L’europarlamentare pavese durante la seduta Plenaria sul discarico, scatolone alla mano, ha invitato Juncker & Co. a “sfrattare” dalle istituzioni europee.

Angelo Ciocca (Lega), Strasburgo: uno scatolone per “sfrattare” Juncker & Co.

“Basterebbero pochi minuti, a qualsiasi persona dotata di buonsenso, per accorgersi dei tanti, troppi sprechi delle istituzioni europee in questi anni. Fino ad oggi avete provato a nasconderli ai popoli europei ma oggi, quegli stessi popoli reagiscono e vi invitano a lasciare il Parlamento europeo”.

Così l’europarlamentare pavese Angelo Ciocca durante la discussione in seduta Plenaria sul discarico, procedura che verifica in che modo vengono spesi i soldi pubblici dalle istituzioni europee. Ciocca, scatolone alla mano ha invitato Juncker & Co. a “sfrattare” dalle istituzioni europee.

“La sede di Strasburgo – precisa Ciocca – viene utilizzata per soli 48 giorni all’anno costando quasi un miliardo di euro in cinque anni, 9 milioni per la casa della storia dell’Europa che fatica ad avere più di cento visitatori al giorno, 500 milioni di euro poi per la vecchia sede dell’EMA che paghiamo perché qualcuno ha dimenticato di inserire la clausola del recesso. Oltre 16 miliardi in più per spese amministrative – conclude Ciocca – sono poi previsti per il bilancio post 2021 e 33 milioni di euro per la campagna promozionale delle elezioni europee. E’ una vergogna, i popoli europei chiedono lo sfratto di questi euroburocrati”.

LEGGI ANCHE: Chiuso d’urgenza il Ponte della Gerola: verifiche sulla staticità

Leggi anche:  Rimborsi, le procedure Trenord saranno semplificate

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE