Matteo Salvini sarà a Pavia il 7 maggio 2019: l’eurodeputato leghista pavese Angelo Ciocca denuncia un volantino che gira sul web e invita ad unirsi per manifestare contro “Il Capitano”.

Salvini a Pavia

L’annuncio lo ha fatto lo stesso vice premier e Ministro dell’Interno, Matteo Salvini, in un evento postato su Facebook: il 7 maggio sarà a Pavia a sostegno della campagna elettorale della Lega, in vista delle prossime elezioni Comunali del 26 maggio. L’occasione ha servito l’assist all’ (ex) sindaco Depaoli (che si ricandiderà senza il sostegno del PD, a capo di una lista civica) per sollevare in un post il problema della sicurezza…e la lite social è servita. 

LEGGI ANCHE: Fracassi presenta i “suoi” 29 candidati

A proposito di sicurezza…

La Prefettura di Pavia, ha fatto sapere in un comunicato che “Martedì 30 aprile si è tenuta una seduta del Comitato Provinciale di Ordine e Sicurezza Pubblica presieduto dal Prefetto, Silvana Tizzano, e convocato per individuare e programmare tutte le misure idonee a garantire il regolare svolgimento delle consultazioni amministrative ed europee del prossimo 26 maggio. In particolare, il Prefetto ha richiamato l’attenzione sull’esigenza da un lato, di assicurare il puntuale rispetto delle direttive diramate dal Ministero dell’Interno in tema di manifestazioni pubbliche, dall’altro, di garantire a tutte le forze politiche il pieno ed uniforme esercizio del diritto alla propaganda elettorale. Al riguardo, come avvenuto negli anni scorsi, il Comune di Pavia posizionerà, in Piazza della Vittoria, lato Chiesa di Santa Maria Gualtieri, un palco che resterà montato fino al 24 maggio prossimo, salvo ulteriori necessità determinate dall’eventuale ballottaggio. Tale decisione è stata assunta d’intesa con le Forze dell’Ordine ed il Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco, presenti alla riunione, essendo stata verificata l’idoneità della Piazza in termini di capienza e di vie di fuga. Il Prefetto, infine, intendendo regolamentare anche tutti i comizi/propagande che si terranno nella provincia nel periodo di campagna elettorale, ha preannunciato la convocazione di una riunione con le Forze dell’Ordine e con tutti i segretari dei partiti, che prenderanno parte alle competizioni elettorali, per condividere un codice di regolamentazione e sensibilizzarli affinché la normativa disciplinante l’attività di propaganda elettorale venga scrupolosamente osservata”.

Leggi anche:  Fontana sconcertato "Se queste sono le premesse non firmerò l'intesa per l'autonomia"

Ciocca contro il volantino che invita alla protesta

In questo quadro incandescente si inscrive anche l’intervento dell’eurodeputato pavese Angelo Ciocca, che denuncia l’esistenza di un volantino che inviterebbe coloro che non condividono le politiche di Salvini ad unirsi in protesta in Piazza Vittoria.

“Un manifesto a dir poco vergognoso che invita a raccolta contro Matteo Salvini. Fa ridere che una certa parte politica, che negli scorsi giorni si è ‘preoccupata’ della questione sicurezza per la presenza del Ministro dell’interno a Pavia, ora taccia di fronte a un volantino contro Salvini tradotto in arabo, rumeno, francese e spagnolo che invita a protestare in Piazza Vittoria in concomitanza del comizio di Salvini il prossimo 7 maggio. Quando si dice parlare bene e razzolare male. Certi personaggi non si smentiscono mai! ” lo ha dichiarato l’europarlamentare della Lega Angelo Ciocca commentando un volantino apparso in questo giorni a Pavia e che rapidamente ha fatto il giro dei social.”

Il riferimento alla querelle con Depaoli risulta evidente.

LEGGI ANCHE: Elezioni Comunali 2019, il figlio di Roberto Maroni corre contro la Lega

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE