Elezioni Comunali 2019: martedì 16 aprile la presentazione della candidata Sindaco, Ilaria Cristiani, presso la Sala Conferenze del Broletto.

Elezioni Comunali 2019: Ilaria Cristiani, candidata Sindaco a Pavia

Martedì 16 aprile 2019 è avvenuta la presentazione della candidata Sindaco, Ilaria Cristiani, presso la Sala Conferenze del Broletto. Tanti gli argomenti trattati, da quello che è stato fatto a quello che si farà.

“Pavia è una città straordinaria. Una comunità vera che merita l’impegno di tutti, con la testa e con il cuore.
Per questo motivo, insieme a voi, mi candido a sindaco di Pavia. Vorrei la città per il futuro. La nostra Pavia. Io ho sempre vissuto a Pavia, è la mia città da sempre. Una città che dovremmo assolutamente cercare di valorizzare e di rivalorizzare fortemente. Ho frequentato il liceo classico, una cosa che mi ha formato e mi ha aperto tantissime strade, tantissime possibilità che forse non avrei avuto e per questo rimane in me la convinzione che gli investimenti sulla scuola e sull’istruzione siano tutti soldi spesi bene. Un’amministrazione deve assolutamente investire sulla formazione per migliorare il livello di vita delle persone ma soprattutto per migliorare il livello della nostra società”.

“Il mio impegno in campo politico è iniziato non a caso, ed è iniziato quando sono nati i miei figli. Perchè da quando ci sono loro ho sentito sempre più la voglia, l’esigenza di partecipare, di capire come venivano realizzate le scelte per la mia città, quali erano le direzioni che prendeva la città in cui dovevano vivere i miei figli. Sono diventata assessore della Giunta che si è appena conclusa e in questi anni mi sono occupata di tantissimi aspetti della città. Mi sono occupata di ambiente, di istruzione, di formazione, di giovani, di innovazione. Penso di aver visto la città da tantissimi punti di vista. Mi sono resa conto che tanto c’è ancora da fare ma che anche tanto abbiamo fatto”.

Come è cambiata la città

“In questi cinque anni, con questa amministrazione è stato introdotto un modello che guarda prima alle persone che alle cose, che è attenta al futuro della città oltre che al presente. E questo è stato un aspetto che ha connotato un po’ tutte le nostre azioni. Penso che siamo riusciti a fare delle cose importanti per i giovani. Siamo riusciti a far ripartire tante attività legate al mondo giovanile. Un esempio è il Teatro Volta. Abbiamo anche incrementato l’accesso dei giovani alla cultura, e realizzato tramite “Morpheus” il trasporto notturno, un servizio che tanti giovani ci chiedevano e che è totalmente gratuito”.

“In tema di ambiente, abbiamo operato oltre 10mila metri quadri di pedonalizzazioni in centro storico, abbiamo riformato il trasporto pubblico locale, abbiamo chiuso le strade davanti a tante scuole (scuola Carducci). Senza dimenticare il cambio dell’illuminazione pubblica che è ancora in atto: oltre 9mila pali della luce verranno sostituiti con luce led e questo porterà oltre ad una diminuzione dell’impatto ambientale anche a un risparmio economico di oltre 300mila euro all’anno per la nostra città”.

“Senza molto clamore abbiamo aiuto tutti, italiani e non, abbiamo aumento la spesa per i servizi sociali, abbiamo aumentato il numero degli assistenti sociali che sono presenti in città, abbiamo incrementato il numero di case popolari disponibili e, non ultimo, abbiamo drasticamente diminuito il gioco d’azzardo”.

Cosa si farà

“In questi anni abbiamo fatto questo, ma anche tanto altro. Credo che abbiamo fatto bene. Credo che siamo stati anche bravi. Ma credo anche che non basti e si debba fare di più. Nella nostra agenda metto al primo posto lo sviluppo dell’economia locale, poi la qualità della vita, la mobilità sostenibile. Dobbiamo lavorare tutti insieme per rendere Pavia bella e curata in tutta la sua interezza. Dobbiamo tornare a fare squadra. Dobbiamo lavorare insieme perchè insieme si va lontano”.

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE