarguito più volte dal personale medico.

Ora è finito in carcere

A confermare i forti sospetti negli agenti, le intercettazioni telefoniche e ambientali. Da queste è emerso che l’uomo tormentava la figlia chiedendole insistentemente rapporti sessuali non appena sarebbe stata dimessa. Tutto questo  in cambio di sigarette, dolci e beni di prima necessità, e minacciandola di non andarla più a trovare se non avesse acconsentito. Dopo l’arresto l’uomo  è stato tradotto in carcere a Busto Arsizio.

Continua la lettura di Figlia disabile violentata per anni: arrestato il padre 80enne su Giornale di Pavia.

]]>
Casa di cura degli orrori a Montebello, arriva il terzo arresto https://giornaledipavia.it/cronaca/casa-di-cura-degli-orrori-a-montebello-arriva-il-terzo-arresto/ https://giornaledipavia.it/cronaca/casa-di-cura-degli-orrori-a-montebello-arriva-il-terzo-arresto/#respond Sat, 16 Feb 2019 13:55:54 +0000 https://giornaledipavia.it/?p=17499 Casa di cura degli orrori: terzo arresto alla “Monsignor Rastelli” di Montebello della Battaglia. Dopo il direttore e un operatore del centro, anche un’educatrice è finita ai domiciliari. Casa di cura degli orrori I fatti risalgono allo scorso mese di novembre, quando la squadra mobile di Pavia aveva arrestato, il direttore e un operatore socio-sanitario della […]

Continua la lettura di Casa di cura degli orrori a Montebello, arriva il terzo arresto su Giornale di Pavia.

]]>
Casa di cura degli orrori: terzo arresto alla “Monsignor Rastelli” di Montebello della Battaglia. Dopo il direttore e un operatore del centro, anche un’educatrice è finita ai domiciliari.

Casa di cura degli orrori

I fatti risalgono allo scorso mese di novembre, quando la squadra mobile di Pavia aveva arrestato, il direttore e un operatore socio-sanitario della residenza sanitaria Monsignor Rastelli di Montebello della Battaglia, situata nell’Oltrepò Pavese. Le accuse per loro sono di ripetuti maltrattamenti e lesioni gravi nei confronti degli anziani ospiti della struttura, tutte persone con gravissime disabilità psichiche.

LEGGI ANCHE: Anziani maltrattati in casa di riposo: due arresti 

Agghiaccianti episodi di maltrattamenti

Le indagini, dopo alcune segnalazioni giunte al commissariato di Voghera, aveva portato alla luce agghiaccianti episodi di maltrattamenti: calci, percosse, ma anche un anziano “marchiato a fuoco” con un phon bollente.  Ora anche una educatrice della struttura, 47enne, residente a Santa Giuletta, è stata posta ai domiciliari.

Terzo arresto

Gli investigatori della squadra Mobile della Questura di Pavia, dopo ulteriori attività di indagine, la accusano di maltrattamenti, in particolare ingiurie e comportamenti provocatori: gli anziani una volta agitati, si potevano così ‘educare’, sia con mezzi di contenzione che somministrando tranquillanti.

LEGGI ANCHE: 

Anziani disabili maltrattati in RSA, Gallera: “Priorità garantire assistenza agli ospiti”

Casa di riposo degli orrori, Forza Nuova interviene con le associazioni satellite

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE

Continua la lettura di Casa di cura degli orrori a Montebello, arriva il terzo arresto su Giornale di Pavia.

]]>
https://giornaledipavia.it/cronaca/casa-di-cura-degli-orrori-a-montebello-arriva-il-terzo-arresto/feed/ 0
Scontro tra due bici, ferita anziana donna https://giornaledipavia.it/cronaca/scontro-tra-due-bici-ferita-anziana-donna/ https://giornaledipavia.it/cronaca/scontro-tra-due-bici-ferita-anziana-donna/#respond Sat, 16 Feb 2019 12:16:09 +0000 https://giornaledipavia.it/?p=17495 Scontro tra due bici a Gambolò: una donna di 89 anni è stata soccorsa e trasportata in ospedale. Scontro tra due bici Insolito incidente nel pomeriggio di ieri, venerdì 15 febbraio 2019, a Gambolò in piazza Cavour. Da quanto si è appreso sembra che due bici, che stavano procedendo in senso opposto, si siano urtate. […]

Continua la lettura di Scontro tra due bici, ferita anziana donna su Giornale di Pavia.

]]>
Scontro tra due bici a Gambolò: una donna di 89 anni è stata soccorsa e trasportata in ospedale.

Scontro tra due bici

Insolito incidente nel pomeriggio di ieri, venerdì 15 febbraio 2019, a Gambolò in piazza Cavour. Da quanto si è appreso sembra che due bici, che stavano procedendo in senso opposto, si siano urtate. Nell’impatto una donna di 89 anni è caduta a terra e ha necessitato delle cure dei medici.

LEGGI ANCHE: Lite tra vicine di casa per futili motivi… e spunta un coltello

I soccorsi

Sul posto si è portata un’ambulanza della Croce Rossa di Mortata, che ha trasportato l’infortunata al Civile di Vigevano in codice giallo. Intervenuta sul luogo dell’incidente anche la Polizia Locale per accertare eventuali responsabilità.

LEGGI ANCHE: Astinenza social per gli studenti del Cairoli: in 8 ce l’hanno fatta

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE

Continua la lettura di Scontro tra due bici, ferita anziana donna su Giornale di Pavia.

]]>
https://giornaledipavia.it/cronaca/scontro-tra-due-bici-ferita-anziana-donna/feed/ 0
Astinenza social per gli studenti del Cairoli: in 8 ce l’hanno fatta https://giornaledipavia.it/attualita/astinenza-social-per-gli-studenti-del-cairoli-in-8-ce-lhanno-fatta/ https://giornaledipavia.it/attualita/astinenza-social-per-gli-studenti-del-cairoli-in-8-ce-lhanno-fatta/#respond Sat, 16 Feb 2019 09:06:20 +0000 https://giornaledipavia.it/?p=17482 Astinenza social per gli studenti del Cairoli: in 43 accettano, in 8 ce la fanno. Una settimana senza Facebook, Instagram e WhatsApp. Astinenza social per gli studenti del Cairoli Sono riusciti a resistere una settimana senza Whatsapp, Facebook e Instagram. Una “prova” proposta a oltre 600 studenti del liceo “Cairoli” e accettata da 43 ragazzi, […]

Continua la lettura di Astinenza social per gli studenti del Cairoli: in 8 ce l’hanno fatta su Giornale di Pavia.

]]>
Astinenza social per gli studenti del Cairoli: in 43 accettano, in 8 ce la fanno. Una settimana senza Facebook, Instagram e WhatsApp.

Astinenza social per gli studenti del Cairoli

Sono riusciti a resistere una settimana senza Whatsapp, Facebook e Instagram. Una “prova” proposta a oltre 600 studenti del liceo “Cairoli” e accettata da 43 ragazzi, che hanno deciso di tentare. Ma solo otto di loro ce l’hanno fatta. Gli altri hanno via via ceduto, giorno dopo giorno.

Un esperimento inedito portato avanti dalla professoressa di Scienze umane, Lucia Dorigo, e dallo psichiatra Maurizio Fea, della Federazione degli operatori dei servizi delle dipendenze e già direttore del Dipartimento delle dipendenze dell’Asl di Pavia.

I compagni, al termine della prova, li hanno accolti in aula tra gli applausi, come fossero degli eroi.

L’esperimento di Carola

Tra loro c’è anche Carola, una studentessa di 16 anni. Racconta che il “primo giorno è filato liscio, è dal secondo che tutto sembra diventare difficile ..”

Prima di spegnere il cellulare Carola ha cancellato tutte le app di Facebook, Instagram e WhatsApp. Non prima però di pubblicare un’ultima foto nelle stories di Instagram, i contenuti che si cancellano da soli dopo 24 ore. Su uno sfondo nero ha scritto: “Non mi troverete per cinque giorni. Se avete bisogno, ecco il mio numero”.

Racconta dei momenti di imbarazzo nel chiamare i suoi amici “quasi avessi paura di disturbare”. Ma anche di quelli positivi: più tempo per lo studio e per le passioni.  I maggiori momenti di difficoltà? “Quando tutti i tuoi amici tirano fuori il cellulare e tu non sai cosa fare, rimani lì immobile a guardarli”. E poi …

E’ dura la sera, prima di andare a letto. Niente foto da commentare o guardare, fissi il soffitto e ti senti sola …

Ma alla fine ce l’ha fatta: “Sono qua sana come un pesce. E ho pure letto un libro”. Di carta, ovviamente!

E chi si è arreso?

Alcuni hanno gettato la spugna già dal primo giorno. Hanno raccontato di essersi sentiti “esclusi dal mondo”. Altri al secondo o terzo giorno: il “piacere che si provava a chattare con gli amici su WhatsApp o a guardare un video” li ha fatti cadere in tentazione e connettere ancora.

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE

Continua la lettura di Astinenza social per gli studenti del Cairoli: in 8 ce l’hanno fatta su Giornale di Pavia.

]]>
https://giornaledipavia.it/attualita/astinenza-social-per-gli-studenti-del-cairoli-in-8-ce-lhanno-fatta/feed/ 0
Evade dai domiciliari per andare dalla fidanzata, arrestato spacciatore marocchino https://giornaledipavia.it/cronaca/evade-dai-domiciliari-per-andare-dalla-fidanzata-arrestato-spacciatore-marocchino/ Sat, 16 Feb 2019 11:15:36 +0000 https://giornaledipavia.it/?p=17491 Controlli antidroga nel pomeriggio di ieri, venerdì 15 febbraio 2019. Arrestato un marocchino di 20 anni. Controlli antidroga I Carabinieri di Sant’Angelo Lodigiano ieri pomeriggio, venerdì 15 febbraio 2019, hanno dato corso ad un servizio finalizzato al contrasto dello spaccio di stupefacenti, con la collaborazione della sezione radiomobile del N.O.R.. Nel corso del servizio è […]

Continua la lettura di Evade dai domiciliari per andare dalla fidanzata, arrestato spacciatore marocchino su Giornale di Pavia.

]]>
Controlli antidroga nel pomeriggio di ieri, venerdì 15 febbraio 2019. Arrestato un marocchino di 20 anni.

Controlli antidroga

I Carabinieri di Sant’Angelo Lodigiano ieri pomeriggio, venerdì 15 febbraio 2019, hanno dato corso ad un servizio finalizzato al contrasto dello spaccio di stupefacenti, con la collaborazione della sezione radiomobile del N.O.R.. Nel corso del servizio è stato arrestato A.L., marocchino del 1999, pregiudicato, che sebbene sottoposto alla detenzione domiciliare nella residenza di Torre d’Arese (PV), è stato individuato in un’abitazione di Sant’Angelo, nei pressi dei Vigili del fuoco.

La cocaina

I carabinieri sono riusciti ad entrare all’interno dell’abitazione. Lo straniero ha consegnato spontaneamente circa 60 grammi di cocaina, che ha prelevato da diversi cassetti dei mobili della cucina. I militari hanno comunque proceduto alla perquisizione domiciliare, trovando un bilancino di precisione e numerosi telefoni cellulari e schede sim, evidentemente utilizzati per l’attività di spaccio.

Arrestato

Da ulteriori accertamenti è emerso che il marocchino era evaso dall’abitazione la notte per andare dalla compagna, ovvero l’abitazione dove è stato reperito. Al termine delle verifiche è stato quindi arrestato nella flagranza del reato di evasione dai domiciliari e detenzione ai fini di spaccio di cocaina.

Continua la lettura di Evade dai domiciliari per andare dalla fidanzata, arrestato spacciatore marocchino su Giornale di Pavia.

]]>
Un po’ di Netweek fra le migliori fotografie del 2018 in mostra a Malpensa https://giornaledipavia.it/cultura-e-turismo/un-po-di-netweek-fra-le-migliori-fotografie-del-2018-in-mostra-a-malpensa/ https://giornaledipavia.it/cultura-e-turismo/un-po-di-netweek-fra-le-migliori-fotografie-del-2018-in-mostra-a-malpensa/#respond Sat, 16 Feb 2019 11:23:03 +0000 https://giornaledipavia.it/?p=17489 Le migliori fotografie dell’anno 2018: “Dalla natura all’uomo” una mostra fotografica presso il terminal 1 dell’aeroporto di Malpensa. L’inaugurazione è stata giovedì 14 febbraio, l’esposizione sarà visitabile fino al prossimo 10 maggio 2019. “Dalla natura all’uomo”: le migliori fotografie dell’anno 2018 Un anno di sfide, un meraviglioso caleidoscopio di colori, luci e intimi ritratti. È […]

Continua la lettura di Un po’ di Netweek fra le migliori fotografie del 2018 in mostra a Malpensa su Giornale di Pavia.

]]>
Le migliori fotografie dell’anno 2018: “Dalla natura all’uomo” una mostra fotografica presso il terminal 1 dell’aeroporto di Malpensa. L’inaugurazione è stata giovedì 14 febbraio, l’esposizione sarà visitabile fino al prossimo 10 maggio 2019.

“Dalla natura all’uomo”: le migliori fotografie dell’anno 2018

Un anno di sfide, un meraviglioso caleidoscopio di colori, luci e intimi ritratti. È un’iniziativa curata da IL FOTOGRAFO, che punta ad aumentare la fruizione dell’immagine facendo vivere, anche in aeroporto, la fotografia come un’avventura culturale.

La mostra “Dalla natura all’uomo” sarà visitabile fino al prossimo 10 maggio presso il Terminal 1 dell’aeroporto di Milano Malpensa, piano -1 – Parking P3, nello spazio di Photo Square.

Scatto di Giancarlo Favaro

Anche un po’ di Netweek in mostra

Fra gli scatti in mostra, anche una spettacolare inquadratura a firma di Giancarlo Favaro, da anni nello staff del nostro gruppo editoriale Netweek e appassionato in particolare di fotografia sportiva, che in questo caso ha letteralmente “congelato” un’azione di rugby con tanto di goccioline di pioggia in sospensione.

Continua la lettura di Un po’ di Netweek fra le migliori fotografie del 2018 in mostra a Malpensa su Giornale di Pavia.

]]>
https://giornaledipavia.it/cultura-e-turismo/un-po-di-netweek-fra-le-migliori-fotografie-del-2018-in-mostra-a-malpensa/feed/ 0
Firmati i decreti di statizzazione degli istituti musicali, Galazzo: “Nuove risorse per la cultura” https://giornaledipavia.it/attualita/firmati-i-decreti-di-statizzazione-degli-istituti-musicali-galazzo-nuove-risorse-per-la-cultura/ https://giornaledipavia.it/attualita/firmati-i-decreti-di-statizzazione-degli-istituti-musicali-galazzo-nuove-risorse-per-la-cultura/#respond Sat, 16 Feb 2019 07:21:14 +0000 https://giornaledipavia.it/?p=17479 Firmati i decreti di statizzazione degli istituti musicali, Assessore Galazzo: “Gli enti locali avranno nuove risorse per la cultura”. A Pavia coinvolto l’Istituto Superiore di Studi Musicali Franco Vittadini. Firmati i decreti di statizzazione degli istituti musicali, Galazzo: “Nuove risorse per la cultura” A margine di un incontro con una delegazione di sindaci dell’Anci il […]

Continua la lettura di Firmati i decreti di statizzazione degli istituti musicali, Galazzo: “Nuove risorse per la cultura” su Giornale di Pavia.

]]>
Firmati i decreti di statizzazione degli istituti musicali, Assessore Galazzo: “Gli enti locali avranno nuove risorse per la cultura”. A Pavia coinvolto l’Istituto Superiore di Studi Musicali Franco Vittadini.

Firmati i decreti di statizzazione degli istituti musicali, Galazzo: “Nuove risorse per la cultura”

A margine di un incontro con una delegazione di sindaci dell’Anci il ministro per l’Economia, Giovanni Tria, ha dichiarato che sono stati firmati i due decreti che stanziano le risorse e stabiliscono i criteri per la statizzazione delle Accademie di belle arti non statali e degli Istituti superiori di studi musicali non statali.

La notizia coinvolge anche l’Istituto Superiore di Studi Musicali Franco Vittadini di Pavia e segna così ufficialmente l’inizio di un processo che porterà alla trasformazione in ente statale e  pertanto a un graduale  inquadramento  nei  ruoli  dello  Stato del personale docente e non docente.

Galazzo: “Una notizia importante”

Spiega l’assessore alla Cultura del Comune di Pavia Giacomo Galazzo: “La conferma della firma dei decreti ministeriali che avvieranno il percorso della statizzazione degli istituti musicali pareggiati, attualmente all’attenzione degli organi di controllo, è davvero una notizia molto importante. Si apre infatti il percorso che porterà prestigiosi istituti italiani a una maggiore e necessaria stabilità e ad un più corretto riparto di competenze tra Stato e Comuni. Questo sarà importante anche per gli enti locali, che con l’aumento dell’impegno statale potranno investire nuove risorse sulle tante partite che dovranno affrontare.

In questi anni il Comune di Pavia ha fatto grandi sforzi per sostenere l’Istituto Vittadini in vista di questo traguardo, anche quando la strada sembrava più in salita. Faremo insieme anche l’ultimo pezzo di strada convinti che è stato giusto agire per salvaguardare una eccellenza culturale del nostro territorio, con i suoi studenti e i suoi lavoratori. Pavia è felice di essere stata protagonista di questa discussione. Non ce l’avremmo fatta, però, senza l’insostituibile lavoro di raccordo di Anci che ringraziamo di cuore”.

LEGGI ANCHE: Week end primaverile con qualche foschia nella Bassa PREVISIONI METEO

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE

Continua la lettura di Firmati i decreti di statizzazione degli istituti musicali, Galazzo: “Nuove risorse per la cultura” su Giornale di Pavia.

]]>
https://giornaledipavia.it/attualita/firmati-i-decreti-di-statizzazione-degli-istituti-musicali-galazzo-nuove-risorse-per-la-cultura/feed/ 0
Biotossina nelle cozze: Coop ritira tre lotti dai suoi supermercati https://giornaledipavia.it/attualita/biotossina-nelle-cozze-coop-ritira-tre-lotti-dai-suoi-supermercati/ Sat, 16 Feb 2019 09:13:21 +0000 https://giornaledipavia.it/?p=17485 Un’alga all’interno del prodotto ha sviluppato una biotossina indesiderata. Per questo Coop ha ritirato dai propri supermercati tre diversi lotti di cozze. Biotossina prodotta dalle alghe La catena di supermercati COOP ha diffuso il richiamo di tre lotti di cozze (MYTILUS GALLOPROVINCIALIS) a marchio Lepore Mare per la presenza di biotossina prodotta dalle alghe. Tre […]

Continua la lettura di Biotossina nelle cozze: Coop ritira tre lotti dai suoi supermercati su Giornale di Pavia.

]]>
Un’alga all’interno del prodotto ha sviluppato una biotossina indesiderata. Per questo Coop ha ritirato dai propri supermercati tre diversi lotti di cozze.

Biotossina prodotta dalle alghe

La catena di supermercati COOP ha diffuso il richiamo di tre lotti di cozze (MYTILUS GALLOPROVINCIALIS) a marchio Lepore Mare per la presenza di biotossina prodotta dalle alghe.

Tre lotti ritirati da Coop

Il richiamo riguarda esclusivamente i lotti con scadenza 07-02-19, 04-02-19 e 31-01-19. Entrambi i prodotti impacchettati nello stabilimento di Siracusa dell’azienda LEPORE MARE in via La Maddalena, 19, sono venduti in confezioni in rete da 1 kg.

Riportate al punto vendita

I consumatori in possesso dei prodotti coinvolti dal richiamo, evidenzia Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, possono riportarli nel punto vendita che provvederà al rimborso.

Continua la lettura di Biotossina nelle cozze: Coop ritira tre lotti dai suoi supermercati su Giornale di Pavia.

]]>
Esce di strada con l’auto, soccorso 59enne SIRENE DI NOTTE https://giornaledipavia.it/cronaca/esce-di-strada-con-lauto-soccorso-59enne-sirene-di-notte/ https://giornaledipavia.it/cronaca/esce-di-strada-con-lauto-soccorso-59enne-sirene-di-notte/#respond Sat, 16 Feb 2019 07:02:11 +0000 https://giornaledipavia.it/?p=17475 Esce di strada con l’auto: soccorso poco dopo le 23 di ieri sera un uomo di 59 anni lungo la Strada Provinciale 2 nel territorio comunale di Vidigulfo. Esce di strada con l’auto Incidente stradale lungo la Strada Provinciale 2 nel territorio comunale di Vidigulfo. Un uomo di 59 anni, alla guida della sua auto, […]

Continua la lettura di Esce di strada con l’auto, soccorso 59enne SIRENE DI NOTTE su Giornale di Pavia.

]]>
Esce di strada con l’auto: soccorso poco dopo le 23 di ieri sera un uomo di 59 anni lungo la Strada Provinciale 2 nel territorio comunale di Vidigulfo.

Esce di strada con l’auto

Incidente stradale lungo la Strada Provinciale 2 nel territorio comunale di Vidigulfo. Un uomo di 59 anni, alla guida della sua auto, per cause ancora da accertare, ha perso il controllo del mezzo che è uscito di strada. La chiamata alla centrale operativa del 118 è arrivata alle 23.13 e sul posto  è stata mandata un’ambulanza. Allertati anche i Vigili del Fuoco e la Polstrada. Il coinvolto, dopo i primi accertamenti sul posto è stato trasferito in codice giallo al pronto soccorso del San Matteo. Per lui condizioni di media criticità.

LEGGI ANCHE: Auto si ribalta in via Folperti, grave una 80enne

Rissa

Intorno all’1 di notte segnalata anche una rissa a Vigevano in via Cairoli. Coinvolto un uomo (di cui non è stata specificata l’età) che è stato soccorso e trasportato al Civile con contusioni di media entità. Sul posto anche la locale compagnia dei Carabinieri per cercare di far luce su quanto accaduto.

LEGGI ANCHE: Lite tra vicine di casa per futili motivi… e spunta un coltello

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE

Continua la lettura di Esce di strada con l’auto, soccorso 59enne SIRENE DI NOTTE su Giornale di Pavia.

]]>
https://giornaledipavia.it/cronaca/esce-di-strada-con-lauto-soccorso-59enne-sirene-di-notte/feed/ 0
Auto si ribalta in via Folperti, grave una 80enne https://giornaledipavia.it/cronaca/auto-si-ribalta-in-via-folperti-grave-una-80enne/ https://giornaledipavia.it/cronaca/auto-si-ribalta-in-via-folperti-grave-una-80enne/#respond Fri, 15 Feb 2019 20:23:00 +0000 https://giornaledipavia.it/?p=17471 Auto si ribalta in via Folperti a Pavia, una donna di 80 anni soccorsa e trasportata al San Matteo. Il sinistro si è verificato nel pomeriggio di oggi, attorno alle 17.30. Auto si ribalta in via Folperti Una donna di 80 anni è rimasta ferita in modo abbastanza serio nel pomeriggio di oggi a seguito […]

Continua la lettura di Auto si ribalta in via Folperti, grave una 80enne su Giornale di Pavia.

]]>
Auto si ribalta in via Folperti a Pavia, una donna di 80 anni soccorsa e trasportata al San Matteo. Il sinistro si è verificato nel pomeriggio di oggi, attorno alle 17.30.

Auto si ribalta in via Folperti

Una donna di 80 anni è rimasta ferita in modo abbastanza serio nel pomeriggio di oggi a seguito di un incidente stradale. Il sinistro è avvenuto alle 17.30 in via Folperti a Pavia. Per cause ancora da accertare, la donna alla guida di una utilitaria, ha prima urtato un’altra vettura per poi andare a ribaltarsi sulla sede stradale.

LEGGI ANCHE: Lite tra vicine di casa per futili motivi… e spunta un coltello

Trasportata al Policlinico

L’impatto è stato molto violento tanto che i soccorsi sono stati allertati in codice rosso. Sul posto sono intervenuti i sanitari del 118, con un’ambulanza e un’automedica. L’anziana donna è stata portata al Policlinico San Matteo in codice giallo, le sue condizioni sono giudicate abbastanza serie. I rilievi sono stati effettuati dalla Polizia Locale.

LEGGI ANCHE: Rapinatori senza scrupoli, vittima colpita al volto e al capo

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE CONDIZIONI

Continua la lettura di Auto si ribalta in via Folperti, grave una 80enne su Giornale di Pavia.

]]>
https://giornaledipavia.it/cronaca/auto-si-ribalta-in-via-folperti-grave-una-80enne/feed/ 0
Lite tra vicine di casa per futili motivi… e spunta un coltello https://giornaledipavia.it/cronaca/lite-tra-vicine-di-casa-per-futili-motivi-e-spunta-un-coltello/ https://giornaledipavia.it/cronaca/lite-tra-vicine-di-casa-per-futili-motivi-e-spunta-un-coltello/#respond Fri, 15 Feb 2019 17:52:02 +0000 https://giornaledipavia.it/?p=17466 Lite tra vicine di casa per futili motivi: una donna ferita da un coltello da cucina e un’altra che finisce in manette. E’ successo ad Abbiategrasso. LEGGI ANCHE: Rapinatori senza scrupoli, vittima colpita al volto e al capo Lite tra vicine di casa per futili motivi Una donna ferita e una arrestata: è questo il bilancio […]

Continua la lettura di Lite tra vicine di casa per futili motivi… e spunta un coltello su Giornale di Pavia.

]]>
Lite tra vicine di casa per futili motivi: una donna ferita da un coltello da cucina e un’altra che finisce in manette. E’ successo ad Abbiategrasso.

LEGGI ANCHE: Rapinatori senza scrupoli, vittima colpita al volto e al capo

Lite tra vicine di casa per futili motivi

Una donna ferita e una arrestata: è questo il bilancio di una lite scoppiata in un palazzo di via Menotti ad Abbiategrasso. Protagoniste del diverbio, due vicine di casa. Un banale alterco scoppiato per futili motivi, ma poi degenerato. Una delle due litiganti infatti, ad un certo punto, ha afferrato un coltello da cucina e in preda alla rabbia ha ferito la vicina di casa.

LEGGI ANCHE: Rubano recinzione di cascina abbandonata, scoperti e denunciati

Una al pronto soccorso l’altra arrestata

I carabinieri, allertati, si sono immediatamente portati sul posto e, sono riusciti a bloccare la donna che impugnava il coltello. La donna ferita è stata portata al pronto soccorso con escoriazioni, fortunatamente, non gravi. Qui è stata medicata e dimessa. La donna che ha aggredito, a questo punto, è stata arrestata. Prima è stata accompagnata in caserma per le formalità di rito, è successivamente trasferita al Tribunale di Pavia per il rito direttissimo.

LEGGI ANCHE: Rapina farmacia armato di pistola, poi fugge in scooter

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE

Continua la lettura di Lite tra vicine di casa per futili motivi… e spunta un coltello su Giornale di Pavia.

]]>
https://giornaledipavia.it/cronaca/lite-tra-vicine-di-casa-per-futili-motivi-e-spunta-un-coltello/feed/ 0
Rapina farmacia armato di pistola, poi fugge in scooter https://giornaledipavia.it/cronaca/rapina-farmacia-armato-di-pistola-poi-fugge-in-scooter/ https://giornaledipavia.it/cronaca/rapina-farmacia-armato-di-pistola-poi-fugge-in-scooter/#respond Fri, 15 Feb 2019 17:30:11 +0000 https://giornaledipavia.it/?p=17464 Sotto la minaccia dell’arma si è fatto consegnare l’incasso dalla farmacista: bottino di 300 euro. Rapina farmacia armato di pistola Un bandito armato di pistola ha rapinato la farmacia di Giussago, situata in via Roma. L’uomo, con il volto semi coperto da una sciarpa, ha minacciato la farmacista e si è fatto consegnare l’incasso. Una […]

Continua la lettura di Rapina farmacia armato di pistola, poi fugge in scooter su Giornale di Pavia.

]]>
Sotto la minaccia dell’arma si è fatto consegnare l’incasso dalla farmacista: bottino di 300 euro.

Rapina farmacia armato di pistola

Un bandito armato di pistola ha rapinato la farmacia di Giussago, situata in via Roma. L’uomo, con il volto semi coperto da una sciarpa, ha minacciato la farmacista e si è fatto consegnare l’incasso. Una volta arraffato il bottino si è allontanato a bordo di uno scooter.

La sciarpa sul volto

I fatti risalgono a ieri pomeriggio, giovedì 14 febbraio, intorno alle 16.30. Con il volto parzialmente coperto da una sciarpa, è entrato all’interno della farmacie e  ha estratto la pistola. Non ha detto una parola, l’ha solo puntata verso la farmacista che, di fronte alla minaccia non ha reagito.

La fuga

Il rapinatore, è poi velocemente fuggito a bordo di uno scooter, con un bottino di circa 300 euro. Sul posto sono intervenute alcune pattuglie dei carabinieri della compagnia di Pavia che hanno avviato le ricerche del malvivente, che però è riuscito a far perdere le sue tracce.

LEGGI ANCHE: Rubano recinzione di cascina abbandonata, scoperti e denunciati

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE

Continua la lettura di Rapina farmacia armato di pistola, poi fugge in scooter su Giornale di Pavia.

]]>
https://giornaledipavia.it/cronaca/rapina-farmacia-armato-di-pistola-poi-fugge-in-scooter/feed/ 0
Rubano recinzione di cascina abbandonata, scoperti e denunciati https://giornaledipavia.it/cronaca/rubano-recinzione-di-cascina-abbandonata-scoperti-e-denunciati/ https://giornaledipavia.it/cronaca/rubano-recinzione-di-cascina-abbandonata-scoperti-e-denunciati/#respond Fri, 15 Feb 2019 16:58:29 +0000 https://giornaledipavia.it/?p=17462 Rubano recinzione di cascina abbandonata: denunciati due pregiudicati nullafacenti di 60 e 50 anni. Denunciati per furto aggravato Ieri 14 febbraio 2019, i Carabinieri della Stazione di Zeme Lomellina hanno denunciato in stato di libertà per il reato di furto aggravato due pregiudicati nullafacenti, un sessantenne nato a Cerro Maggiore (MI) e residente a Candia […]

Continua la lettura di Rubano recinzione di cascina abbandonata, scoperti e denunciati su Giornale di Pavia.

]]>
Rubano recinzione di cascina abbandonata: denunciati due pregiudicati nullafacenti di 60 e 50 anni.

Denunciati per furto aggravato

Ieri 14 febbraio 2019, i Carabinieri della Stazione di Zeme Lomellina hanno denunciato in stato di libertà per il reato di furto aggravato due pregiudicati nullafacenti, un sessantenne nato a Cerro Maggiore (MI) e residente a Candia Lomellina (PV) e un cinquantenne nato a Milano e domiciliato anch’esso a Candia.

La recinzione rubata

I militari, durante un servizio perlustrativo predisposto per il monitoraggio dei casolari abbandonati, al fine di evitare che possano essere utilizzati come luogo per occultare refurtiva o di ritrovo di sbandati, hanno infatti sorpreso i due nell’atto di asportare parte di una recinzione di una cascina abbandonata di Zeme, già in parte dai due rimossa e caricata all’interno di un furgone.

LEGGI ANCHE: Rapinatori senza scrupoli, vittima colpita al volto e al capo

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE

Continua la lettura di Rubano recinzione di cascina abbandonata, scoperti e denunciati su Giornale di Pavia.

]]>
https://giornaledipavia.it/cronaca/rubano-recinzione-di-cascina-abbandonata-scoperti-e-denunciati/feed/ 0
Spaccia cocaina a Vigevano, finisce in manette https://giornaledipavia.it/cronaca/spaccia-cocaina-a-vigevano-finisce-in-manette/ https://giornaledipavia.it/cronaca/spaccia-cocaina-a-vigevano-finisce-in-manette/#respond Fri, 15 Feb 2019 16:24:06 +0000 https://giornaledipavia.it/?p=17454 Spaccia cocaina a Vigevano, arrestato dalla Polizia di Stato un cittadino marocchino di 37 anni. Preso grazie ad appostamenti e all’analisi dei tabulati telefonici. Spaccia cocaina a Vigevano Personale del Commissariato di Polizia di Stato di Vigevano, nel tardo pomeriggio di ieri 14 febbraio 2019, ha eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal […]

Continua la lettura di Spaccia cocaina a Vigevano, finisce in manette su Giornale di Pavia.

]]>
Spaccia cocaina a Vigevano, arrestato dalla Polizia di Stato un cittadino marocchino di 37 anni. Preso grazie ad appostamenti e all’analisi dei tabulati telefonici.

Spaccia cocaina a Vigevano

Personale del Commissariato di Polizia di Stato di Vigevano, nel tardo pomeriggio di ieri 14 febbraio 2019, ha eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal G.I.P. del Tribunale di Pavia, Fabio Lambertucci, nei confronti di E.R., nato in Marocco nel 1982.

Gli appostamenti

L’attività d’indagine, dalla quale si è poi giunti all’emissione del citato provvedimento, risale all’ottobre dello scorso anno, quando personale dell’Anticrimine del Commissariato, avendo avuto notizia che il cittadino marocchino in oggetto svolgeva un’attività di spaccio di sostanze stupefacenti in questo centro, ha effettuato una serie di appostamenti, identificando alcuni acquirenti e sequestrando una modica quantità di cocaina.

I tabulati telefonici

Dopo aver acquisito ulteriori informazioni, è stato richiesto all’Autorità Giudiziaria l’emissione di un decreto per l’acquisizione dei tabulati telefonici dell’utenza che il cittadino marocchino utilizzava per essere contattato dagli acquirenti, utenza che, al fine di vanificare qualsiasi attività d’intercettazione, veniva frequentemente sostituita.

Dall’analisi dei tabulati acquisiti si è proceduto all’identificazione di circa una ventina di acquirenti che, ascoltati, hanno confermato di aver acquistato dallo straniero, a più riprese, sostanza stupefacente del tipo cocaina.

La misura cautelare

Tenendo in considerazione i numerosi precedenti penali e di polizia, anche specifici, a carico dell’uomo, è stata presentata una comunicazione conclusiva all’Autorità Giudiziaria con richiesta di valutare un’apposita misura cautelare, emessa poi in data 9 febbraio 2019.

In considerazione del fatto che E.R. non ha una stabile dimora, è stato ricercato attivamente sul territorio cittadino anche con la collaborazione degli equipaggi della Squadra Volante. Proprio uno di questi, ieri, nel tardo pomeriggio, lo ha rintracciato mentre stava tranquillamente passeggiando per le vie del centro storico ed ha eseguito il provvedimento cautelare che ha permesso di associarlo alla Casa Circondariale di Pavia in attesa delle determinazioni dell’Autorità Giudiziaria.

LEGGI ANCHE: Rapinatori senza scrupoli, vittima colpita al volto e al capo

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE

Continua la lettura di Spaccia cocaina a Vigevano, finisce in manette su Giornale di Pavia.

]]>
https://giornaledipavia.it/cronaca/spaccia-cocaina-a-vigevano-finisce-in-manette/feed/ 0
Rapinatori senza scrupoli, vittima colpita al volto e al capo https://giornaledipavia.it/cronaca/rapinatori-senza-scrupoli-vittima-colpita-al-volto-e-al-capo/ https://giornaledipavia.it/cronaca/rapinatori-senza-scrupoli-vittima-colpita-al-volto-e-al-capo/#respond Fri, 15 Feb 2019 12:45:48 +0000 https://giornaledipavia.it/?p=17448 Rapinatori senza scrupoli: arrestati tre giovani cittadini italiani, responsabili di un’efferata rapina in abitazione ai danni di un 30enne vogherese. Rapinatori senza scrupoli: arrestati Dopo una serrata ed articolata attività investigativa condotta, con specifici servizi di osservazione controllo e pedinamento nonché di controllo del territorio, dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile, coordinati dalla Compagnia […]

Continua la lettura di Rapinatori senza scrupoli, vittima colpita al volto e al capo su Giornale di Pavia.

]]>
Rapinatori senza scrupoli: arrestati tre giovani cittadini italiani, responsabili di un’efferata rapina in abitazione ai danni di un 30enne vogherese.

Rapinatori senza scrupoli: arrestati

Dopo una serrata ed articolata attività investigativa condotta, con specifici servizi di osservazione controllo e pedinamento nonché di controllo del territorio, dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile, coordinati dalla Compagnia di Voghera, questa mattina sono stati rintracciati, individuati e tratti in arresto, a Voghera, tre giovani cittadini italiani, responsabili di un’efferata rapina in abitazione ai danni di un 30enne vogherese, consumata alla fine del mese di novembre dello scorso anno.

Le manette sono scattate per R.F. ventottenne vogherese, per M.B.R. ventunenne dell’oltrepò pavese e M.P. quarantenne lomellino, tutti senza fissa dimora e accomunati da molteplici precedenti penali per reati contro il patrimonio e lo spaccio di sostanze stupefacenti.

La rapina

I fatti risalgono alla sera del 30 novembre 2018, quando i tre complici, probabilmente per un regolamento di conti, al culmine di vecchi attriti sviluppatisi negli ambienti iriensi dello spaccio di sostanze stupefacenti, si sono introdotti con la forza nell’abitazione della vittima e dopo averla percossa ripetutamente al volto e al capo, hanno danneggiato a scopo intimidatorio mobili e suppellettili dell’appartamento, asportando poi diversi capi di vestiario, monili in oro e gioielli. Il tutto in un’abitazione del centro città, mentre la movida del venerdì sera iniziava a muovere i propri passi.

Portati in carcere

Le indagini a cura dei militari dell’Arma di Voghera, avviate nell’immediatezza e con la sensibilità dovuta al caso per la particolare categoria di vittima inclusa nelle cosiddette. “fasce deboli”, sono culminate con l’emissione di ordinanza restrittiva a cura dell’Autorità Giudiziaria di Pavia, che ha condiviso appieno l’ipotesi investigativa dei Carabinieri. Nonostante le difficoltà di ricostruire i fatti e identificarne gli autori, i Carabinieri di Voghera sono riusciti comunque ad assicurare alla giustizia i tre rapinatori, che sono stati condotti presso la Casa Circondariale di Pavia a disposizione dei magistrati. Sono ancora in corso attività investigative, sia con mezzi tecnici sia tradizionali, finalizzate a verificare se il sodalizio si sia reso responsabile di altre spedizioni punitive ai danni di giovani vogheresi coinvolti negli ambienti dello spaccio di stupefacenti.

LEGGI ANCHE: Pizzicati a rubare dalle auto parcheggiate fuori dall’oratorio, arrestati

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE

Continua la lettura di Rapinatori senza scrupoli, vittima colpita al volto e al capo su Giornale di Pavia.

]]>
https://giornaledipavia.it/cronaca/rapinatori-senza-scrupoli-vittima-colpita-al-volto-e-al-capo/feed/ 0
Treni in Lombardia, Terzi “Soppressioni diminuite e aumentata la puntualità” https://giornaledipavia.it/attualita/treni-in-lombardia-terzi-soppressioni-diminuite-e-aumentata-la-puntualita/ Fri, 15 Feb 2019 13:47:03 +0000 https://giornaledipavia.it/?p=17451 Treni in Lombardia, Terzi “Soppressioni diminuite e aumentata la puntualità”. Lo ha detto l’assessore regionale Claudia Maria Terzi ieri durante un tavolo di confronto sul servizio ferroviario lombardo. Treni in Lombardia: soppressioni diminuite Le soppressioni dei treni sono sensibilmente diminuite passando giornalmente dal 5% all’1%. Questo uno dei dati emersi dal Tavolo di confronto sul servizio […]

Continua la lettura di Treni in Lombardia, Terzi “Soppressioni diminuite e aumentata la puntualità” su Giornale di Pavia.

]]>
Treni in Lombardia, Terzi “Soppressioni diminuite e aumentata la puntualità”. Lo ha detto l’assessore regionale Claudia Maria Terzi ieri durante un tavolo di confronto sul servizio ferroviario lombardo.

Treni in Lombardia: soppressioni diminuite

Le soppressioni dei treni sono sensibilmente diminuite passando giornalmente dal 5% all’1%. Questo uno dei dati emersi dal Tavolo di confronto sul servizio ferroviario lombardo, terminato nella serata di ieri 14 febbraio e coordinato dall’assessore regionale a Infrastrutture, Trasporti e Mobilità sostenibile Claudia Maria Terzi. L’incontro è servito per fare il punto su primi risultati del cambio orario invernale.

Al tavolo erano presenti i rappresentanti dei viaggiatori eletti nell’ambito della Conferenza Tpl, i rappresentanti dei consumatori e le imprese ferroviarie operanti in Lombardia.

“Stiamo lavorando per superare una situazione emergenziale – ha spiegato Terzi – e i primi risultati del cambio orario sono positivi. Le soppressioni sono sensibilmente diminuite: dal 5% dei treni programmati giornalmente siamo scesi all’1%, riducendo l’impatto sui passeggeri coinvolti settimanalmente dalle cancellazioni, dai 132.000 della prima settimana di novembre ai 43.000 dell’ultima settimana di gennaio”

Migliora la puntualità

Migliorato, in base ai dati forniti dall’assessore regionale, anche l’indice generale di puntualità: dal 75% all’82%. Sulla S9 Saronno-Seregno-Milano-Albairate, per esempio, la puntualità è passata dal 68% all’85%, sulla Milano-Mantova dal 70% all’87%, sulla S13 Milano Bovisa-Pavia dall’80% all’87%”.

Nei prossimi giorni la presentazione del piano d’investimenti

“Questo non significa che vada tutto bene, nessuno sostiene questo. Abbiamo innescato – ha concluso Terzi – un processo di miglioramento del servizio, e questo è certificato dai dati. Attraverso Fnm, avevamo dato come obiettivo al nuovo ad di Trenord, Marco Piuri, quello di restituire maggior affidabilità al sistema in tempi brevi. Il nostro lavoro è costante, anche nell’interlocuzione con Rfi che nei prossimi giorni presenterà il piano di investimenti per la Lombardia su sollecitazione appunto della Regione”.

Continua la lettura di Treni in Lombardia, Terzi “Soppressioni diminuite e aumentata la puntualità” su Giornale di Pavia.

]]>
Pizzicati a rubare dalle auto parcheggiate fuori dall’oratorio, arrestati https://giornaledipavia.it/cronaca/pizzicati-a-rubare-dalle-auto-parcheggiate-fuori-dalloratorio-arrestati/ https://giornaledipavia.it/cronaca/pizzicati-a-rubare-dalle-auto-parcheggiate-fuori-dalloratorio-arrestati/#respond Fri, 15 Feb 2019 12:27:55 +0000 https://giornaledipavia.it/?p=17442 Pizzicati a rubare dalle auto parcheggiate fuori dall’oratorio. E’ successo a Pavia in piazza Mirabello: denunciati un uomo e una donna di Pavia, entrambi pregiudicati. Pizzicati a rubare dalle auto Militari del dipendente N.O.R. – Sezione Radiomobile, nel corso di un servizio straordinario di controllo del territorio finalizzato a prevenire il perpetrarsi di reati contro […]

Continua la lettura di Pizzicati a rubare dalle auto parcheggiate fuori dall’oratorio, arrestati su Giornale di Pavia.

]]>
Pizzicati a rubare dalle auto parcheggiate fuori dall’oratorio. E’ successo a Pavia in piazza Mirabello: denunciati un uomo e una donna di Pavia, entrambi pregiudicati.

Pizzicati a rubare dalle auto

Militari del dipendente N.O.R. – Sezione Radiomobile, nel corso di un servizio straordinario di controllo del territorio finalizzato a prevenire il perpetrarsi di reati contro il patrimonio, hanno arrestato, in flagranza di reato, due pregiudicati di Pavia, D.R., 33enne e M.R., una donna 43enne.

Sorpresi in flagranza

I due, nel pomeriggio del 13 febbraio 2019, a Pavia nei pressi del parcheggio dell’oratorio Mirabello, situato nell’omonima piazza, sono stati sorpresi da operanti ad asportare, previa effrazione di un finestrino, un portamonete da un’autovettura Dacia Duster, di proprietà di un 69enne pavese.

Nella circostanza, la refurtiva è stata restituita all’avente diritto e gli arrestati, terminati gli atti di rito, sono stati trattenuti presso le camere di sicurezza di questo comando, sino al rito direttissimo, svoltosi nel corso della mattinata di ieri.

LEGGI ANCHE: Rapinatori senza scrupoli, vittima colpita al volto e al capo

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE

Continua la lettura di Pizzicati a rubare dalle auto parcheggiate fuori dall’oratorio, arrestati su Giornale di Pavia.

]]>
https://giornaledipavia.it/cronaca/pizzicati-a-rubare-dalle-auto-parcheggiate-fuori-dalloratorio-arrestati/feed/ 0
Decreto Pillon a Varese, protesta del Pd: “Progetto pericoloso” https://giornaledipavia.it/politica/decreto-pillon-a-varese-protesta-del-pd-progetto-pericoloso/ Fri, 15 Feb 2019 12:29:50 +0000 https://giornaledipavia.it/?p=17445 Stasera il senatore leghista padre del decreto Pillon sarà ospite a Varese. Alessandro Alfieri (Pd): “Sessista, classista e pericoloso”. Decreto Pillon, protesta a Varese Tornano in piazza gli oppositori al decreto Pillon, il progetto di legge che mira a riformare le norme per l’affidamento dei minori figli di genitori separati. Lo faranno stasera, a Varese, […]

Continua la lettura di Decreto Pillon a Varese, protesta del Pd: “Progetto pericoloso” su Giornale di Pavia.

]]>
Stasera il senatore leghista padre del decreto Pillon sarà ospite a Varese. Alessandro Alfieri (Pd): “Sessista, classista e pericoloso”.

Decreto Pillon, protesta a Varese

Tornano in piazza gli oppositori al decreto Pillon, il progetto di legge che mira a riformare le norme per l’affidamento dei minori figli di genitori separati. Lo faranno stasera, a Varese, dove il parlamentare leghista Simone Pillon (fondatore del Family day e già famoso per la sua lotta contro la “stregoneria insegnata nelle scuole”)  sarà ospite a un convegno organizzato da Orizzone Ideale al collegio De Filippi. Alla manifestazione di protesta che anticiperà la serata parteciperà anche il Partito Democratico.

LEGGI ANCHE: No Pillon: in piazza anche il Pd di Parabiago

“Fuori dal tempo, colpirà soprattutto i bambini”

“Il disegno di legge Pillon è fuori dal tempo e rischia di colpire soprattutto i bambini. Per questo, in Senato, siamo al lavoro per farlo ritirare»”. A parlare è il senatore Pd Alessandro Alfieri, senatore Pd, annunciando l’adesione del partito alla manifestazione di stasera. “Il testo del senatore leghista non è solo sessista e classista – spiega Alfieri -, è pericoloso. Dietro la facciata della parità genitoriale, ma solo a parole, c’è il rischio concreto di un ritorno al passato. Verrebbe messo in discussione il diritto alla separazione soprattutto per quelle donne economicamente più deboli o che subiscono violenza. Se il percorso legislativo dovesse andare avanti, verranno penalizzate le mamme, ma soprattutto i bambini. Per questo, con i colleghi del Pd, in Senato ci stiamo battendo per contrastarlo e fermare la discussione. In questa battaglia siamo al fianco delle tante persone e associazioni che sono già scese in piazza e che lo stanno facendo anche in questi giorni”.

LEGGI ANCHE: Donne, sindacati e società civile contro il Decreto Pillon. Manifestazioni in tutta Italia

Continua la lettura di Decreto Pillon a Varese, protesta del Pd: “Progetto pericoloso” su Giornale di Pavia.

]]>
Eurodeputato leghista Ciocca a Lodi: cittadini invitati all’incontro https://giornaledipavia.it/politica/eurodeputato-leghista-ciocca-a-lodi-cittadini-invitati-allincontro/ Fri, 15 Feb 2019 11:04:14 +0000 https://giornaledipavia.it/?p=17434 Eurodeputato leghista Angelo Ciocca in visita a Lodi. LEGGI ANCHE: Il leghista Ciocca: «Occorre tutelare maggiormente il Made in Italy» Ciocca a Lodi La sezione della Lega di Lodi, invita la cittadinanza a partecipare all’incontro pubblico con l’Eurodeputato pavese Angelo Ciocca. Si parlerà di prospettive e progetti futuri in vista delle prossime elezioni europee di maggio. […]

Continua la lettura di Eurodeputato leghista Ciocca a Lodi: cittadini invitati all’incontro su Giornale di Pavia.

]]>
Eurodeputato leghista Angelo Ciocca in visita a Lodi.

LEGGI ANCHE: Il leghista Ciocca: «Occorre tutelare maggiormente il Made in Italy»

Ciocca a Lodi

La sezione della Lega di Lodi, invita la cittadinanza a partecipare all’incontro pubblico con l’Eurodeputato pavese Angelo Ciocca. Si parlerà di prospettive e progetti futuri in vista delle prossime elezioni europee di maggio. Un dialogo a tu per tu con uno dei rappresentati più attivi del parlamento europeo, eletti sul territorio lombardo. L’evento si terrà lunedì 18 Febbraio alle ore 21.00 nella sede della Lega di Lodi in via Borgo Adda 87.

LEGGI ANCHE: Morta in piscina, ecco cosa sarebbe accaduto secondo la procura

Continua la lettura di Eurodeputato leghista Ciocca a Lodi: cittadini invitati all’incontro su Giornale di Pavia.

]]>
Condizioni stabili per Umberto Bossi: il bollettino medico https://giornaledipavia.it/cronaca/condizioni-stabili-per-umberto-bossi-il-bollettino-medico/ Fri, 15 Feb 2019 12:05:38 +0000 https://giornaledipavia.it/?p=17439 Umberto Bossi: emesso il bollettino medico dopo il ricovero nella Rianimazione dell’Ospedale di Circolo. Il fondatore della Lega ha accusato un malore nel pomeriggio di ieri. Condizioni stabili per Umberto Bossi Umberto Bossi, dalla serata di ieri, si trova ricoverato in Rianimazione all’ospedale di Varese, dopo aver accusato un malore nella sua abitazione di Gemonio, […]

Continua la lettura di Condizioni stabili per Umberto Bossi: il bollettino medico su Giornale di Pavia.

]]>
Umberto Bossi: emesso il bollettino medico dopo il ricovero nella Rianimazione dell’Ospedale di Circolo. Il fondatore della Lega ha accusato un malore nel pomeriggio di ieri.

Condizioni stabili per Umberto Bossi

Umberto Bossi, dalla serata di ieri, si trova ricoverato in Rianimazione all’ospedale di Varese, dopo aver accusato un malore nella sua abitazione di Gemonio, in provincia di Varese. Il fondatore della Lega Nord, è stato trasportato d’urgenza in elisoccorso all’ospedale di Circolo. Oggi alle 12 è stato emesso il primo bollettino medico in merito alle sue condizioni di salute:

Dopo gli accertamenti condotti in Pronto Soccorso, da ieri sera Umberto Bossi è ricoverato nella Rianimazione dell’Ospedale di Circolo. 

Il paziente, monitorato costantemente, è stabile e reattivo.

Sono comunque in programma ulteriori accertamenti diagnostici di tipo neurologico per completare l’indagine.

Nella giornata di domani, sabato 16 febbraio, sempre alle ore 12 verrà emesso un nuovo bollettino medico.

Continua la lettura di Condizioni stabili per Umberto Bossi: il bollettino medico su Giornale di Pavia.

]]>
Il Servizio di Immunoematologia e Medicina Trasfusionale del San Matteo su “Nature Medicine” https://giornaledipavia.it/attualita/il-servizio-di-immunoematologia-e-medicina-trasfusionale-del-san-matteo-su-nature-medicine/ https://giornaledipavia.it/attualita/il-servizio-di-immunoematologia-e-medicina-trasfusionale-del-san-matteo-su-nature-medicine/#respond Fri, 15 Feb 2019 10:01:55 +0000 https://giornaledipavia.it/?p=17424 San Matteo: su “Nature Medicine”, una delle più prestigiose e autorevoli riviste mediche al mondo, un importante articolo a cui ha collaborato il SIMT (Servizio di Immunoematologia e Medicina Trasfusionale). San Matteo: il SIMT su “Nature Medicine” Importante articolo su uno delle più prestigiose e autorevoli riviste mediche al mondo, “Nature Medicine”, a cui ha […]

Continua la lettura di Il Servizio di Immunoematologia e Medicina Trasfusionale del San Matteo su “Nature Medicine” su Giornale di Pavia.

]]>
San Matteo: su “Nature Medicine”, una delle più prestigiose e autorevoli riviste mediche al mondo, un importante articolo a cui ha collaborato il SIMT (Servizio di Immunoematologia e Medicina Trasfusionale).

San Matteo: il SIMT su “Nature Medicine”

Importante articolo su uno delle più prestigiose e autorevoli riviste mediche al mondo, “Nature Medicine”, a cui ha collaborato il Servizio di Immunoematologia e Medicina Trasfusionale del San Matteo, Direttore Cesare Perotti.

La pubblicazione riguarda la talassemia, una patologia del sangue molto diffusa nel bacino del Mediterraneo, nel medio oriente e nei paesi africani (con milioni di pazienti), con un forte impatto sulla vita media dei soggetti colpiti e con notevoli costi economici. Si trasmette geneticamente, con una produzione anomala e difettosa di emoglobina il cui esito è una grave anemia. I malati necessitano di continue trasfusioni, con possibili danni d’organo (al cuore e al fegato). L’articolo, in particolare, si concentra sulla Beta Talassemia, una sua seria variante.

La talassemia

Come intervenire terapeuticamente, limitando le trasfusioni? “Con il trapianto allogenico di cellule staminali che tuttavia – racconta Perotti – prevede donatori compatibili e che può implicare effetti collaterali anche letali. C’è poi una moderna opzione terapeutica che amplia la possibilità curativa alla totalità dei malati: la terapia genica che corregge il difetto genetico con l’inserimento, nella cellula malata, del gene sano”

“La riduzione netta del fabbisogno trasfusionale per i pazienti adulti e il raggiungimento della indipendenza dalla trasfusione per i pazienti pediatrici, ad un anno di distanza dal trapianto con cellule staminali autologhe modificate geneticamente – continua lo specialista – testimoniano il successo di questo nuovo approccio terapeutico. Ebbene, proprio i brillanti risultati conseguiti hanno meritato la pubblicazione su Nature Medicine”.

Le cellule staminali

Il fatto è che il Servizio di Immunoematologia del Policlinico, da sempre in prima linea nello sviluppare e partecipare ai protocolli innovativi sulla raccolta e manipolazione delle cellule staminali, è stato ed è partner decisivo in questo percorso terapeutico, raccogliendo, in grande purezza, cellule staminali da paziente pediatrico e disponendo poi l’inserimento in esse del gene correttamente funzionante.

I dati degli ultimi anni

Il risultato di questa collaborazione con istituti importanti come il San Raffaele di Milano e la NHS Foundation Trust di Londra, ha portato, nell’ultimo anno, alla cura di 3 adulti e sei bambini affetti dalla forma più grave di Beta Talassemia e per i quali esisteva un serio pericolo di vita. Il settore di aferesi terapeutica del SIMT è stato in grado di eseguire con successo e senza incidente alcuno, la delicata fase di raccolta delle cellule staminali nei piccoli pazienti (spesso di peso molto ridotto, tra i 10 e i 15 kg), garantendo un prodotto ottimale per il successivo passaggio dell’inserimento genico.

“Nell’immediato futuro il SIMT del San Matteo – spiega ancora il Direttore – si troverà impegnato, sempre in collaborazione con partner sia italiani che esteri, nell’applicare questa tecnologia di cura in pazienti affetti da anemia falciforme che è un’altra gravissima patologia dei globuli rossi geneticamente tramessa e che affligge milioni di persone nel mondo”.

LEGGI ANCHE: Influenza nel Pavese, al San Matteo pazienti in rianimazione

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE

Continua la lettura di Il Servizio di Immunoematologia e Medicina Trasfusionale del San Matteo su “Nature Medicine” su Giornale di Pavia.

]]>
https://giornaledipavia.it/attualita/il-servizio-di-immunoematologia-e-medicina-trasfusionale-del-san-matteo-su-nature-medicine/feed/ 0
Romano o Ambrosiano: quando è Carnevale 2019 | Le date https://giornaledipavia.it/cultura-e-turismo/romano-o-ambrosiano-quando-e-carnevale-2019-le-date/ https://giornaledipavia.it/cultura-e-turismo/romano-o-ambrosiano-quando-e-carnevale-2019-le-date/#respond Fri, 15 Feb 2019 10:27:33 +0000 https://giornaledipavia.it/?p=17430 E’ (quasi) tempo di Carnevale. Archiviato Sanremo, gli italiani sono già pronti a individuare sul calendario il prossimo evento nazionale, prima di cominciare a pensare alla Pasqua. Anche in Lombardia, seppur divisi fra Romano o Ambrosiano, non tutti hanno ancora memorizzato quando è Carnevale 2019: le date (e il perché) ve le diciamo noi. Le date: perché cambiano […]

Continua la lettura di Romano o Ambrosiano: quando è Carnevale 2019 | Le date su Giornale di Pavia.

]]>
E’ (quasi) tempo di Carnevale. Archiviato Sanremo, gli italiani sono già pronti a individuare sul calendario il prossimo evento nazionale, prima di cominciare a pensare alla Pasqua. Anche in Lombardia, seppur divisi fra Romano o Ambrosiano, non tutti hanno ancora memorizzato quando è Carnevale 2019: le date (e il perché) ve le diciamo noi.

Le date: perché cambiano tutti gli anni?

Perché tutto dipende “a cascata” dalla Pasqua, che cade sempre la domenica dopo il primo plenilunio di primavera e può variare lungo un periodo compreso fra il 22 marzo e il 25 aprile. Pasqua 2019 sarà domenica 21 aprile.

Ci siamo quasi: in pratica, le cinque settimane che precedono la settimana della Pasqua sono la “Quaresima“, quella prima ancora è proprio la settimana di Carnevale “canonica”.

Le date del Carnevale “Romano”

Quindi: Carnevale inizierà giovedì 28 febbraio (il cosiddetto Giovedì grasso) e si concluderà martedì 5 marzo 2019 (il cosiddetto Martedì grasso), mentre da mercoledì 6 marzo 2019 (Mercoledì delle Ceneri) inizierà la Quaresima.

Tutto ciò però vale per tutto il resto d’Italia, fatta eccezione per Milano e per le parrocchie che seguono il rito cosiddetto “Ambrosiano” (è infatti definito rito “Romano” il Carnevale seguito da tutti gli altri).

Le date del Carnevale Ambrosiano

Leggenda vuole (ma ve ne sono diverse, a dir la verità) che nel Medioevo i milanesi abbiano atteso per festeggiare il Carnevale il loro vescovo, Sant’Ambrogio, che rientrava in città in ritardo per un pellegrinaggio, dando il La alla tradizione.

Il Carnevale Ambrosiano infatti dura qualche giorno in più, esattamente finisce il cosiddetto Sabato grasso (tre giorni dopo il Mercoledì delle Ceneri), che quest’anno sarà sabato 9 marzo 2019.

Le vacanze scolastiche in Piemonte e Lombardia

Lombardiavenerdì 8 e sabato 9 marzo 2019 (rito Ambrosiano) oppure lunedì 4 e martedì 5 marzo 2019 (rito Romano).

Piemonteda sabato 2 a mercoledì 6 marzo 2019.

I Carnevali più famosi

Che dire, nell’immaginario collettivo le maschere di Venezia sono un’icona eterna (dal 23 febbraio al 5 marzo), ma non sono da meno i carri giganti di Viareggio (dal 9 febbraio al 5 marzo) e anche la particolarissima “battaglia delle arance” del Carnevale di Ivrea (dal 17 febbraio al 5 marzo 2019).

IL CARNEVALE DI VENEZIA DA VERONASETTEGIORNI.IT:

IL CARNEVALE DI VIAREGGIO DA FIRENZESETTEGIORNI.IT:

IL CARNEVALE DI IVREA DA ILCANAVESE.IT:

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE

Continua la lettura di Romano o Ambrosiano: quando è Carnevale 2019 | Le date su Giornale di Pavia.

]]>
https://giornaledipavia.it/cultura-e-turismo/romano-o-ambrosiano-quando-e-carnevale-2019-le-date/feed/ 0
Previsioni meteo: week end primaverile con qualche foschia nella Bassa https://giornaledipavia.it/attualita/previsioni-meteo-week-end-primaverile-con-qualche-foschia-nella-bassa/ Fri, 15 Feb 2019 10:15:35 +0000 https://giornaledipavia.it/?p=17427 Sarà un weekend primaverile con tanto sole (e tanto smog). Fine settimana di bel tempo in Lombardia, ma purtroppo dovremo fare i conti con l’inquinamento. Sarà un weekend primaverile Toccheremo i 15 gradi di massima nel fine settimana in Lombardia. A confermarlo è l’esperto meteo Christian Brambilla che annuncia una prima previsione per il weekend del 16 […]

Continua la lettura di Previsioni meteo: week end primaverile con qualche foschia nella Bassa su Giornale di Pavia.

]]>
Sarà un weekend primaverile con tanto sole (e tanto smog). Fine settimana di bel tempo in Lombardia, ma purtroppo dovremo fare i conti con l’inquinamento.

Sarà un weekend primaverile

Toccheremo i 15 gradi di massima nel fine settimana in Lombardia. A confermarlo è l’esperto meteo Christian Brambilla che annuncia una prima previsione per il weekend del 16 e 17 febbraio.

“Sarà caratterizzato dall’altra pressione, ovvero da cieli sereni o poco nuvolosi. Gli inquinanti, purtroppo, saranno quasi al doppio della soglia consentita. Nella nostra regione senza un po’ di vento o pioggia i valori degli inquinanti schizzano subito alle stelle”.

Qualità dell’aria

Al momento la qualità dell’aria, almeno in Brianza, sembra sotto controllo. In base ai dati disponibili sul sito di Arpa Lombardia, dopo un peggioramento nei giorni scorsi, la situazione è tornata entro i limiti, come si può vedere dal grafico sotto riportato e riferito a Monza.

Le previsioni per sabato e domenica

Sabato e domenica: cieli sereni o poco nuvolosi su tutta la regione, salvo qualche nebbia o foschia sulla parte più meridionale della Lombardia, ovvero nelle province di Cremona, Mantova e Lodi. Ancora abbastanza rigide le temperature minime che oscilleranno tra zero e i 3 gradi nelle aree agricole e verdi, mentre si assesteranno tra 1 e 3 gradi nelle aree urbane. Massime tra 13 e 15 gradi con clima decisamente gradevole.

Continua la lettura di Previsioni meteo: week end primaverile con qualche foschia nella Bassa su Giornale di Pavia.

]]>
Giornata Mondiale contro il Cancro Infantile: “Diamo radici alla speranza, piantiamo un melograno” https://giornaledipavia.it/attualita/giornata-mondiale-contro-il-cancro-infantile-diamo-radici-alla-speranza-piantiamo-un-melograno/ https://giornaledipavia.it/attualita/giornata-mondiale-contro-il-cancro-infantile-diamo-radici-alla-speranza-piantiamo-un-melograno/#respond Fri, 15 Feb 2019 06:58:08 +0000 https://giornaledipavia.it/?p=17398 Si celebra oggi, venerdì 15 febbraio 2019, la XVIII Giornata Mondiale contro il Cancro Infantile. A Pavia AGAL – Associazione Genitori e Amici del Bambino Leucemico, insieme ad alunni e insegnanti, metterà a dimora delle piante di melagrana nei giardini di 6 scuole: Giornata Mondiale contro il Cancro Infantile Si celebra oggi, 15 febbraio 2019, […]

Continua la lettura di Giornata Mondiale contro il Cancro Infantile: “Diamo radici alla speranza, piantiamo un melograno” su Giornale di Pavia.

]]>
Si celebra oggi, venerdì 15 febbraio 2019, la XVIII Giornata Mondiale contro il Cancro Infantile. A Pavia AGAL – Associazione Genitori e Amici del Bambino Leucemico, insieme ad alunni e insegnanti, metterà a dimora delle piante di melagrana nei giardini di 6 scuole:

Giornata Mondiale contro il Cancro Infantile

Si celebra oggi, 15 febbraio 2019, la XVIII Giornata Mondiale contro il Cancro Infantile (International Childhood Cancer Day – ICCD), data scelta dall’Organizzazione Mondiale della Sanità per affrontare le problematiche dei bambini e degli adolescenti con tumore, della popolazione dei lungo sopravviventi e delle loro famiglie.

In questo giorno, in tutto il mondo, le associazioni di familiari di bambini e adolescenti colpiti dal cancro, unite nel network globale Childhood Cancer International (CCI), danno vita ad iniziative scientifiche e di sensibilizzazione dell’opinione pubblica, di sostegno e vicinanza ai bambini e agli adolescenti colpiti e alle loro famiglie.

“Diamo radici alla speranza, piantiamo un melograno”

Sul piano nazionale la Giornata vuole essere l’occasione per riaffermare l’impegno dei genitori italiani riuniti nella FIAGOP – Federazione Italiana Associazioni Genitori Oncoematologia Pediatrica, socio fondatore CCI, nella lotta contro i tumori infantili, nello sviluppo della cultura della prevenzione, nella tutela dei diritti dei bambini e degli adolescenti colpiti da questa malattia e della popolazione dei guariti.

Oggi, in particolare, in molte città avrà luogo l’iniziativa di sensibilizzazione pubblica “Diamo radici alla speranza, piantiamo un melograno” a cura delle associazioni federate Fiagop e di quelle che a essa si affiancano.

A Pavia AGAL – Associazione Genitori e Amici del Bambino Leucemico, insieme ad alunni e insegnanti, metterà a dimora delle piante di melagrana nei giardini di 6 scuole:

– scuola dell’infanzia Malcovati, via Mirabello 249 (ore 10);
– scuola dell’infanzia Montebolone, via Grumello 15 (ore 10);
– scuola primaria Mirabello, via Mirabello 65 (ore 10.30);
– scuola primaria Montebolone, via Grumello 19 (ore 10.30);
– scuola primaria De Amicis, via Scopoli, 9: (ore 10.30);
– scuola dell’infanzia Qui Quo Qua, viale Torquato Tasso, 47 (ore 11).

La manifestazione si svolgerà anche a Casanova Lonati, dove alle 15.30 sarà piantato il melograno nel giardino pubblico davanti al Municipio (via Giuseppe Mazzini, 1).

Domani, sabato 16 febbraio 2019, inoltre, a Genova si terrà il convegno scientifico “UNITI PER GUARIRE. Ricerca, Cura, Futuro: parole chiave in oncoematologia pediatrica” che al suo interno comprende il “Primo Convegno nazionale dei Guariti” con testimonianze dirette e la partecipazione di alcuni rappresentanti del Survivors Network di CCI Europa.

I dati

Il cancro nei bambini e negli adolescenti è una malattia curabile, ma continua ad essere la principale causa di morte nei pazienti pediatrici nel mondo, tra le malattie non trasmissibili. A livello mondiale ogni anno sono diagnosticati circa 300 mila nuovi casi (si tratta certamente di una stima in difetto poiché in molti paesi non esiste ancora un registro). Ogni tre minuti nel mondo un bambino muore di cancro. Circa l’80% dei malati pediatrici vive nei paesi a basso reddito, nei ‘sud’ del mondo, e, l’80% di loro muore di cancro, perché lì non avrà né una diagnosi corretta, né una possibilità di cura.

Più di 100.000 malati ogni anno potrebbero guarire se anche a loro fosse garantita una tempestiva diagnosi e l’accesso alle cure al pari dei loro coetanei dei paesi più sviluppati.

Quest’anno CCI, a livello mondiale, ha posto l’attenzione sul fatto che in molti paesi a basso reddito alla difficoltà di accedere alle cure si aggiunge la quasi totale disattenzione sul dolore: secondo l’OMS, nel 65.6% delle nazioni – l’Italia non è fra queste! – non viene offerto alcun supporto palliativo e pertanto moltissimi bambini e adolescenti col cancro (e non solo loro, certamente) soffrono ingiustamente. #nomorepain e #ICCD2019 sono gli hashtag con cui condividere questa preoccupazione sui social.

In Italia, ogni anno, si ammalano di tumore (linfomi e tumori solidi) o leucemia circa 1400 bambini e 800 teenager. Grazie agli straordinari progressi fatti negli ultimi decenni, circa l’80% degli ammalati guarirà; rimane però quel 20% per il quale ancora non sono state individuate terapie efficaci.

Negli ultimi anni si sono infatti raggiunti eccellenti livelli di cura e di guarigione per leucemie e linfomi, rimangono ancora basse le percentuali di guarigione per tumori cerebrali, neuroblastomi e osteosarcomi. Tuttavia una parte dei guariti potrebbe essere soggetta ad effetti collaterali a lungo termine causati dal trattamento subito. Inoltre, almeno il 50% dei farmaci usati per combattere la malattia, che si manifesta in oltre 60 tipi e sottotipi diversi, non è autorizzato per l’uso pediatrico, ed è usato off label, adattando ai bambini medicine per adulti “eppure i bambini non sono adulti in miniatura!”. Negli ultimi 10 anni in Europa, a fronte della sperimentazione di 50 nuovi farmaci anticancro per adulti, soltanto 2 sono stati quelli studiati per l’età pediatrica!

I miglioramenti delle cure hanno fatto sì che in Italia ci siano oggi circa 44.000 soggetti che hanno avuto un tumore da bambini, con un’età media di 30 anni. “È una categoria di persone che ha tutte le possibilità e i diritti di vivere come tutti ma per i quali è giusto uno sguardo più attento” dichiara Angelo Ricci, Presidente FIAGOP.

La sensibilizzazione pubblica

Ogni anno FIAGOP è solita affiancare al confronto medico scientifico un momento di ampia sensibilizzazione pubblica il più possibile festoso e lieve, in quanto partecipano anche bambini e adolescenti in cura insieme alle loro famiglie. Dopo il consueto lancio di palloncini negli anni scorsi, il 15 febbraio segna la ‘svolta completamente green’ di FIAGOP con la messa a dimora di piante di melograno presso ospedali e case d’accoglienza, giardini e spazi verdi eventualmente concessi da Comuni e dai privati che volessero sostenere l’iniziativa.

Saranno illustrate le caratteristiche del resistente melograno, simbolo di energia vitale, e particolare attenzione sarà posta ad avvicinare i bambini alla conoscenza del suo frutto salutare, formato dall’unione di piccoli chicchi, ognuno parte fondante del frutto stesso, come avviene nella fondamentale alleanza terapeutica che unisce medici, pazienti, famiglie.

Raccolti intorno ai piccoli melograni appena messi a dimora, a dire il vero un poco spogli e forse poco attraenti adesso che è pieno inverno (dovremo pazientare fino all’arrivo della primavera per ammirarne appieno la rigogliosa bellezza e l’autunno per gustarne i magnifici frutti), tutti i presenti riceveranno un piccolo tatuaggio temporaneo dal grande significato, con l’invito ad indossarlo, come segno di appartenenza alla causa. Si tratta del Nastrino dorato, o Gold Ribbon, simbolo universale della lotta al cancro infantile.

#DiamoRadiciAllaSperanza

L’invito di FIAGOP è di applicarlo su sé stessi per poi scattare un selfie da condividere sui social utilizzando l’hashtag #DiamoRadiciAllaSperanza insieme ad un messaggio di affetto dedicato a tutti i piccoli e giovani guerrieri che combattono il cancro, alle loro famiglie e alle associazioni che li sostengono. Per partecipare occorre essere muniti di sorrisi e spirito di condivisione.

Anche chi non sarà presente potrà comunque partecipare dotandosi di qualche melagrana, se non ha l’alberello, e con un pizzico di fantasia scattare il suo selfie da condividere sui canali social utilizzati, sempre con l’hashtag #DiamoRadiciAllaSperanza. Questa attività sostituisce il consueto lancio di palloncini che molti ricorderanno. Una scelta che nasce dalla consapevolezza che il mondo è pesantemente inquinato dai rifiuti plastici, e anche gli allegri palloncini sebbene in lattice biodegradabile, contribuiscono ad appesantire il problema e possono diventare, insieme al loro cordino, trappole mortali per la fauna. Così Fiagop ha voluto dare il suo piccolo contributo alla risoluzione del problema con la messa al bando dei suoi palloncini.

LEGGI ANCHE: “I fuori sede”: studenti universitari raccontano il cancro in un musical… senza paura

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE

Continua la lettura di Giornata Mondiale contro il Cancro Infantile: “Diamo radici alla speranza, piantiamo un melograno” su Giornale di Pavia.

]]>
https://giornaledipavia.it/attualita/giornata-mondiale-contro-il-cancro-infantile-diamo-radici-alla-speranza-piantiamo-un-melograno/feed/ 0
Raccolta abiti usati: continua la virtuosa collaborazione tra Comune di Zinasco e Humana https://giornaledipavia.it/attualita/raccolta-abiti-usati-continua-la-virtuosa-collaborazione-tra-comune-di-zinasco-e-humana/ https://giornaledipavia.it/attualita/raccolta-abiti-usati-continua-la-virtuosa-collaborazione-tra-comune-di-zinasco-e-humana/#respond Fri, 15 Feb 2019 10:04:18 +0000 https://giornaledipavia.it/?p=17394 Raccolta abiti usati: continua la virtuosa collaborazione tra Comune di Zinasco e Humana, con importanti benefici sociali e ambientali. Raccolta abiti usati Continua la sinergia con il Comune di Zinasco (PV), che ha confermato l’affidamento del servizio di raccolta e avvio al recupero degli indumenti usati all’organizzazione di cooperazione internazionale Humana People to People Italia. Questa virtuosa […]

Continua la lettura di Raccolta abiti usati: continua la virtuosa collaborazione tra Comune di Zinasco e Humana su Giornale di Pavia.

]]>
Raccolta abiti usati: continua la virtuosa collaborazione tra Comune di Zinasco e Humana, con importanti benefici sociali e ambientali.

Raccolta abiti usati

Continua la sinergia con il Comune di Zinasco (PV), che ha confermato l’affidamento del servizio di raccolta e avvio al recupero degli indumenti usati all’organizzazione di cooperazione internazionale Humana People to People Italia. Questa virtuosa collaborazione permette di sostenere importanti progetti sociali e di tutelare l’ambiente.

Avviati 41 progetti di assistenza all’infanzia

Solo negli ultimi tre anni, gli abitanti del comune pavese hanno donato a Humana 5.910 chili di abiti usati, scarpe e accessori. Anche grazie alle loro donazioni, nel 2017 Humana ha destinato oltre 1,5 milioni di euro a 41 progetti di assistenza all’infanzia, di accesso scolastico, di formazione sui temi dell’accesso al cibo e dell’agricoltura sostenibile, di prevenzione dell’HIV e di lotta alla tubercolosi nel sud del Mondo e ad azioni sociali in Italia.

Benefici ambientali

A ciò si aggiungono importanti benefici ambientali: grazie ai 5.910 chili di indumenti raccolti è stato possibile evitare l’emissione di 21 mila chili di anidride carbonica, evitare lo spreco di oltre 35 milioni di litri di acqua e scongiurare l’utilizzo di 1.770 chili di pesticidi e di oltre 3.500 chili di fertilizzanti.

Servizio gratuito

Il servizio di Humana è gratuito e il fatto che gli abiti siano conferiti nei contenitori dell’organizzazione umanitaria consente all’amministrazione comunale, e quindi ai cittadini, di ridurre i costi di smaltimento rifiuti (poiché gli abiti non finiscono nella raccolta indifferenziata), con un conseguente risparmio economico.

Cosa conferite nel contenitore

I cittadini di Zinasco possono continuare a conferire i propri abiti e accessori usati nel contenitore Humana posizionato in via Castello.

Ecco cosa è possibile conferire nei contenitori con il logo Humana:

– capi d’abbigliamento;

– accessori d’abbigliamento (cappelli, cinture, foulard);

– scarpe;

– borse e zaini;

– biancheria per la casa.

Humana è il primo operatore in Italia per la gestione unitaria del servizio di raccolta abiti. Per noi, trasparenza, eticità e sostenibilità della filiera sono punti cardine del nostro lavoro. Per ulteriori informazioni sulle nostre iniziative e attività, è sempre possibile contattarci (milano@humanaitalia.org – 02-93.96.40.30) o consultare il sito dedicato: http://raccoltavestiti.humanaitalia.org.

LEGGI ANCHE: “I fuori sede”, studenti universitari raccontano il cancro in un musical… senza paura
TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE

Continua la lettura di Raccolta abiti usati: continua la virtuosa collaborazione tra Comune di Zinasco e Humana su Giornale di Pavia.

]]>
https://giornaledipavia.it/attualita/raccolta-abiti-usati-continua-la-virtuosa-collaborazione-tra-comune-di-zinasco-e-humana/feed/ 0
Aggressione, caduta, malore e intossicazioni etiliche SIRENE DI NOTTE https://giornaledipavia.it/cronaca/aggressione-caduta-malore-e-intossicazioni-etiliche-sirene-di-notte/ https://giornaledipavia.it/cronaca/aggressione-caduta-malore-e-intossicazioni-etiliche-sirene-di-notte/#respond Fri, 15 Feb 2019 06:17:42 +0000 https://giornaledipavia.it/?p=17414 Aggressione, caduta, malore e due interventi per intossicazione etiliche: mezzi di soccorso in azione nella notte tra giovedì 14 e venerdì 15 febbraio a Pavia e Provincia. Aggressione Alle 22.28 di ieri sera, giovedì 14 febbraio 2019, si è verificato un evento violento a Mortara in viale Capettini. L’episodio classificato dall’Agenzia Regionale Emergenza Urgenza, come […]

Continua la lettura di Aggressione, caduta, malore e intossicazioni etiliche SIRENE DI NOTTE su Giornale di Pavia.

]]>
Aggressione, caduta, malore e due interventi per intossicazione etiliche: mezzi di soccorso in azione nella notte tra giovedì 14 e venerdì 15 febbraio a Pavia e Provincia.

Aggressione

Alle 22.28 di ieri sera, giovedì 14 febbraio 2019, si è verificato un evento violento a Mortara in viale Capettini. L’episodio classificato dall’Agenzia Regionale Emergenza Urgenza, come “aggressione” è avvenuto in viale Capettini. Vittima un uomo di 53 anni prontamente soccorso da un’ambulanza della Croce Rossa cittadino. Il coinvolto, è stato successivamente trasportato al Civile di Vigevano in codice verde.

Caduta

Un uomo di 58 anni è dovuto ricorrere alle cure dei medici dopo assere caduto rovinosamente a terra in via Biffignandi a Vigevano. Per lui fortunatamente solo lievi contusioni, ma è stato comunque caricato sull’ambulanza e portato in ospedale, per controlli.

LEGGI ANCHE: Auto esce di strada, paura per un 36enne

Soccorso 19enne

Nella serata di ieri, giovedì 14 febbraio 2019, gli operatori del 118 hanno eseguito anche un intervento per un malore. Siamo a Voghera in viale Montebello dove, poco prima delle 21, a sentirsi male è stato un giovane di 19 anni. Sul posto un’ambulanza della Croce Rossa cittadina, che ha trasportato il coinvolto in ospedale per accertamenti.

Intossicazioni etiliche

Infine, sono stati due gli uomini soccorsi per abuso di alcol. Venti minuti dopo mezzanotte a finire in ospedale è stato un 67enne, che si è sentito male in zona Ponte Vecchio a Pavia. Poco prima dell’1, invece, soccorso un 58enne a Vigevano in via Bertolini. Per lui nessun trasporto ospedaliero.

LEGGI ANCHE: Ordina legna e pellet ma non paga la merce, denunciata

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE

Continua la lettura di Aggressione, caduta, malore e intossicazioni etiliche SIRENE DI NOTTE su Giornale di Pavia.

]]>
https://giornaledipavia.it/cronaca/aggressione-caduta-malore-e-intossicazioni-etiliche-sirene-di-notte/feed/ 0
Da cosa dipende il colore degli occhi? https://giornaledipavia.it/salute/da-cosa-dipende-il-colore-degli-occhi/ Thu, 14 Feb 2019 22:25:40 +0000 https://giornaledipavia.it/?p=17411 Da cosa dipende il colore degli occhi? Per rispondere facciamo un passo indietro. La maggior parte delle persone è affascinata dal colore degli occhi perché quello di ognuno di noi è unico, come le impronte digitali. Perfino in quelli con tonalità simili la concentrazione di colore può essere molto diversa. Gli occhi possono essere azzurri, […]

Continua la lettura di Da cosa dipende il colore degli occhi? su Giornale di Pavia.

]]>
Da cosa dipende il colore degli occhi? Per rispondere facciamo un passo indietro. La maggior parte delle persone è affascinata dal colore degli occhi perché quello di ognuno di noi è unico, come le impronte digitali. Perfino in quelli con tonalità simili la concentrazione di colore può essere molto diversa. Gli occhi possono essere azzurri, ambra, marroni, grigi, verdi o nocciola e secondo alcuni il colore può addirittura essere un indicatore di personalità. Il marrone è il colore più diffuso al mondo, caratterizzando circa l’80% della popolazione. Segue l’azzurro con un 8-10%, l’ambra e il nocciola, entrambi con il 5%, e infine il verde che con il 2% risulta essere quello più raro. Ma da cosa dipende il colore degli occhi? Vision Direct ha pensato di analizzare cosa determini esattamente il colore.

Da cosa dipende il colore degli occhi?

La parte colorata dell’occhio si chiama iride: una sottile membrana di forma circolare che serve a controllare l’ampiezza della pupilla. Questa contiene una pigmentazione chiamata melanina che determina il colore degli occhi attraverso due fattori. In primis le informazioni genetiche trasmesse dai genitori. Quindi la distribuzione della pigmentazione nell’iride, che influisce sul modo in cui la luce si diffonde quando passa attraverso gli occhi. E in che modo la melanina determina il colore degli occhi? Il colore è determinato dalla quantità di melanina che abbiamo. Se nell’iride è presente poca melanina il colore degli occhi sarà azzurro, se ce n’è un po’ di più sarà verde e se invece è molto elevata sarà marrone.

Il colore degli occhi può cambiare?

Il colore degli occhi di alcune persone sembra cambiare in base alla luce. Ciò accade perché l’iride ha due strati. E a volte la pigmentazione è presente su entrambi. Nelle persone con gli occhi azzurri o verdi, lo strato anteriore contiene poca melanina e, a seconde della quantità di luce presente all’esterno, il colore sembra cambiare quando questa penetra in ciascuno strato. I cambi di luce influiscono anche sulla dimensione della pupilla, che si dilata quando la luce è debole e si restringe quando è intensa. Durante queste variazioni di ampiezza, la pigmentazione dell’iride si restringe o si allarga e ciò può portare a un leggero mutamento nel colore degli occhi.

Le emozioni, l’età, l’esposizione al sole…

Le forti emozioni sono un altro fattore in grado di far variare la grandezza della pupilla. Quando, per esempio, le persone sono innamorate o arrabbiate il colore dell’iride può cambiare. In alcuni casi, il colore degli occhi può mutare con l’età, soprattutto nelle persone con gli occhi chiari. Anche l’esposizione al sole può far variare il colore degli occhi, rendendoli più scuri, esattamente come succede alla pelle. Per questo motivo, se si trascorre molto tempo all’aria aperta, è importante indossare gli occhiali da sole per proteggerli.

Continua la lettura di Da cosa dipende il colore degli occhi? su Giornale di Pavia.

]]>
La dieta degli astronauti sbarca alla mensa aziendale! https://giornaledipavia.it/salute/la-dieta-degli-astronauti-mensa/ Thu, 14 Feb 2019 22:08:42 +0000 https://giornaledipavia.it/?p=17408 La dieta degli astronauti applicata ad un menù aziendale. Si tratta di una singolare iniziativa sviluppata da Unifarco. Si inserisce all’interno del progetto Benessere 365, ideato per promuovere uno stile di vita corretto ed equilibrato. Il menù in questione, proposto ai dipendenti dell’azienda che rifornisce farmacie, è stato realizzato da un’eccezionale collaborazione con Stefano Polato. Stiamo […]

Continua la lettura di La dieta degli astronauti sbarca alla mensa aziendale! su Giornale di Pavia.

]]>
La dieta degli astronauti applicata ad un menù aziendale. Si tratta di una singolare iniziativa sviluppata da Unifarco. Si inserisce all’interno del progetto Benessere 365, ideato per promuovere uno stile di vita corretto ed equilibrato. Il menù in questione, proposto ai dipendenti dell’azienda che rifornisce farmacie, è stato realizzato da un’eccezionale collaborazione con Stefano Polato. Stiamo parlando dello chef padovano che dal 2012 realizza i pasti per gli astronauti europei. Tra questi anche gli italiani Samantha Cristoforetti, Luca Parmitano e il brianzolo Paolo Nespoli.

Un menù ad hoc by chef Polato

Delineando proprietà e caratteristiche adattabili a chiunque e ad ogni pasto – anche home made – lo chef Polato ha creato un menù ad hoc – basato sul piatto di Harvard – per i dipendenti di Unifarco. Il segreto stellare della dieta sta nella composizione bilanciata del piatto: 50% di frutta e verdura (con una prevalenza di quest’ultima) – preferibilmente stagionale per aumentare l’apporto di vitamine, sali minerali, fibre e fitonutrienti necessari al nostro organismo; 25% di cereali, come grano, orzo, avena, kamut e farro, oppure riso integrale, mais, miglio, grano saraceno, quinoa e amaranto (per chi soffre di intolleranze o allergie al glutine); 25% di proteine, provenienti da fonti magre come pollame, pesce (che apportano proteine e micronutrienti di qualità) o uova e da legumi.

Ecco la dieta degli astronauti

Concretizzando la teoria, ad esempio, per il menù del giorno lo chef consiglia: riso integrale al radicchio, mix di legumi, broccoli al vapore e frutta fresca. O ancora, crema di porro e patate, pollo alla curcuma, verdura cruda di stagione e frutta fresca. Ricette differenti e componibili, perché – secondo le regole di Polato e del piatto di Harvard – non sono solo i singoli alimenti ingeriti a fare la differenza, ma il bilanciamento degli stessi e la conseguente divisione in percentuali nel piatto. Inoltre, un consistente consumo di acqua, meglio se naturale, e un ridotto apporto di bibite gassate, zuccherate o alcoliche rappresentano quel quid in più per un’alimentazione sana ed equilibrata.

Continua la lettura di La dieta degli astronauti sbarca alla mensa aziendale! su Giornale di Pavia.

]]>
Malore in casa a Gemonio: Umberto Bossi in Rianimazione https://giornaledipavia.it/cronaca/malore-in-casa-a-gemonio-umberto-bossi-in-rianimazione/ Thu, 14 Feb 2019 20:21:42 +0000 https://giornaledipavia.it/?p=17405 Umberto Bossi si è sentito male questo pomeriggio attorno alle 16.30 nella sua abitazione di Gemonio, in Provincia di Varese. Come riporta VareseSettegiorni.it, il fondatore della Lega Nord in seguito a un malore improvviso (forse una crisi epilettica) è anche caduto, battendo la testa. Trasportato d’urgenza in elisoccorso, si trova ora ricoverato in Rianimazione all’ospedale […]

Continua la lettura di Malore in casa a Gemonio: Umberto Bossi in Rianimazione su Giornale di Pavia.

]]>
Umberto Bossi si è sentito male questo pomeriggio attorno alle 16.30 nella sua abitazione di Gemonio, in Provincia di Varese. Come riporta VareseSettegiorni.it, il fondatore della Lega Nord in seguito a un malore improvviso (forse una crisi epilettica) è anche caduto, battendo la testa. Trasportato d’urgenza in elisoccorso, si trova ora ricoverato in Rianimazione all’ospedale di Varese.

“Senatur, tegn dur”

Il popolo leghista (e non solo) si è subito mobilitato sui social network (“Senatur, tegn dur”, fra gli auguri più gettonati), stringendosi idealmente attorno al politico 77enne, che nel 2004 era stato colpito da un ictus che lo aveva costretto a una lunga convalescenza. Ma solo domattina alle 12 il nosocomio varesino diramerà un bollettino clinico ufficiale.

Maroni: “Sta meglio”

Bossi rimane al momento sotto sedativi. “Siamo sollevati per le sue condizioni di salute di Umberto Bossi, fortunatamente non ha avuto quello che temevamo nei primi momenti”, ha annunciato in serata Roberto Maroni, già segretario del Carroccio ed ex presidente di Regione Lombardia.

Maroni e Bossi

Continua la lettura di Malore in casa a Gemonio: Umberto Bossi in Rianimazione su Giornale di Pavia.

]]>
Malmena la convivente dopo l’ennesimo litigio, arrestato https://giornaledipavia.it/cronaca/malmena-la-convivente-dopo-lennesimo-litigio-arrestato/ https://giornaledipavia.it/cronaca/malmena-la-convivente-dopo-lennesimo-litigio-arrestato/#respond Thu, 14 Feb 2019 17:55:50 +0000 https://giornaledipavia.it/?p=17402 Malmena la convivente dopo l’ennesimo litigio, arrestato un uomo di 47 anni a Montù Beccaria. Malmena la convivente, arrestato Nel corso di questa notte, a Stradella (PV), i Carabinieri di Montù Beccaria hanno arrestato in flagranza di reato O.C. 47enne di Montù Beccaria. L’uomo è ritenuto responsabile del reato di maltrattamenti in famiglia nei confronti […]

Continua la lettura di Malmena la convivente dopo l’ennesimo litigio, arrestato su Giornale di Pavia.

]]>
Malmena la convivente dopo l’ennesimo litigio, arrestato un uomo di 47 anni a Montù Beccaria.

Malmena la convivente, arrestato

Nel corso di questa notte, a Stradella (PV), i Carabinieri di Montù Beccaria hanno arrestato in flagranza di reato O.C. 47enne di Montù Beccaria. L’uomo è ritenuto responsabile del reato di maltrattamenti in famiglia nei confronti della sua convivente 39enne italiana. Quest’ultima infatti, durante un ennessimo litigio, è stata malmenata.

Fugge alla vista dei militari

Il 47enne, alla vista dei carabinieri, si è dato precipitosamente alla fuga ma, poco dopo è stato comunque rintracciato nelle vicinanze, ancora in evidente stato di alterazione psico-fisica.

LEGGI ANCHE: Influenza nel Pavese, al San Matteo pazienti in rianimazione

Medicata al pronto soccorso

La donna è dovuta ricorrere alle cure dei medici del Pronto Soccorso dell’Ospedale di Stradella, per contusioni ed escoriazioni varie. Ha riferito di subire da diversi mesi continui maltrattamenti e di avere già presentato alcune denunce per lesioni. L’uomo a questo punto è stato arrestato e tradotto presso la casa circondariale di Pavia in attesa della udienza di convalida di arresto.

LEGGI ANCHE: Ordina legna e pellet ma non paga la merce, denunciata

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE

Continua la lettura di Malmena la convivente dopo l’ennesimo litigio, arrestato su Giornale di Pavia.

]]>
https://giornaledipavia.it/cronaca/malmena-la-convivente-dopo-lennesimo-litigio-arrestato/feed/ 0
Nuove BMW X3 M e X4 M Competition https://giornaledipavia.it/motori/nuove-bmw-x3-m-e-x4-m-competition/ Thu, 14 Feb 2019 15:37:41 +0000 https://giornaledipavia.it/?p=17391 Spazio alle nuove BMW X3 M e X4 M Competition. BMW M GmbH sta espandendo la sua gamma di modelli ad alte prestazioni. L’obiettivo è includere per la prima volta modelli nei segmenti Sports Activity Vehicle (SAV) di medie dimensioni e Sports Activity Coupe (SAC). Le BMW X3 M (consumo di carburante combinato: 10,5 l/100 km, emissioni di CO2combinate: […]

Continua la lettura di Nuove BMW X3 M e X4 M Competition su Giornale di Pavia.

]]>
Spazio alle nuove BMW X3 M e X4 M Competition. BMW M GmbH sta espandendo la sua gamma di modelli ad alte prestazioni. L’obiettivo è includere per la prima volta modelli nei segmenti Sports Activity Vehicle (SAV) di medie dimensioni e Sports Activity Coupe (SAC). Le BMW X3 M (consumo di carburante combinato: 10,5 l/100 km, emissioni di CO2combinate: 239 g/km) e BMW x4m (consumo di carburante combinato: 10,5 l/100 km, emissioni di CO2 combinate: 239 g/km), stabiliscono il punto di riferimento per eccellenza dinamica, agilità e precisione nelle loro rispettive classi.

Nuove BMW X3 M e X4 M Competition

Un’altra novità è il lancio accanto alla BMW X3 M e alla BMW X4M delle loro varianti Competition. La BMW X3M Competition (consumo di carburante combinato: 10,5 l/100 km, emissioni di CO2 combinate: 239 g/km) e la BMW X4M Competition (consumo di carburante combinato: 10,5 l/100 km, emissioni di CO2 combinate: 239 g/km) cattureranno le aspettative dei clienti con la loro potenza extra e le loro esclusive caratteristiche. Il motore a sei cilindri in linea più potente mai visto in azione su un’auto BMW M offre prestazioni straordinarie. L’unità di nuova concezione ad alto regime di giri e con tecnologia M TwinPower Turbo genera una potenza di 353 kW/480 CV dal 3,0 litri, insieme a una coppia di picco di 600 Nm. La versione dell’unità bi-turbo sviluppata per la BMW X3M Competition e per la BMW X4M Competition eroga 22 kW/30 CV in più per arrivare a 375 kW/510 CV.

Il nuovo motore

Il nuovo motore ad alte prestazioni si accoppia con una trasmissione a otto rapporti M Steptronic con Drivelogic. E utilizza il nuovo sistema di trasmissione integrale M xDrive. Questo ha fatto il suo debutto nella BMW M5, per scaricare la sua potenza su strada. Il sistema M xDrive ha una prevalenza sulla trazione posteriore. E offre ai possessori di BMW X3 M e BMW X4 M due modalità di guida AWD. L’interazione, gestita dal DSC, tra M xDrive e il Differenziale Attivo M sull’assale posteriore, consente al sistema di trazione integrale di distribuire la potenza del motore tra le quattro ruote. Come richiesto dunque, per offrire trazione, agilità e stabilità direzionale ottimali. La BMW X3 M e la BMW X4 M accelerano entrambe da 0 a 100 km/h in 4,2 secondi. Mentre le loro versioni Competition raggiungono i 100 km da ferme in soli 4,1 secondi.

Continua la lettura di Nuove BMW X3 M e X4 M Competition su Giornale di Pavia.

]]>
Seat Arona TGI 1.0 90 CV, il primo SUV a metano https://giornaledipavia.it/motori/seat-arona-tgi-1-0-90-cv-suv-metano/ Thu, 14 Feb 2019 15:23:48 +0000 https://giornaledipavia.it/?p=17388 La Seat Arona TGI 1.0 90 CV è arrivata. Il primo SUV al mondo alimentato a gas naturale compresso, tra le novità del marchio più attese per questo inizio 2019, è ufficialmente ordinabile in abbinamento a tutti gli allestimenti presenti in gamma, da Reference a FR, unendo i vantaggi di un’alimentazione economica, ecologica ed efficiente, […]

Continua la lettura di Seat Arona TGI 1.0 90 CV, il primo SUV a metano su Giornale di Pavia.

]]>
La Seat Arona TGI 1.0 90 CV è arrivata. Il primo SUV al mondo alimentato a gas naturale compresso, tra le novità del marchio più attese per questo inizio 2019, è ufficialmente ordinabile in abbinamento a tutti gli allestimenti presenti in gamma, da Reference a FR, unendo i vantaggi di un’alimentazione economica, ecologica ed efficiente, a una dinamicità di guida sorprendente. Il propulsore della Arona TGI è caratterizzato da 90 CV di potenza. In grado di sostenere un allungo vigoroso nei tratti extraurbani e una coppia massima pari a 160Nm, disponibili già a 1.800 giri al minuto.

Seat Arona TGI 1.0 90 CV

La silenziosità della guida e la fluidità di erogazione si aggiungono poi al ventaglio di doti motoristiche che caratterizzano il nuovo modello. Per ottenere le suddette doti di guidabilità, il nuovo modello è equipaggiato con gli stessi sistemi inclusi nella versione 1.0 TSI a benzina. Con l’integrazione di componenti che ne consentono l’alimentazione a gas naturale. Nello specifico, la Arona TGI include tre bombole con una capienza totale pari a 13,8 kg. Queste sono situate sotto uno specifico vano nel posteriore della vettura. Si tratta di un apposito bocchettone per il rifornimento accanto a quello per la benzina, tubi di scarico in acciaio inossidabile e un regolatore elettronico della pressione che gestisce efficientemente la distribuzione del gas all’interno del propulsore TGI.

L’autonomia a metano

L’autonomia a metano della Arona TGI è pari a 400 km e ha consentito al nuovo modello di ottenere un’omologazione monofuel a gas, con importanti agevolazioni fiscali per il cliente in termini di tassa di proprietà (nello specifico, una riduzione del bollo auto pari al 75%, con ulteriori incentivi su base regionale e un’esenzione totale in alcune Regioni). Il serbatoio della benzina, che entra in funzione automaticamente in caso di totale mancanza di autonomia del gas metano (oltre che in fase di avviamento del motore in presenza di temperature estremamente rigide), presenta una capacità di 9 l, garantendo un’autonomia ulteriore pari a 160 km, per un totale di 560 km.

I prezzi di vendita

La Seat Arona TGI si riconferma un SUV pratico, perfettamente adattabile e personalizzabile. E’ disponibile in ogni allestimento presente in gamma, consentendo al cliente di scegliere la vettura perfetta per i propri gusti ed esigenze. Dall’entry level Reference, per chi cerca il massimo della razionalità, ai top di gamma XCellence ed FR, per il cliente che vuole abbinare l’aspetto elegante, sportiveggiante e distintivo della propria Seat all’efficienza e la sostenibilità del gas naturale compresso. Seat Arona TGI è ora disponibile a partire da 18.800 Euro per la versione Reference. Da 20.800 Euro per la versione Style e 23.000 euro per le versioni top di gamma Xcellence ed FR.

Continua la lettura di Seat Arona TGI 1.0 90 CV, il primo SUV a metano su Giornale di Pavia.

]]>
Influenza nel Pavese: al San Matteo pazienti in rianimazione https://giornaledipavia.it/attualita/influenza-nel-pavese-al-san-matteo-pazienti-in-rianimazione/ https://giornaledipavia.it/attualita/influenza-nel-pavese-al-san-matteo-pazienti-in-rianimazione/#respond Thu, 14 Feb 2019 15:07:13 +0000 https://giornaledipavia.it/?p=17383 Influenza nel Pavese: il picco non è ancora finito, diverse le persone ancora ricoverate in rianimazione. Influenza nel Pavese Non soltanto casi di meningite nella nostra regione, ma anche casi di derive preoccupanti a causa di sindromi influenzali. La situazione nel Pavese non fa eccezione: sono quattro i pazienti attualmente ricoverati nel reparto di rianimazione […]

Continua la lettura di Influenza nel Pavese: al San Matteo pazienti in rianimazione su Giornale di Pavia.

]]>
Influenza nel Pavese: il picco non è ancora finito, diverse le persone ancora ricoverate in rianimazione.

Influenza nel Pavese

Non soltanto casi di meningite nella nostra regione, ma anche casi di derive preoccupanti a causa di sindromi influenzali. La situazione nel Pavese non fa eccezione: sono quattro i pazienti attualmente ricoverati nel reparto di rianimazione al San Matteo, a causa del virus H1N1, popolarmente conosciuto come “suina” che ha possibili complicazioni gravi anche in persone sane e giovani.

Pazienti più giovani

I dati parlano chiaro: quest’anno ad essere colpiti sono stati anche pazienti più giovani. E’ importante ricordare, ancora una volta, l’importanza delle vaccinazioni per prevenire situazioni che potrebbero rivelarsi anche ad alto rischio. Consigliatissime per anziani e pazienti cronici, l’andamento del picco influenzale di quest’anno dimostra quanto le vaccinazioni possano rivelarsi un’importante arma di prevenzione anche per le categorie non indicate come “a rischio.”

LEGGI ANCHE: Ufo nei cieli della Lombardia?

Continua la lettura di Influenza nel Pavese: al San Matteo pazienti in rianimazione su Giornale di Pavia.

]]>
https://giornaledipavia.it/attualita/influenza-nel-pavese-al-san-matteo-pazienti-in-rianimazione/feed/ 0
Telecamere di sorveglianza, a caccia di sicurezza https://giornaledipavia.it/casa/telecamere-di-sorveglianza-sicurezza/ Thu, 14 Feb 2019 14:51:00 +0000 https://giornaledipavia.it/?p=17384 Telecamere di sorveglianza, parliamo di dispositivi senza fili. Perché non considerarle? La loro diffusione si sta ampliando notevolmente, complice anche un abbassamento dei prezzi dalla loro apparizione sul mercato avvenuta una ventina d’anni fa. Una volta installata la telecamera basterà scaricare un’app per lo smartphone. In tasca avrete dunque la possibilità di vedere in tempo […]

Continua la lettura di Telecamere di sorveglianza, a caccia di sicurezza su Giornale di Pavia.

]]>
Telecamere di sorveglianza, parliamo di dispositivi senza fili. Perché non considerarle? La loro diffusione si sta ampliando notevolmente, complice anche un abbassamento dei prezzi dalla loro apparizione sul mercato avvenuta una ventina d’anni fa. Una volta installata la telecamera basterà scaricare un’app per lo smartphone. In tasca avrete dunque la possibilità di vedere in tempo reale la registrazione controllando ciò che accade nel punto ripreso. Oppure potete rivedere la registrazione e inviare il filmato.

Telecamere di sorveglianza per interni ed esterni

Esistono modelli motorizzati, capaci di muoversi per monitorare zone più ampie (alcune offrono persino una panoramica a 360°), modelli con audio monodirezionale e bidirezionale, altri dotati di sensori rilevatori di movimento, di visione notturna e parecchie altre tool utili. Attenzione soltanto alla distinzione fra telecamera per interni e per esterni: una per ambienti interni utilizzata all’esterno durerebbe molto poco, danneggiata dai «colpi» di madre natura (pioggia, vento, freddo, grandine, neve…).

E poi ci sono le inferiate…

A completare il quadro sono poi i sistemi di sicurezza e protezione casa passivi: stiamo parlando delle classiche inferriate, delle porte blindate e dei vetri anti-sfondamento. Adottare anche queste soluzioni anti-intrusione è molto importante e se ben combinate con l’antifurto (cosiddetto sistema di sicurezza attivo) potrete davvero dormire sonni tranquilli.

Continua la lettura di Telecamere di sorveglianza, a caccia di sicurezza su Giornale di Pavia.

]]>
Quale sistema di antifurto scegliere per la casa? https://giornaledipavia.it/casa/quale-sistema-di-antifurto-scegliere-per-la-casa/ Thu, 14 Feb 2019 14:40:19 +0000 https://giornaledipavia.it/?p=17380 Quale sistema di antifurto scegliere per la casa? E’ il momento di occuparsi del discorso sicurezza. Di conseguenza meglio concentrarsi sull’antifurto di cui purtroppo è bene dotare la propria abitazione: da una parte il dispositivo scelto permetterà di proteggere la proprietà, dall’altra proteggerà voi stessi dall’intrusione. Va da sé che per ricoprire questo importante ruolo, […]

Continua la lettura di Quale sistema di antifurto scegliere per la casa? su Giornale di Pavia.

]]>
Quale sistema di antifurto scegliere per la casa? E’ il momento di occuparsi del discorso sicurezza. Di conseguenza meglio concentrarsi sull’antifurto di cui purtroppo è bene dotare la propria abitazione: da una parte il dispositivo scelto permetterà di proteggere la proprietà, dall’altra proteggerà voi stessi dall’intrusione. Va da sé che per ricoprire questo importante ruolo, serve scegliere la soluzione migliore possibile: si tratta di una decisione che non va assolutamente sottovalutata. Naturalmente il primo consiglio è quello di rivolgersi ad un professionista, che saprà consigliare l’opzione giusta per la vostra abitazione. E in seguito saprà renderla realtà occupandosi della predisposizione e dell’installazione.

Quale sistema di antifurto scegliere per la casa?

Iniziamo da qui, dalla soluzione più utilizzata al giorno d’oggi. L’antifurto wireless funziona ovviamente senza fili e ne deriva una maggiore facilità di installazione, oltre che un’adattabilità migliore alle varie conformazioni delle abitazioni. Di contro è necessario disporre di un’ottima connessione a internet. Per ovviare al problema esistono sul mercato anche impianti wireless a doppia frequenza e provvisti di sistemi anti-jamming (in sostanza contro eventuali interferenze), capaci di favorire una migliore stabilità del segnale (dato che fra loro i vari apparecchi casalinghi si parlano tramite frequenze radio) e persino di garantire il funzionamento in caso di black-out. Tuttavia non sono da disdegnare i tradizionali antifurti via filo: la resa sarà costante nel tempo. Va ricordato che gli impianti del genere non sono influenzati dalle condizioni atmosferiche, da interferenze o da altri fattori.

Via wireless o via filo

Le criticità legate al suo utilizzo riguardano l’installazione perciò solitamente sono usati per nuove costruzioni (l’impianto è predisposto in origine). O per abitazioni soggetti a pesanti ristrutturazioni. Difficile che chi acquista una casa senza antifurto scelga poi di dotarsi di un impianti via filo, dato che la soluzione wireless propone costi e tempi minori. In entrambe le soluzioni è bene usare il supporto GSM, ossia che consente l’invio di una chiamata o di un sms ai numeri pre-impostati dall’utente sulla centralina. Esistono anche sistemi ibridi, con una centralina filare all’interno delle mura di casa, ma collegata con sensori wireless per l’esterno.

Continua la lettura di Quale sistema di antifurto scegliere per la casa? su Giornale di Pavia.

]]>
Ricetta per il rotolo di Nutella https://giornaledipavia.it/cucina/ricetta-per-il-rotolo-di-nutella/ Thu, 14 Feb 2019 14:18:23 +0000 https://giornaledipavia.it/?p=17377 La ricetta per il rotolo di Nutella vi permetterà di realizzare una specialità unica, capace di far contenti grandi e piccini. Parliamo di un procedimento leggermente complicato ma assolutamente irresistibile. La celebre crema alle nocciole è uno degli alimenti più romantici oggi sul mercato. La ricetta per il rotolo di Nutella Servono 100 grammi di […]

Continua la lettura di Ricetta per il rotolo di Nutella su Giornale di Pavia.

]]>
La ricetta per il rotolo di Nutella vi permetterà di realizzare una specialità unica, capace di far contenti grandi e piccini. Parliamo di un procedimento leggermente complicato ma assolutamente irresistibile. La celebre crema alle nocciole è uno degli alimenti più romantici oggi sul mercato.

La ricetta per il rotolo di Nutella

Servono 100 grammi di farina, 100 grammi di zucchero, 2 tuorli, 3 uova intere, un pizzico di sale, 200 grammi di Nutella e un goccio di estratto di vaniglia. Si amalgamano le uova e i tuorli con lo zucchero e un pizzico di sale sbattendo fino a ottenere un composto abbastanza spumoso. Poi si aggiunge la farina e si continua a sbattere fino a che non scompaiono i grumi. Aggiungere la vaniglia e cuocere in forno a 180°, su carta da forno, per un quarto d’ora. Staccare l’impasto dalla carta da forno e trasferirlo su un panno di cotone bagnato. Arrotolare il tutto e lasciarlo raffreddare.

E per concludere

Togliere la base dallo straccio, trasferirla sulla carta da forno usata in precedenza e spalmare la Nutella. Arrotolare su se stesso senza carta e senza straccio, lasciare riposare, spolverare con zucchero al velo e servire.

Continua la lettura di Ricetta per il rotolo di Nutella su Giornale di Pavia.

]]>
Tartare di manzo e altre specialità https://giornaledipavia.it/cucina/tartare-di-manzo-e-altre-specialita/ Thu, 14 Feb 2019 14:10:34 +0000 https://giornaledipavia.it/?p=17374 Tartare di manzo, come resisterle? Si tratta di un piatto di facile realizzazione. Cerchiamo di privilegiare lo scamone o la lombata magra tagliate al coltello. Per il condimento serviranno solo un filo d’olio (di qualità) e qualche filetto di alici. Se desiderate potete creare un mix con olio, acciughe, succo di limone e capperi tritati, […]

Continua la lettura di Tartare di manzo e altre specialità su Giornale di Pavia.

]]>
Tartare di manzo, come resisterle? Si tratta di un piatto di facile realizzazione. Cerchiamo di privilegiare lo scamone o la lombata magra tagliate al coltello. Per il condimento serviranno solo un filo d’olio (di qualità) e qualche filetto di alici. Se desiderate potete creare un mix con olio, acciughe, succo di limone e capperi tritati, ottimo per condire la tartare. Il colpo d’occhio migliore però è quello che vuole un tuorlo d’uovo fresco adagiato sulla carne, accompagnato da cipolla (tritata molto fine) e di nuovo capperi&acciughe.

E poi c’è quella di salmone

Provate a realizzare una tartare di salmone (o di tonno) con crema di robiola e salsa di avocado. La tartare la potete trovare già pronta, andrà condita con limone, sale e pepe. Quindi prendete la robiola, mischiatela alla panna, quindi aggiungete sale e pepe. Manca solo l’avocado: tagliatelo a fette, ricopritelo di succo di limone, quindi passate al frullatore, in compagnia di qualche fogliolina di basilico e sale. Il gioco è fatto: la crema va adagiata sulla tartare.

Non solo tartare di manzo

Andiamo avanti con un piatto total black: le linguine al nero di seppia. Se non siete esperti fatevi pulire i molluschi al banco del pesce, mentre il celebre «nero» lo si trova anche confezionato. In un tegame capiente con olio e uno spicchio d’aglio rosolate le seppie, sfumate con vino bianco e aggiungete un pizzico di sale. In ultimo toccherà all’inchiostro. Nel frattempo avrete cotto le linguine, da aggiungere alla padella con le seppie. Un po’ prezzemolo fresco tritato e il piatto è pronto.

Continua la lettura di Tartare di manzo e altre specialità su Giornale di Pavia.

]]>
Giornata di raccolta del farmaco: record, oltre 420mila confezioni https://giornaledipavia.it/attualita/giornata-di-raccolta-del-farmaco-record-oltre-420mila-confezioni/ Thu, 14 Feb 2019 13:59:53 +0000 https://giornaledipavia.it/?p=17371 Durante la Giornata di Raccolta del Farmaco di sabato 9 febbraio 2019 sono state raccolte oltre 420.000 confezioni di farmaci da banco, contro le 376.692 dello scorso anno. L’aumento registrato è pari ad almeno il 10,2%. Hanno aderito 4.488 farmacie I medicinali donati aiuteranno più di 539.000 persone povere di cui si prendono cura 1.818 […]

Continua la lettura di Giornata di raccolta del farmaco: record, oltre 420mila confezioni su Giornale di Pavia.

]]>
Durante la Giornata di Raccolta del Farmaco di sabato 9 febbraio 2019 sono state raccolte oltre 420.000 confezioni di farmaci da banco, contro le 376.692 dello scorso anno. L’aumento registrato è pari ad almeno il 10,2%.

Hanno aderito 4.488 farmacie

I medicinali donati aiuteranno più di 539.000 persone povere di cui si prendono cura 1.818 enti assistenziali convenzionati con la Fondazione Banco Farmaceutico onlus (+2,9% rispetto ai 1.768 del 2018). Gli enti hanno espresso un fabbisogno paria 1.040.288 farmaci, che sarà coperto al 40% grazie ai farmaci raccolti durante questa edizione della GRF.

All’iniziativa hanno aderito 4.488 farmacie (+313 rispetto alle 4.175 del 2018, pari a un incremento del 7,5%). L’evento ha coinvolto circa 15.000 farmacisti. I titolari delle farmacie hanno donato oltre 668.000 euro.

In campo un esercito di volontari

I volontari che hanno partecipato al gesto sono stati circa 20.000, 2.000 in più dello scorso anno.

La GRF si svolge sotto l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica, con il patrocinio di Aifa, in collaborazione con Cdo Opere Sociali, Federfarma, Fofi, Federchimica Assosalute, Assogenerici e BFResearch. L’iniziativa è realizzata con il sostegno di Intesa Sanpaolo (Partner Istituzionale), Teva, Doc, EG EuroGenerici, Comieco, Mediafriends, Responsabilità Sociale Rai e Pubblicità Progresso.

“Superate le aspettative”

“La Giornata di Raccolta del Farmaco, quest’anno, ha decisamente superato le aspettative: sono cresciuti significativamente il numero di medicinali raccolti, quello delle farmacie aderenti e quello dei volontari che hanno partecipato all’evento. Si tratta di un risultato che, indubbiamente, ci fa volgere gli occhi al futuro con sguardo speranzoso. Tuttavia, i risultati non esauriscono il valore del gesto che sabato un piccolo popolo ha compiuto: chi ha dato alcune ore o, in certi casi, alcune giornate del proprio tempo per costruire la GRF, ha testimoniato la possibilità di un nuovo modo di agire affinché la nostra società cambi in meglio. Un modo in cui la gratuità costituisce l’espressione della propria libertà di realizzarsi pienamente facendo insieme del bene”, ha dichiarato Sergio Daniotti presidente della Fondazione Banco Farmaceutico onlus.

Le attività di Banco Farmaceutico

Gli enti assistenziali e le persone povere hanno bisogno di farmaci tutto l’anno. Per rispondere completamente al loro fabbisogno, occorre donare anche nei mesi successivi. È possibile farlo attraverso le seguenti attività di Banco Farmaceutico.

Sostegno Diretto – Banco Farmaceutico, per garantire la consegna dei farmaci agli enti assistenziali in tutta Italia e gestire gli aspetti logistici della distribuzione, ha bisogno di risorse. E’ possibile contribuire con una donazione diretta attraverso PayPall, effettuando un bonifico all’Iban T23J0311002400001570013419, o destinando il proprio 5X1.000 al C.F. 97503510154.

Recupero Farmaci Validi – All’interno delle farmacie che aderiscono all’iniziativa sono posizionati appositi contenitori di raccolta facilmente identificabili in cui è possibile – con l’assistenza del farmacista – donare i medicinali di cui non si ha più bisogno.

Donazioni Aziendali – Banco Farmaceutico raccoglie medicinali tutto l’anno attraverso una collaborazione con più di 30 aziende farmaceutiche. Nel 2018 sono stati raccolte 639.052 confezioni di farmaci per un valore commerciale di 8.075.156.

Doline – È un’applicazione realizzata in collaborazione con la Fondazione Tim. Consente di rispondere in maniera immediata alle esigenze dei bisognosi, donando farmaci da Tablet o Smartphone. Si può scaricare dal sito doline.it, da iTunes, Google Play o Windows Store.

Continua la lettura di Giornata di raccolta del farmaco: record, oltre 420mila confezioni su Giornale di Pavia.

]]>
Ufo a Milano, Brescia e Valtellina: che succede nei cieli della Lombardia? https://giornaledipavia.it/attualita/ufo-a-milano-brescia-e-valtellina-che-succede-nei-cieli-della-lombardia/ Thu, 14 Feb 2019 12:06:47 +0000 https://giornaledipavia.it/?p=17368 Non occorre necessariamente scomodare ET, Alien o Incontri ravvicinati: in ogni caso parliamo correttamente di UFO, ovvero di oggetti volanti non identificati. Nei cieli della Lombardia sono stati registrati negli ultimi giorni strani avvistamenti: a Milano, Brescia e Valtellina (il video d’apertura). Ma che succede? Bolide nei cieli della Lombardia Come racconta Settegiorni.it, l’ultimo avvistamento arriva […]

Continua la lettura di Ufo a Milano, Brescia e Valtellina: che succede nei cieli della Lombardia? su Giornale di Pavia.

]]>

Non occorre necessariamente scomodare ET, Alien o Incontri ravvicinati: in ogni caso parliamo correttamente di UFO, ovvero di oggetti volanti non identificati. Nei cieli della Lombardia sono stati registrati negli ultimi giorni strani avvistamenti: a Milano, Brescia e Valtellina (il video d’apertura). Ma che succede?

Bolide nei cieli della Lombardia

Come racconta Settegiorni.it, l’ultimo avvistamento arriva dal Milanese. Erano da poco passate le 19 di ieri, mercoledì 13 febbraio 2019, quando un grosso oggetto luminoso ha attraversato il cielo. A vederlo sono state numerose persone, alcuni residenti a Rescaldina, altri a Parabiago e altri ancora in altre parte del Legnanese ma anche nel Castanese, come ad Arconate, e anche del Varesotto.

Probabilmente si è trattato di un “bolide” ovvero un meteorite di dimensioni più consistenti della norma, in grado di lasciare nel cielo una scia più lunga e persistente, come avvenuto a ottobre: Meteorite nel cielo: avvistato anche in Lombardia VIDEO

“Sbufalati” i dischi volanti della Valtellina

Nei giorni scorsi a far tanto discutere è stato però un filmato divenuto virale nel tam tam via WhatsApp: nel video un oggetto triangolare volteggia attorno al Pizzo Scalino in Valmalenco (Sondrio) e in molti hanno pensato subito a un disco volante. In realtà gli autori dello scherzo hanno quasi subito svelato il mistero: il triangolo che volteggia sul Pizzo Scalino è in verità il marchio della Valmalenco Ultradistance Trail, la gara di corsa sulla distanza di 90km che si svolge all’ombra delle montagne malenche:

Strani avvistamenti anche a Brescia

Strani avvistamenti nei cieli di Cologne: come ha raccontato BresciaSettegiorni.it, lunedì 1 febbraio 2019, alle 17 circa, avvistato del fumo nero, come se qualcosa stesse bruciando mentre precipitava:

Piemonte resta regione più “misteriosa”

Gabriele B. nell’agosto scorso ha assistito ad un fenomeno particolarmente curioso: si trovava nei pressi dell’istituto tecnico agrario Bonfantini di Novara quando un oggetto in cielo ha catturato la sua attenzione.  CLICCA SULL’IMMAGINE E LEGGI L’ARTICOLO DI NOVARAOGGI.IT:

Ma è la Provincia di Torino quella che totalizzato più avvistamenti, come raccontato da ilCanavese.it:

“I dischi volanti si radunano  sulla verticale di Varisella, sopra il monte Turu – spiega Claudio Mannella, classe 1956, residente a Mathi – l’ultimo mio avvistamento è nella notte tra sabato 17 e domenica 18 giugno”.

ANCHE QUI CLICCA SULL’IMMAGINE E LEGGI L’ARTICOLO DI ILCANAVESE.IT:

Una spiegazione “logica” qualche giorno dopo

Non ci sarebbe stato nessun ufo nei cieli del Canavese. A far luce sull’accaduto la risposta dell’Aeronautica alla Procura di Ivrea. Nonostante i tantissimi post apparsi sui social che raccontavano del presunto avvistamento, sarebbero stati due Tornado, impegnati in un’esercitazione, a provocare la luce bianca intensa e il boato fortissimo avvertiti da numerosi canavesani.

Continua la lettura di Ufo a Milano, Brescia e Valtellina: che succede nei cieli della Lombardia? su Giornale di Pavia.

]]>
A Pavia Circolo in Fabbrica, alla scoperta della manifattura italiana https://giornaledipavia.it/economia/a-pavia-circolo-in-fabbrica-alla-scoperta-della-manifattura-italiana/ https://giornaledipavia.it/economia/a-pavia-circolo-in-fabbrica-alla-scoperta-della-manifattura-italiana/#respond Thu, 14 Feb 2019 11:20:27 +0000 https://giornaledipavia.it/?p=17358 Prosegue itinerante il nuovo progetto targato Circolo delle Imprese, dopo l’esordio a Como e la seconda serata a Cremona, ecco approdare anche a Pavia “Il Circolo in Fabbrica. Alla scoperta della manifattura italiana“. Ad ospitare l’evento del 12 febbraio 2019, due eccellenze del territorio, TWO TREES srl attiva nel settore farmaceutico e FINTESSILE srl, leader […]

Continua la lettura di A Pavia Circolo in Fabbrica, alla scoperta della manifattura italiana su Giornale di Pavia.

]]>
Prosegue itinerante il nuovo progetto targato Circolo delle Imprese, dopo l’esordio a Como e la seconda serata a Cremona, ecco approdare anche a PaviaIl Circolo in Fabbrica. Alla scoperta della manifattura italiana“. Ad ospitare l’evento del 12 febbraio 2019, due eccellenze del territorio, TWO TREES srl attiva nel settore farmaceutico e FINTESSILE srl, leader nel settore del finissaggio tessile.

Settore farmaceutico: Two Trees

All’apparenza uno spazioso magazzino, in realtà dietro gli altissimi scaffali si cela la storia di un’azienda dai numeri importanti e soprattutto in continua evoluzione. Two Trees, nome ispirato ai giovani figli del fondatore, opera nel settore farmaceutico sia come deposito che come grossista, lavorando con circa 10800 farmacie su tutto il territorio nazionale.

Azienda relativamente giovane, nasce nel 2009 iniziando ad operare come GR logistica e distribuzione per poi diventare a tutti gli effetti Two Trees nel 2011. Ad accompagnarci all’interno dell’azienda è il direttore tecnico Marco Pellegrini, che fornisce anche qualche numero:

“Il magazzino si estende su 5000 metri quadri ed è in grado di soddisfare le esigenze di aziende medio/grandi in termini di dimensioni, la zona è strategica sia dal punto di vista di possibilità di espansione che per i trasporti.”

Two Trees ha all’attivo 14 dipendenti e gli operatori che operano sui 4 magazzini di pertinenza hanno ciascuno la responsabilità diretta per l’azienda partner. Il punto di forza dell’azienda risulta essere la capacità di customizzare, di offrire cioè un servizio tailormade basato sulle esigenze del cliente finale che ne riconosce la capacità di interagire direttamente in un’ottica B2B e non come fosse un numero qualsiasi.

Supplement foods: Hauora

Accanto a Two Trees si sviluppa HAUORA, letteralmente “più salute” in neozelandese, giovanissima azienda farmaceutica nata nel 2017 lanciando i primi prodotti di supplement foods e integratori alimentari utilizzati soprattutto in ambito urologico.

“Il settore degli integratori alimentari costituisce il core business dell’azienda – spiega l’ad Ermanno Buratti – ma stiamo sviluppando il settore farmaceutico passo dopo passo seguendo tutti i passaggi. Abbiamo anche lanciato un nuovo prodotto per la calcolosi calcio ossalica per il quale è depositata la richiesta di brevetto e nei prossimi mesi lanceremo altri 3 prodotti che consentiranno di completare la linea in ambito urologico e ginecologico”.

Finissaggio: Fintessile srl

Dal farmacologico ci si sposta nel settore del finissaggio tessile, ospiti di Fintessile srl, a guidarci il Presidente Primo De Giuli che descrive la sua azienda con l’amorevolezza di un padre che parla dei propri figli. Primo è tra i soci fondatori di questa realtà che è nata quasi per scherzo, ci spiega, nel 1987, dall’idea di alcuni amici.

Ora Fintessile è un’azienda leader nella nobilitazione, spalmatura, resinatura autoadesivo e termoadesivo, lavora ben 50.000 mt di materiale al giorno in 7 impianti di produzione. Nonostante l’azienda abbia un rating positivo, non mancano i segnali di crisi:

“Rispetto allo scorso anno siamo in leggera flessione, la nostra fortuna è quella di non esserci mai applicati ad un unico settore, lavoriamo in ambito automotive, biomedicale, calzaturiero, grafico e questo ci ha consentito nel passato di bilanciare le perdite dovute ad un settore in crisi con i profitti degli altri a compensare. Oggi invece assistiamo ad una flessione di tutti i settori, ma sono ottimista”.

La fiducia deriva da anni di duro lavoro e soprattutto dal rapporto instaurato e consolidato nel tempo con i clienti, che ha garantito e continua a garantire stabilità al fatturato.  In azienda sono presenti 33 unità operative e il turn over è pressoché nullo, ma non a caso, è una scelta orientata alla qualità del prodotto e di conseguenza al servizio al cliente :

“Ho assunto operai entrati in azienda da ragazzini – prosegue De Giuli – che hanno scelto di rimanere, in un’ottica di valorizzazione reciproca. Preferisco un personale addestrato autosufficiente che è garanzia di qualità”.

Occasione propositiva con Circolo delle imprese

Storie di impegno e bellezza manifatturiera che hanno deciso di aprire le porte dei loro opifici per mostrare quello che è in concreto un’azienda. L’adesione al progetto Il Circolo in Fabbrica è per entrambi un’occasione di condivisione propositiva, utile allo scambio di idee e allo scambio operativo. Il Circolo si rivela strumento efficace per la creazione di una rete di rapporti volontaria e gratuita che è in grado di generare sinergie nei vari settori produttivi.

Anche il Consigliere Regionale Gabriele Barucco, intervenuto in visita alle aziende ospiti, ha sottolineato l’efficacia di questi momenti e ha ringraziato gli imprenditori, sia ospiti che presenti in visita, per il contributo essenziale all’economia non solo lombarda ma di tutto il Paese, evidenziando il ruolo che la politica deve avere nei loro confronti, ovvero aiutare l’impresa ad esercitare la propria imprescindibile funzione.

Continua la lettura di A Pavia Circolo in Fabbrica, alla scoperta della manifattura italiana su Giornale di Pavia.

]]>
https://giornaledipavia.it/economia/a-pavia-circolo-in-fabbrica-alla-scoperta-della-manifattura-italiana/feed/ 0
Il leghista Ciocca: «Occorre tutelare maggiormente il Made in Italy» https://giornaledipavia.it/politica/il-leghista-ciocca-occorre-tutelare-maggiormente-il-made-in-italy/ https://giornaledipavia.it/politica/il-leghista-ciocca-occorre-tutelare-maggiormente-il-made-in-italy/#respond Sat, 02 Feb 2019 09:41:17 +0000 https://giornaledipavia.it/?p=17419 E’ diventato famoso quando, il 23 ottobre scorso, a Strasburgo, calpestò con una scarpa gli appunti di Pierre Moscovici, Commissario europeo agli Affari economici, nel bel mezzo della polemica tra Italia e Ue sulla manovra economica. Ma l’eurodeputato pavese Angelo Ciocca, 44 anni, non è un provocatore di professione. E’ un politico che ha fatto la […]

Continua la lettura di Il leghista Ciocca: «Occorre tutelare maggiormente il Made in Italy» su Giornale di Pavia.

]]>
Il leghista Ciocca: «Occorre tutelare maggiormente il Made in Italy»

E’ diventato famoso quando, il 23 ottobre scorso, a Strasburgo, calpestò con una scarpa gli appunti di Pierre Moscovici, Commissario europeo agli Affari economici, nel bel mezzo della polemica tra Italia e Ue sulla manovra economica. Ma l’eurodeputato pavese Angelo Ciocca, 44 anni, non è un provocatore di professione. E’ un politico che ha fatto la gavetta e ha alle spalle una carriera di tutto rispetto.

Ciocca dalla “gavetta” a Strasburgo

Nel 1996 ha iniziato come semplice militante della Lega, diventando nel 2001 assessore comunale a San Genesio, nel 2006 assessore provinciale a Pavia e nel 2010 consigliere regionale in Lombardia, risultando il primo degli eletti con ben 18.910 preferenze, dove è stato riconfermato nel 2013. Il debutto al Parlamento europeo risale al luglio 2016, quando, primo dei non eletti, è subentrato a Gianluca Buonanno, amico fraterno prematuramente scomparso in un drammatico incidente stradale. Ciocca sabato 2 febbraio 2019 ha fatto tappa a Merate, dove si è incontrato con un gruppo di amici del Carroccio guidati da Massimo Panzeri e dal segretario Franco Lana, e molti lecchesi, guidati da Giorgio Siani, ex sindaco di Mandello e titolare di un avviato studio di ingegneria a Lecco.

Il leghista Ciocca: «Occorre tutelare maggiormente il Made in Italy»
Ciocca in visita alla sede Netweek

Come è nato quel clamoroso gesto contro Moscovici?

«Non sono andato all’incontro con premeditazione, non è stato un gesto studiato – spiega – Ero semplicemente venuto a conoscenza che il Commissario agli Affari economici aveva deciso di convocare una conferenza stampa per spiegare i motivi della bocciatura della Legge di Bilancio dell’Italia. Durante la riunione Moscovici disse chiaramente che l’Europa aveva aiutato i precedenti Governi ma che ora non aveva alcuna intenzione di sostenere il nuovo Esecutivo Lega-M5S. Il suo è stato un discorso politico, con le inevitabili conseguenze nefaste sui mercati, e non trovando motivazioni valide stavo uscendo quando sulla porta ho sentito un giornalista del Corriere chiedere al Commissario il motivo di così tanto livore contro l’Italia, visto che quando era ministro del Governo francese si era comportato nello stesso modo sforando i limiti imposti da Bruxelles, contestando le regole europee definendole stupide. La sua risposta è stata disarmante: “Quelle manovre sono stato costretto a farle perché la Francia stava attraversando un momento di difficoltà e aveva 6 milioni di poveri”. A quel punto sono rientrato in sala è ho detto: “Noi abbiamo 5 milioni di poveri. L’obiettivo della Ue è di farci arrivare a 6 milioni? E’ inaccettabile…”. Moscovici, forse per evitare altre domande fastidiose, ha interrotto bruscamente la conferenza».

Da un confronto pur aspro alla scarpa, però, ce ne passa…

«E’ stato un gesto istintivo, ho solo voluto difendere il mio Paese. Mi sono avvicinato al tavolo di Moscovici e gli ho detto che aveva calpestato l’Italia, gli ho chiesto il suo discorso – che mi ha dato, scambiandomi per un suo collaboratore, dimostrando di non conoscere neppure chi lavora per lui – ho tolto la scarpa e ho calpestato il suo discorso. Ho fatto quello che tanti italiani – calpestati da questa Europa – avrebbero voluto fare».

Che idea si è fatto dell’Europa in questi primi tre anni trascorsi a Strasburgo?

«Di Europa ho iniziato ad occuparmi, nel 2014, quando Matteo Salvini mi chiese di dare una mano per la campagna elettorale. Allora la Lega aveva il 2,9% dei consensi. Fu un grande lavoro che porto la Lega al 5,9% e all’elezione di 5 parlamentari, mentre io risultai il primo dei non eletti nella Circoscrizione Nord Ovest, che comprende Lombardia, Piemonte, Valle d’Aosta e Liguria. Soddisfatto del lavoro svolto sono rimasto volentieri in Regione Lombardia, come presidente della Commissione Attività Produttive. Poi nel 2016, purtroppo, c’è stato quel sfortunatissimo incidente di Gianluca Buonanno e sono subentrato al suo posto. L’idea che mi sono fatto è che l’Italia ha sottovalutato l’Ue, non rendendosi conto che le decisioni del Parlamento europeo incidono nell’80% delle scelte del nostro Paese. Abbiamo mandato a Strasburgo persone a fine carriera e così oggi abbiamo un peso modesto. Adesso spero che l’Italia mandi parlamentari capaci e in grado di fare lobby per tutelare meglio gli interessi del nostro Paese».

Che idea si è fatto invece del Parlamento europeo?

«Bruxelles è un grande contenitore dominato dai grandi interessi economici e dalle lobby. Non dimentichiamoci che il presidente della Commissione europea è Jean Claude Juncker, un esponente del Lussemburgo, uno Stato grande come la provincia di Lecco… Juncker è stato uno dei protagonisti dell’austerity europea che ha messo alla fame la Grecia e messo in difficoltà tanti altri Paesi come l’Italia. Adesso ha chiesto scusa. Ma è troppo tardi. Almeno poteva dimettersi… Saranno gli elettori a mandare a casa il presidente della Commissione europea».

Quali sono state le sue battaglie?

«Mi sono occupato della difesa del Made in Italy, che molti Paesi europei osteggiano perché temono che il nostro brand li danneggi sui mercati internazionali. Ho vinto la battaglia del riso italiano minacciato dal riso cambogiano, offrendo un segnale positivo al mondo agricolo e dimostrando che la politica può risolvere i problemi reali delle persone e delle imprese e che l’Europa, se sollecitata, prende posizione. Mi sono occupato di un problema del centro di accoglienza di Lampedusa quando venne lanciato l’allarme dell’arrivo di troppi ex detenuti tunisini; poi prendendo contatto con l’Ambasciata di Tunisi abbiamo scoperto che c’erano stati tre indulti che avevano liberato circa 2.000 carcerati. E siamo per fortuna riusciti a frenare questo fenomeno. Andando in Tunisia ho intercettato due connazionali sequestrati con il loro peschereccio in un porto lungo la costa e che siamo riusciti a liberare grazie all’intervento della Commissione europea. Sono andato in Turchia per difendere un marchio storico e prestigioso come quello della Pernigotti, anche per tutelare lo stabilimento di Novi Ligure. Sempre in Turchia mi sono interessato della morte di Alessandro Fiori, di cui a dieci mesi di distanza non abbiamo ancora avuto gli esiti dell’autopsia”.

L’Europa offre anche tante opportunità. A partire dai bandi.

«Dobbiamo imparare a conoscere, sfruttare e gestire meglio le risorse europee. Dobbiamo impegnarci a modificare anche gli stessi bandi perché, delegando ad altri, questi strumenti sono stati ritagliati su misura per Germania, Francia e un po’ meno per l’Italia».

Quindi non è un oppositore dell’Europa?

«No, ma dobbiamo cambiare questa Europa, tornando ai valori dei padri fondatori. Deve essere meno soffocante, ingombrante e costosa; non deve essere uno strumento nella mani delle banche e delle multinazionali. Dobbiamo adottare una politica dell’immigrazione più attenta, dire basta all’invasione dei galeotti tunisini, impedire l’ingresso della Turchia; di contro dobbiamo difendere il Made in Italy, tutelare le eccellenze enogastronomiche contro il folle provvedimento che consente di portare gli insetti sulle nostre tavole, e valorizzare le nostre tradizioni».

Il 26 maggio si tornerà alle urne. Lei si ricandiderà al Parlamento europeo?

«Sì. Speriamo di aumentare la pattuglia della Lega. I sondaggi ci dicono che potremo passare da cinque a 25 deputati e per noi sarà una grande responsabilità oltre che uno sfida».

Continua la lettura di Il leghista Ciocca: «Occorre tutelare maggiormente il Made in Italy» su Giornale di Pavia.

]]>
https://giornaledipavia.it/politica/il-leghista-ciocca-occorre-tutelare-maggiormente-il-made-in-italy/feed/ 0
Ordina legna e pellet ma non paga la merce, denunciata https://giornaledipavia.it/cronaca/ordina-legna-e-pellet-ma-non-paga-la-merce-denunciata/ https://giornaledipavia.it/cronaca/ordina-legna-e-pellet-ma-non-paga-la-merce-denunciata/#respond Thu, 14 Feb 2019 10:22:57 +0000 https://giornaledipavia.it/?p=17354 Ordina legna e pellet ma non li paga: denunciata una 34enne per insolvenza fraudolenta. Ordina legna e pellet ma non paga Nel pomeriggio di ieri 13 febbraio 2019, i carabinieri della Stazione di Gropello Cairoli (PV) hanno denunciato in stato di libertà per il reato di insolvenza fraudolenta una 34enne nata a Pavia e residente […]

Continua la lettura di Ordina legna e pellet ma non paga la merce, denunciata su Giornale di Pavia.

]]>
Ordina legna e pellet ma non li paga: denunciata una 34enne per insolvenza fraudolenta.

Ordina legna e pellet ma non paga

Nel pomeriggio di ieri 13 febbraio 2019, i carabinieri della Stazione di Gropello Cairoli (PV) hanno denunciato in stato di libertà per il reato di insolvenza fraudolenta una 34enne nata a Pavia e residente a San Genesio ed Uniti (PV), con numerosi precedenti di polizia.

Vittima un commerciante di Gropello

I militari, a conclusione di un’attività investigativa, hanno raccolto inconfutabili elementi di reità nei confronti della donna, appurando che la stessa non aveva ottemperato in due occasioni al pagamento della merce ordinata e ricevuta, legna e pellet per un valore di quasi 4.500 euro, fingendo di aver effettuato bonifici bancari mai accreditati in favore della vittima, un commerciante 50enne rumeno residente a Gropello.

LEGGI ANCHE: Auto esce di strada, paura per un 36enne

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE

Continua la lettura di Ordina legna e pellet ma non paga la merce, denunciata su Giornale di Pavia.

]]>
https://giornaledipavia.it/cronaca/ordina-legna-e-pellet-ma-non-paga-la-merce-denunciata/feed/ 0
“I fuori sede”: studenti universitari raccontano il cancro in un musical… senza paura https://giornaledipavia.it/attualita/i-fuori-sede-studenti-universitari-raccontano-il-cancro-in-un-musical-senza-paura/ https://giornaledipavia.it/attualita/i-fuori-sede-studenti-universitari-raccontano-il-cancro-in-un-musical-senza-paura/#respond Thu, 14 Feb 2019 09:52:07 +0000 https://giornaledipavia.it/?p=17345 “I fuori sede”: studenti universitari raccontano il cancro senza paura in un musical. Lo spettacolo è ispirato alla storia vera di Giacomo, 23 anni, e andrà in scena il 28 febbraio al Teatro Fraschini di Pavia. “I fuori sede”: studenti universitari raccontano il cancro …. senza paura Il 28 febbraio al Teatro Fraschini arriva lo spettacolo“I […]

Continua la lettura di “I fuori sede”: studenti universitari raccontano il cancro in un musical… senza paura su Giornale di Pavia.

]]>
“I fuori sede”: studenti universitari raccontano il cancro senza paura in un musical. Lo spettacolo è ispirato alla storia vera di Giacomo, 23 anni, e andrà in scena il 28 febbraio al Teatro Fraschini di Pavia.

“I fuori sede”: studenti universitari raccontano il cancro …. senza paura

Il 28 febbraio al Teatro Fraschini arriva lo spettacolo“I fuori sede”realizzato da una compagnia di giovani attori, cantanti, ballerini e studenti universitari: è ispirato alla storia vera di Giacomo, 23 anni, che, colpito da un tumore raro, porta sul palco, la sua esperienza.
Il ricavato dell’iniziativa, che ha il patrocinio del Policlinico San Matteo, sarà devoluto al CNAO, Centro
Nazionale di Adroterapia Oncologica, per un progetto a favore dei pazienti pediatrici. L’ingresso è a offerta libera: per informazioni: 0382 078536 / https://bit.ly/2HoFet5

Poiché “I fuori sede” diventerà anche un docufilm che sarà girato a Pavia, nella serata dello spettacolo si darà il via alle selezioni del cast rivolte a ragazzi dai 15 ai 22 anni.

Come nasce l’idea

L’idea de “I fuori sede” nasce dall’incontro tra Giacomo Perini e l’Associazione Pancrazio, che riunisce giovani studenti universitari di medicina, biologia, farmacia e altre facoltà affini, con l’obiettivo di dare vita a uno spettacolo che attraverso, la musica, la danza e la recitazione, racconti la vita insieme di 10 universitari “fuori sede”. La loro vita scorre tra studio, tempo libero, calcio, pomeriggi alla play station, fino a quando uno di loro, Giacomo, scopre di avere il cancro.

La diagnosi è un duro colpo per Giacomo e i ragazzi che troveranno nell’amicizia la forza per affrontare questa nuova e grande difficoltà. Giacomo Perini, che, oltre a studiare scienze politiche, fa anche parte della nazionale paralimpica italiana di canottaggio, ha voluto così trasformare in musical e spettacolo teatrale la sua vicenda personale, che lo ha visto lottare contro un tumore aggressivo del femore dall’età di 18 anni, per lanciare un messaggio positivo di amicizia e coraggio a tutte le persone che affrontano la malattia.

Per questo motivo sul palco a Pavia saliranno anche 2 pazienti del CNAO, Debora e Pietro, che parleranno della loro esperienza e della loro forza nell’affrontare la malattia. Lo spettacolo è un ulteriore capitolo della vita di Giacomo che nel 2016 aveva raccontato la sua esperienza nel libro “Non siamo immuni”.

In scena il 28 febbraio

I “fuori sede” è andato in scena per la prima volta il 19 maggio del 2018 a Roma in occasione della Giornata  Nazionale del malato oncologico, grazie alla collaborazione tra Associazione Pancrazio e F.A.V.O. Federazione italiana delle Associazioni di Volontariato in Oncologia. Ha toccato poi diverse città come Milano e Bari per poi arrivare il 28 febbraio al Teatro Fraschini di Pavia dove l’incasso sarà devoluto alla Fondazione CNAO per un progetto a favore dei pazienti pediatrici.

A Pavia lo spettacolo vedrà la partecipazione della scuola di danza pavese Mc 360 che in apertura proporrà 3 coreografie in stile “modern” e “hip hop”. Lo spettacolo alterna parti recitate a musica e ballo e vede la partecipazione tra gli altri di Luca Valenti, cantante finalista di X Factor 2015, all’interno della squadra di Mika, e di Blue Yoshimi, attrice in film come “Caos calmo” e in serie televisive come “La pallottola nel cuore”.

L’iniziativa è possibile grazie all’impegno del Comune di Pavia, del Teatro Fraschini, del Lions Club Pavia Le Torri, del CRAL e del Policlinico San Matteo e al supporto degli sponsor (Ariston Party Service, Detector-Devices and Technologies Torino, Farmacia Fapa, Gulliver, Hotel Italia, Ipq, Real Time Communication Group, Soluzione Informatica, Tecnologie Avanzate, Teckim, Tipolitografia Vigentina, Zar Tehcnology).

LEGGI ANCHE: Al Salone dell’Orientamento di Vigevano anche la Polizia di Stato

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE

Continua la lettura di “I fuori sede”: studenti universitari raccontano il cancro in un musical… senza paura su Giornale di Pavia.

]]>
https://giornaledipavia.it/attualita/i-fuori-sede-studenti-universitari-raccontano-il-cancro-in-un-musical-senza-paura/feed/ 0
Nuovi casi di meningite registrati in Lombardia https://giornaledipavia.it/attualita/nuovi-casi-di-meningite-registrati-in-lombardia/ https://giornaledipavia.it/attualita/nuovi-casi-di-meningite-registrati-in-lombardia/#respond Thu, 14 Feb 2019 11:15:22 +0000 https://giornaledipavia.it/?p=17359 Come ogni anno, in corrispondenza con il picco influenzale, si registrano anche casi di meningite. Colpisce il dato del Lodigiano: ben 4 casi nel giro di pochi giorni. Meningite in Lombardia: 4 casi a Lodi Come riporta GiornalediLodi.it, si tratta di una meningite da meningococco e tre da pneumococco sono state diagnosticate all’ospedale Maggiore di Lodi. LEGGI ANCHE: Massa […]

Continua la lettura di Nuovi casi di meningite registrati in Lombardia su Giornale di Pavia.

]]>
Come ogni anno, in corrispondenza con il picco influenzale, si registrano anche casi di meningite. Colpisce il dato del Lodigiano: ben 4 casi nel giro di pochi giorni.

Meningite in Lombardia: 4 casi a Lodi

Come riporta GiornalediLodi.it, si tratta di una meningite da meningococco e tre da pneumococco sono state diagnosticate all’ospedale Maggiore di Lodi.

LEGGI ANCHE: Massa tumorale di 6 kg asportata all’ospedale Maggiore: nessuno voleva operarlo

Un ricovero per meningite a Mantova

Una settimana fa una donna di circa 40 anni è stata stata ricovera in ospedale, al Carlo Poma di Mantova, con la diagnosi di meningite meningococcita. Il ricovero risale a giovedì 7 febbraio 2019. La donna ha superato la malattia grazie alla terapia antibiotica.

A ottobre episodio s’era registrato in Brianza

Come raccontato da GiornalediMonza.it, a ottobre una bambina di 10 anni di Giussano (Mb) era stata ricoverata all’ospedale Buzzi di Milano per meningite. Regione Lombardia aveva la profilassi antibiotica ai compagni di classe e ai bambini di un’altra classe che normalmente avevano contatti con quella frequentata dalla bambina, in tutto 33 bambini. L’attività profilattica era stata estesa anche ai contatti della parrocchia e del centro sportivo frequentato dalla bimba, all’incirca altre 17 persone.

L’estate scorsa Brescia sotto la lente

Come riportava BresciaSettegiorni.it, una bimba di 5 anni a luglio era stata ricoverata al Civile di Brescia dopo essere stata colpita dalla meningite.  Anche in questo caso per piccoli compagni dell’asilo e per il personale scolastico era stata avviata la profilassi. Nella stessa provincia, in primavera,  un altro caso di un 13enne residente a Chiari e, nella vicina Bergamasca, quello del bimbo di un anno e mezzo di Treviglio che si era sentito male durante un viaggio in Francia con i genitori.

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE

Continua la lettura di Nuovi casi di meningite registrati in Lombardia su Giornale di Pavia.

]]>
https://giornaledipavia.it/attualita/nuovi-casi-di-meningite-registrati-in-lombardia/feed/ 0
Fatture false: arrestati commercianti d’auto tra Como e Pavia https://giornaledipavia.it/cronaca/fatture-false-arrestati-commercianti-dauto-tra-como-e-pavia/ https://giornaledipavia.it/cronaca/fatture-false-arrestati-commercianti-dauto-tra-como-e-pavia/#respond Thu, 14 Feb 2019 07:15:43 +0000 https://giornaledipavia.it/?p=17341 Dalle prime ore di questa mattina, giovedì 14 febbraio 2019, è in corso un’articolata operazione di Polizia giudiziaria che riguarda una frode fiscale per emissioni di fatture false. Frode fiscale per emissioni di fatture false Protagonista della vicenda un’organizzazione dedita alla commissione di frodi fiscali con l’emissione di fatture per operazioni inesistenti, nell’ambito della commercializzazione […]

Continua la lettura di Fatture false: arrestati commercianti d’auto tra Como e Pavia su Giornale di Pavia.

]]>
Dalle prime ore di questa mattina, giovedì 14 febbraio 2019, è in corso un’articolata operazione di Polizia giudiziaria che riguarda una frode fiscale per emissioni di fatture false.

Frode fiscale per emissioni di fatture false

Protagonista della vicenda un’organizzazione dedita alla commissione di frodi fiscali con l’emissione di fatture per operazioni inesistenti, nell’ambito della commercializzazione di autovetture di provenienza comunitaria. L’operazione, diretta dalla locale Procura della Repubblica, vede impegnati, in provincia di Como e Pavia, Finanzieri della Compagnia di Menaggio e Funzionari dell’Agenzia delle Dogane ed è finalizzata a dare esecuzione a cinque ordinanze di custodia cautelare in carcere nei confronti di altrettanti indagati nonché ad un provvedimento di sequestro preventivo di beni per un valore di circa 3 milioni di euro, pari all’Imposta sul valore aggiunto evasa.

Ecco come agivano

Agli indagati sono contestati i reati di emissione di fatture soggettivamente inesistenti (in quanto, al fine di consentire ad una serie di società concessionarie di vendita di autovetture (tra cui S&B AUTO Sr1con sede legale in Milano e unità locale a Porlezza, OFFICINA S&B Srl, con sede legale a Grandola ed Uniti), che amministravano a vario titolo, l’evasione dell’ imposta sul valore aggiunto. Dal giugno del 2015 al mese di luglio del 2016 emettevano e rilasciavano a privati acquirenti finali di autovetture di seconda mano fatture tutte fittiziamente intestate alle società cedenti estere (per lo più tedesche) facendo in tal modo apparire le relative vendite ed immatricolazioni di autovetture usate di provenienza comunitaria come direttamente eseguite tra la società venditrice estera e l’acquirente finale privato, senza l’intermediazione della S&B AUTO Sr1, che così si sottraeva al pagamento dell’IVA per 180.018 euro.

E poi dal dal luglio del 2016 al mese di novembre del 2017 emettevano e rilasciavano ai privati acquirenti finali fatture tutte intestate a CAR PLANET s.r.o, società estero vestita con sede (apparente) nella Repubblica Ceca, priva di rappresentante fiscale in Italia (di cui uno degli indagati, procuratore speciale della S& B AUTO, è anche legale rappresentante), fittiziamente interposta tra le ditte venditrici S&B AUTO Srl e OFFICINA S&B S.r.l, reali importatori, e gli acquirenti finali, facendo in tal modo apparire le relative vendite ed immatricolazioni di autovetture usate di provenienza comunitaria come direttamente eseguite tra la società CAR PLANET s r o e l’acquirente finale privato, senza l’intermediazione della S&B AUTO Sr1 e OFFICINA S&B Srl, che così si sottraevano al pagamento dell’IVA (che veniva fatto ricadere sulla società fittizia CAR PLANET), per un importo pari a 1.382.400 euro. Dal 31.12. 2016 al 13.07.2017 poi emettevano fatture per operazioni inesistenti nei confronti della società GNT ZAGOMEC con sede legale in Rovello Porro.

Sequestro preventivo sui beni

A tre indagati legali rappresentanti ed amministratori (anche di fatto) della S&B AUTO Srl è anche contestato di avere esposto, nella dichiarazione dei redditi presentata il 30.9.2016, elementi  attivi per un ammontare inferiore a quello effettivo nonchè l’omessa presentazione della dichiarazione ai fini IVA per l’ anno di imposta 2017 la Compagnia della Guardia di Finanza di Menaggio e l’Ufficio Antifrode dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli di Como stanno dando altresì esecuzione ad un decreto di sequestro preventivo emesso dal Giudice per le indagini preliminari sui beni delle società italiane gestite dagli indagati, nonché sui beni riconducibili a questi ultimi, per quasi 3 milioni di euro (per la precisione 2.993.936,64, euro) corrispondenti al profitto del reato di evasione. Con precedente decreto, erano già stati sottoposti a sequestro 182.445 euro.

LEGGI ANCHE: Targhe straniere, col nuovo decreto raffica di multe e sanzioni pesantissime

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE

Continua la lettura di Fatture false: arrestati commercianti d’auto tra Como e Pavia su Giornale di Pavia.

]]>
https://giornaledipavia.it/cronaca/fatture-false-arrestati-commercianti-dauto-tra-como-e-pavia/feed/ 0
Al Salone dell’Orientamento di Vigevano anche la Polizia di Stato https://giornaledipavia.it/attualita/al-salone-dellorientamento-di-vigevano-anche-la-polizia-di-stato/ https://giornaledipavia.it/attualita/al-salone-dellorientamento-di-vigevano-anche-la-polizia-di-stato/#respond Thu, 14 Feb 2019 07:05:55 +0000 https://giornaledipavia.it/?p=17334 Al Salone dell’Orientamento di Vigevano anche la Polizia di Stato: lo scorso weekend sono stati circa 500 gli studenti che hanno partecipato alla manifestazione. Al Salone dell’Orientamento di Vigevano anche la Polizia di Stato Nella giornata di giovedì 7 febbraio 2019 è stato inaugurato a Vigevano “Facoltà di scelta”, il salone per l’orientamento riservato agli […]

Continua la lettura di Al Salone dell’Orientamento di Vigevano anche la Polizia di Stato su Giornale di Pavia.

]]>
Al Salone dell’Orientamento di Vigevano anche la Polizia di Stato: lo scorso weekend sono stati circa 500 gli studenti che hanno partecipato alla manifestazione.

Al Salone dell’Orientamento di Vigevano anche la Polizia di Stato

Nella giornata di giovedì 7 febbraio 2019 è stato inaugurato a Vigevano “Facoltà di scelta”, il salone per l’orientamento riservato agli studenti delle scuole superiori di Vigevano e Mortara.

LEGGI ANCHE: “Facoltà di scelta” il salone di orientamento per gli studenti delle scuole superiori

All’interno della Sala Cavallerizza del Castello Sforzesco sono stati allestiti gli stand delle varie Forze dell’Ordine e organizzazioni di soccorso, oltre a spazi riservati all’Università di Pavia, al Comune di Vigevano e alle società di lavoro interinale.

Per la Polizia di Stato era presente personale delle seguenti specialità: Polizia Stradale, Polizia Scientifica, Centro Nautico e Sommozzatori di La Spezia, Reparto a Cavallo e Reparto Cinofili di Milano.

Sono stati anche esposti diversi automezzi della Polizia di Stato, tra i quali la Lamborghini Huracan e quelli d’epoca.

Dimostrazioni sul campo

Gli studenti hanno assistito a dimostrazioni sulle varie specifiche attività della Polizia di Stato, come ad esempio interventi delle unità cinofile e della Polizia Scientifica e hanno avuto anche la possibilità di effettuare delle prove con il simulatore di guida.

La manifestazione, che nei tre giorni ha visto l’affluenza di circa 500 studenti, è terminata sabato 9 febbraio 2019, con un convegno al quale è intervenuto il Questore di Pavia, Dott. Andrea Valentino.

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE

Continua la lettura di Al Salone dell’Orientamento di Vigevano anche la Polizia di Stato su Giornale di Pavia.

]]>
https://giornaledipavia.it/attualita/al-salone-dellorientamento-di-vigevano-anche-la-polizia-di-stato/feed/ 0