Quadruplicamento tratta ferroviaria Milano-Pavia, Verni (M5S): “Prioritaria per il territorio. Appello al Ministro Toninelli per la nomina di un commissario e la velocizzazione dell’opera.”

Quadruplicamento tratta ferroviaria Milano-Pavia

Il decreto “sblocca cantieri” in discussione in Parlamento prevede la nomina, da parte del Ministro delle Infrastrutture e Trasporti Toninelli, di Commissari Responsabili a gestire e velocizzare alcune opere strategiche per il Paese.

Per Simone Verni, consigliere regionale del M5S Lombardia:

Prioritaria per il territorio del Sud Milano è il potenziamento della tratta ferroviaria Milano-Pavia; opera finanziata e di cui è già stato ultimato il progetto che prevede il quadruplicamento del tratto: il primo fino a Pieve Emanuele, con inizio lavori nel 2020 e completamento entro Giugno 2024.

Sono interventi attesi da anni per questo motivo lancio un appello al Ministro Toninelli affinché questa opera rientri nell’elenco delle opere da ‘velocizzare’ e venga nominato in tempi brevi il Commissario che dovrà occuparsene. Per questo territorio, un’area congestionata dal traffico su gomma, vorrebbe dire treni ogni 15 minuti e di conseguenza un miglioramento della qualità della vita di cui beneficeranno, oltre che i capoluoghi, anche i Comuni medio-piccoli lungo la tratta o in prossimità quali ad esempio Certosa di Pavia, Giussago, Lacchiarella, Pieve Emanuele, Locate Triulzi.

Come M5S, riteniamo importante che finalmente ci sia un Governo che mette al centro dell’attenzione del settore trasporti il trasporto pubblico locale: già il 10 Febbraio i vertici delle Ferrovie dello Stato, con il cambio di passo impresso dal Ministro, avevano annunciato 14 miliardi e 600 milioni di investimenti nel trasporto lombardo per interventi molto variegati che riguardano l’aumento dell’offerta commerciale (raddoppi, triplicamenti, nuovi collegamenti), il garantire maggiore regolarità del servizio di trasporto su ferro (installazione di apparati di stazione a logica digitale, introduzione di un unico sistema di gestione, controllo e protezione del traffico ferroviario a standard europeo), una migliore accessibilità (abbattimento barriere architettoniche, potenziamento dei servizi di informazioni al pubblico)”.

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE