La Piazza Acustica di Pavia: una città aperta, inclusiva, europeista. Sarà una festa aperta a tutti i cittadini quella di stasera, sabato 18 maggio, a partire dalle 21 in piazza Cavagneria con Ilaria Cristiani, Alice Moggi e Cristina Niutta e con il concerto delle due band pavesi La Corte dei Miracoli e Reggaemotion. Ospiti della serata l’assessore di Milano Pierfrancesco Majorino, Elly Schlein e Marco Marazzi.

Piazza Acustica di Pavia

Guarda ai giovani, all’Europa e alla partecipazione di tutti la piazza di Ilaria Cristiani, candidata a sindaco di Pavia alle elezioni del 26 maggio con la coalizione di centrosinistra PD, Pavia a colori e Più Europa Pavia. L’invito per stasera, sabato 18 maggio, è aperto a tutti i cittadini, per celebrare le piazze di Pavia come luogo fisico da condividere e come cuore pulsante di una città che può ambire a scalare le classifiche di qualità della vita, in Italia e all’estero. Una festa che non a caso si terrà in un luogo storico di Pavia, piazza Cavagneria, tradizionale punto di ritrovo per generazioni di studenti nati e cresciuti nella nostra città. La festa si chiama “Piazza Acustica” e si partirà alle ore 21 con un programma che è innanzi tutto divertimento e musica perché, come dice la candidata sindaco Ilaria Cristiani, «non di soli confronti è fatta una campagna elettorale».

Le band pavesi sul palco

Sul palco due grandi band pavesi, La Corte dei Miracoli e Reggaemotion, a ribadire la vocazione artistica di una città che ha molto da offrire anche sul piano culturale, come conferma il rapporto di Confindustria Pavia 2020, che ha incluso le imprese culturali e creative nelle filiere più importanti del territorio.

La CortedeiMiracoli, storica e unica band folk-rock pavese dal forte impegno sociale e con all’attivo più di 500 concerti, ha festeggiato ieri 13 anni di attività, dopo aver portato la musica pavese in tour in Italia e Europa e con una nuova tournée in preparazione oltreoceano.

Nata nel 2007, la reggae-band Reggaemotion ha firmato il brano African Woman selezionato per il progetto NOPPAW, il premio Nobel per la pace assegnato nel 2011 alle donne africane, partecipando inoltre a eventi di richiamo nazionale quali il Libero Evento alla Fondazione Mudima di Milano, in occasione della mostra del pittore Emilio Battisti. Tra le collaborazioni internazionali della band, la cantante costaricana Cecilia Gayle con cui la band si è esibita alla Palazzina Liberty di Milano, il musicista Salvador Puerto e la poetessa e cantante blues afroamericana Betty Gilmore.

L’europa

Questa sera in piazza Cavagneria si parlerà anche di Europa, a una settimana dal voto, con due candidati alle elezioni europee, a Pavia per sostenere la candidatura di Ilaria Cristiani a Palazzo Mezzabarba – Pierfrancesco Majorino e Marco Marazzi – e con Elly Schlein, tra le più giovani europarlamentari della passata legislatura, eletta a Bruxelles a 29 anni.

“Per noi la festa sarà un’occasione per divertirci insieme ai pavesi ma anche per parlare di Europa e del futuro del nostro Paese, così come per confermare il nostro impegno per la città”, dice Ilaria Cristiani, che sarà in piazza con tutta la coalizione che la sostiene, a partire da Alice Moggi di Pavia a Colori e Cristina Niutta di Più Europa Pavia. “Permettere ai pavesi di vivere le nostre piazze, di condividere la bellezza della nostra città, di coniugare vivibilità e qualità della vita è uno dei punti portanti del nostro programma di governo. Aprire le piazze è rimarcare un impegno nei confronti dei cittadini”.

“Credo che chi fa politica debba anzitutto coinvolgere i propri concittadini», ricorda Michele Lissia, segretario cittadino del Partito Democratico di Pavia. “Lo si fa sicuramente con gli strumenti di partecipazione politica attiva, ma anche con momenti in cui attraverso la valorizzazione di forme artistiche (in questo caso la musica) si promuove la socializzazione e si rafforza il senso di appartenenza alla comunità pavese. In questo senso, il rilancio del Teatro Volta nel quartiere Scala è un esempio virtuoso di cui Ilaria Cristiani si è resa protagonista e che vogliamo seguire”.

“Ci apprestiamo a chiudere questa nostra prima campagna elettorale nel modo che più si addice a un movimento civico come il nostro: divertendoci», aggiunge Alice Moggi di Pavia a Colori, «ma nello stesso tempo condividendo con i nostri compagni di viaggio momenti di confronto su temi a noi particolarmente cari, quali il sociale, l’accoglienza, l’ambiente”.

“Più Europa Pavia sostiene con convinzione la candidatura a sindaco di Ilaria Cristiani”, sono le parole di Cristina Niutta di Più Europa Pavia, “e ritiene un valore aggiunto la presenza in coalizione di diverse anime, tutte accomunate dalla condivisione di valori assoluti quali il rispetto per ogni membro della nostra società, la tutela dei diritti fondamentali dell’individuo, la salvaguardia dell’ambiente. Il pluralismo nell’unità sarà senz’altro fonte di nuove energie e nuove idee al servizio della nostra città”.

Leggi anche:  Ilaria Cristiani: "Sfido Fracassi a un dibattito pubblico in piazza Vittoria"

In piazza dunque, questa sera, anche tre candidati in corsa per il rinnovo del Parlamento europeo.

Pierfrancesco Majorino, milanese, assessore Pd alle Politiche sociali, alla Salute e ai Diritti del Comune di Milano nella giunta del sindaco Beppe Sala, si candida a 46 anni al Parlamento europeo dopo una carriera trascorsa tutta in politica: da giovanissimo nei Ds, consigliere delegato dal ministro alla Solidarietà sociale Livia Turco, tra i proponenti dell’istituzione della Commissione Antimafia e del Registro delle Unioni civili per le coppie di fatto durante la giunta Moratti. Nel 2011 il sindaco Giuliano Pisapia gli affida la delega alle Politiche sociali e Cultura della Salute. Majorino si è occupato di diritti civili con l’istituzione del Registro delle Unioni civili, del Registro delle dichiarazioni anticipate di fine vita, dell’apertura della Casa dei Diritti contro ogni discriminazione.

Elena Ethel Schlein, detta Elly, 34 anni, laurea in Giurisprudenza, è diventata europarlamentare a 29 anni per il gruppo Alleanza Progressista dei Socialisti e dei Democratici. Eletta nelle fila del Partito Democratico, lo ha poi lasciato nel 2015 per passare al movimento di Possibile. Oggi ha deciso di non ricandidarsi alle elezioni europee, sperando in una prossima ricomposizione del centrosinistra in Italia. Ha vinto il premio Mep Awards 2017 per il Deputato dell’anno sui temi dello sviluppo, grazie al suo impegno nella commissione Sviluppo (DEVE), prima come relatrice del Parlamento sul contrasto a evasione ed elusione fiscale nei Paesi in via di Sviluppo, poi sui nuovi Obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile al 2030 (SDGs) e sul nesso tra migrazioni e sviluppo. È stata vicepresidente della delegazione alla commissione parlamentare di stabilizzazione e di associazione UE-Albania (DAL), membro della Commissione per lo sviluppo (DEVE) e relatrice per il gruppo Socialista e Democratico sulla riforma del Regolamento di Dublino, la norma che stabilisce quale Stato membro è responsabile per ogni richiesta d’asilo presentata nell’UE.

Marco Marazzi, 50 anni, esperto di diritto internazionale, è avvocato e si candida alle elezioni europee nella lista +Europa-Italia in Comune. È stato vicepresidente della Camera di Commercio dell’Unione Europea in Cina. È autore, con Stefania Schipani, di un Breve dizionario di politica europea. È presidente di Easternational-Connecting nonché convinto federalista europeo.

In caso di pioggia la serata si sposterà nella Sala Conferenze di Palazzo del Broletto.

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE