M5S chiede dimissioni Vignati

La Maggioranza del Consiglio regionale della Lombardia ha respinto la mozione del M5S Lombardia sul caso Vignati, il Presidente di Aler Pavia e segretario della Lega della provincia che ha fatto recapitare una lettera a tutti gli inquilini Aler riportando indicazioni di voto a favore del candidato sindaco di Pavia della Lega Fracassi e del candidato della Lega per l’Europarlamento Ciocca.

Stefano Verni dichiara: “La gravità del fatto è indiscutibile a prescindere dall’appartenenza politica del presidente di Aler Pavia.

Verificheremo comunque nelle opportune sedi altre eventuali responsabilità, anche in termini di violazione della normativa della privacy degli inquilini che si sono visti, loro malgrado, recapitare una lettera dal Presidente dell’ALER Pavia-Lodi, avente un contenuto prettamente politico e non certo istituzionale.

Non siamo un’aula di tribunale, non spetta a noi valutare illeciti. Il Consiglio regionale doveva giudicare l’inopportunità di un atto che non aveva alcuna ragione d’essere. È la stessa inopportunità di aver nominato a Presidente un segretario di partito. È vergognoso che la Lega e Forza Italia non abbiano ritenuto di condannare l’uso inopportuno delle istituzioni per fare propaganda, oltre che vergognoso è antidemocratico. Non meritano di guidare la Lombardia”.

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE